Milan – Lazio 0 a 1 Coppa Italia Quarti di finale, rossoneri fuori anche dalla Coppa Italia

Milan_Calcio_LogoChi si aspettava una reazione, uno scatto d’orgoglio è rimasto soddisfatto; chi oltre alla reazione e allo scatto d’orgoglio si aspettava anche la vittoria è rimasto deluso. Altra sconfitta per il Milan in questo 2015 e addio definitivo alla Coppa Italia e, molto verosimilmente, anche a qualsiasi sogno di tornare in Europa il prossimo anno. Nelle prossime ore si saprà qualcosa sul futuro di Inzaghi, ma l’agonia del tecnico rossonero potrebbe essere prolungata sino alla sfida contro il Parma.

 

E’ l’ultima spiaggia. Per Inzaghi, per il Milan, per il prosieguo della stagione. Tutto l’universo rossonero lo sa e vive la sfida di questa sera contro la Lazio come una delle partite più importanti della sua storia. Ci si gioca il futuro e la dignità. Ci si gioca tutto.

 

La società rossonera ha deciso di punire in modo esemplare Mexes per il comportamento vergognoso che ha avuto sabato sera all’Olimpico. Non convocato per la sfida contro la Lazio e giudice sportivo che gli ha comminato 4 giornate di squalifica.

 

Inzaghi si affida al 4-3-3 con Pazzini prima punta e Menez e Cerci ai suoi lati. Centrocampo con Montolivo, Poli e Muntari. In difesa, davanti ad Abbiati, spazio per Abate, Rami, Alex ed Albertazzi.

 

Di fronte modulo speculare per Pioli con Keita, Mauri e Klose in attacco. Centrocampo con Cataldi, Onazi, Biglia e Parolo. In difesa spazio per Konko, Mauricio, Cana e Radu. