Lazio – Milan 3 a 1 Serie A ventesima giornata, così non va

Diego LopezDiego Lopez e Menez. Sono loro gli unici due giocatori rossoneri a salvarsi nella deludente trasferta di Roma. Una sfida iniziata bene visto che dopo soli 4’ il Milan si è trovato in vantaggio grazie a un bel mancino dell’attaccante ex Roma. Una sfida che è proseguita sulla falsariga delle partite contro Sassuolo, Torino e Atalanta. Manca la grinta, manca la testa, manca la concentrazione, manca la voglia, manca il gioco. Manca tutto. La striscia negativa di questo 2015 continua: un pareggio e tre sconfitte. E martedì in Coppa Italia ci sarà di nuovo la Lazio. Ora che giustificazioni userà Inzaghi per salvare la faccia?

 

Inzaghi non si è nascosto: per uscire da questa crisi bisogna lavorare sodo e lavorare duro. Berlusconi venerdì ha ribadito la fiducia verso i giocatori, ma è inevitabile che per chiudere la stagione in zona Europa League serve comunque una sterzata.

 

I rossoneri perdono per infortunio sia De Sciglio che Bonera e devono far fronte alla squalifica di De Jong. Montolivo ritorna al centro del centrocampo con Poli e Van Ginkel ai suoi lati. Davanti è Cerci l’escluso di lusso in favore di El Shaarawi, Menez e Bonaventura. In difesa, davanti a Diego Lopez, dentro Abate e Armero sulle fasce con Alex e Mexes in mezzo.

 

Di fronte 4-3-3 anche per Pioli che è costretto a rinunciare a Felipe Anderson, infortunatosi nel suo momento migliori. Ai lati di Klose spazio per Candreva e Mauri, mentre in mezzo al campo troviamo la corsa di Cataldi al fianco della tecnica di Parolo e Biglia. Davanti a Marchetti spazio per Basta, Cana, Radu e De Vrji.

 

Inizia su ritmi molto veloci la sfida; dopo poco meno di un minuto la Lazio protesta per un presunto contatto in area tra Alex e Radu. L’esterno della Lazio protesta, ma Mazzoleni non concede il rigore. Si accende una piccola rissa: ammoniti Radu e Alex.

 

Passano due minuti e i rossoneri passano in vantaggio: Menez è bravo a recuperare palla a Biglia a metà campo e a involarsi verso la difesa avversaria. Il francese rimane freddo e davanti a Marchetti angola bene. Milan avanti all’Olimpico.

 

Al 9’ primo ammonito del match: Mazzoleni sventola il giallo per Poli. Al 13’ Lazio pericolosa: Abate perde palla e favorisce la percussione sulla destra di Mauri che cerca, ma non trova, Candreva. Sfera che termina a bordo campo.

 

Al 15’ Mazzoleni grazia Radu che già ammonito commette un brutto fallo da dietro su Bonaventura. Solo un richiamo per l’esterno biancoceleste. Al 17’ incredibile errore di Mexes che si lascia scappare Klose, ma Diego Lopez in uscita salva la porta rossonera.

 

Al 20’ altra grande occasione per la Lazio che brucia la difesa rossonera in velocità e fallisce con Klose il gol del pareggio. Retroguardia del Milan troppo ferma di fronte ai rapidi scambi di Candreva e Mauri.

 

Lazio molto insistente in questa fase: al 23’ bella conclusione di Candreva dai venticinque metri con Diego Lopez che blocca bene la sfera. Un minuto dopo miracolo dell’estremo difensore rossonero che salva su Candreva. Che chance per la Lazio.

 

Al  28’ nuova indecisione di Alex che favorisce Mauri, ma la Lazio è troppo imprecisa sotto porta. Un minuto dopo torna a farsi pericoloso il Diavolo: bel lob di Montolivo per Menez, ma il francese viene fermato da un colpo di testa in uscita di Marchetti. Tempismo perfetto per l’estremo difensore casalingo.

 

Al 33’ si libera bene El Shaarawi sulla destra, ma il suo cross per Menez è troppo alto e potente. Palla che si spegne a lato. Al 35’ ammonito Biglia per fallo tattico su Bonaventura.

 

Al 38’ bella percussione sulla destra di Parolo e palla in mezzo per Mauri che non arriva all’appuntamento con la palla. I rossoneri partono in contropiede, ma Cataldi atterra Bonaventura. Ammonito il centrocampista della Lazio.

 

Al 42’ cartellino giallo per Armero che ferma Biglia sulla trequarti. Nei minuti finali non accade più nulla: dopo due minuti di recupero Mazzoleni manda tutti negli spogliatoi. Termina 1 a 0 per il Milan questo primo tempo.

 

Rossoneri molto cinici a passare in vantaggio dopo pochi minuti, ma per il resto è stato un autentico assedio della Lazio. Biancocelesti che protestano per un presunto fallo di rigore di Mexes su Mauri.

 

La ripresa inizia senza cambi: in campo gli stessi effettivi. Passano cento secondi e la Lazio trova il pareggio: Klose trova spazio sulla destra e va al cross; Parolo si inserisce bene e, del tutto indisturbato, supera un incolpevole Diego Lopez. Altro buco della difesa rossonera. 1 a 1 all’Olimpico.

 

Al 51’ la Lazio passa in vantaggio grazie a un assurdo retropassaggio di Montolivo che prende in controtempo Mexes. Klose ne approfitta e deposita in rete dal vertice basso dell’area di rigore. Gli uomini di Pioli ribaltano il risultato.

 

Nel frattempo primo cambio per Inzaghi che è costretto a inserire Cerci per l’infortunato Bonaventura, uscito per un problema alla spalla. Pochi minuti dopo dentro anche Pazzini per Van Ginkel.

 

Al 65’ bella giocata di Parolo che approfitta dell’ennesima dormita di Alex e va al tiro dai trenta metri; Diego Lopez si distende e allunga la sfera in corner. Al 68’ primo cambio anche per Pioli: dentro il neo arrivato Mauricio per De Vrij. Poco dopo dentro anche Djordjevic per Klose.

 

Al 71’ nuova conclusione della Lazio: colpo di testa di Mauri su calcio di punizione e palla che sorvola la traversa. Al 79’ un colpo di tacco di Cerci favorisce il contropiede dei biancocelesti che vanno alla conclusione con Djordjevic: Diego Lopez blocca la sfera.

 

All’80’ Lazio che va meritatamente sul 3 a 1: difesa rossonera sorpresa sulla propria fascia sinistra e palla in mezzo per Parolo che sfrutta un liscio di Djordjevic e deposita in rete agevolmente.

 

Il terzo gol convince Inzaghi che è il momento di inserire Muntari per Poli; Pioli richiama Djordjevic, anche lui infortunato, e inserisce il giovane Keita.

 

Gli ultimi minuti scorrono senza particolari sussulti; al 93’ episodio osceno di Mexes che a palla lontana perde completamente la testa e rifila due manate a Mauri; ne nasce una rissa e il francese, ripetutamente allontanato da Muntari, Abate e Diego Lopez, ritorna sul centrocampista biancoceleste e lo cintura dal collo. Mazzoleni aveva già estratto il rosso, ma il rischio di una maxi-squalifica è assolutamente in agguato. Vergognoso episodio del francese.

 

Al 95’ si torna a parlare di calcio giocato: Mauri dal limite dell’area va al tiro di sinistro; palla che termina a lato. Al 97’ Mazzoleni fischia la fine del match; prestazione oscena del Diavolo, complicata dall’episodio che ha visto protagonista Mexes.

 

Una sconfitta che rende ancora più amara e triste la classifica del Milan. Il Diavolo è fermo da troppo tempo a quota 26 punti e vede allontanarsi, ormai inesorabilmente, il terzo posto al momento occupato proprio dalla Lazio salita a quota 34, in attesa delle partite di domani di Napoli e Sampdoria.

 

La sfida tra rossoneri e biancocelesti si rinnova martedì 27 gennaio quando a San Siro, con fischio d’inizio alle 20.45, il Milan ospiterà la Lazio nei Quarti di finale di Coppa Italia. Per la Serie A bisognerà attendere sino alle 20.45 di domenica 1° febbraio quando a San Siro arriverà il Parma.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Inter Sampdoria 2 a 0 Coppa Italia Ottavi di finale, San Siro si gode Shaqiri

Suso al Milan, scopriamo carriera, caratteristiche e curiosità sul secondo acquisto del Diavolo

Crisi Milan gennaio 2015, colpa di società, allenatore o giocatori? Il confronto con il 2014 e Allegri

Shaqiri all’Inter, ma potrebbe partire Osvaldo. 4 di turni squalifica a Juan Jesus

Cerci al Milan e Torres all’Atletico Madrid, primo colpo del calciomercato 2015 per i Rossoneri

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here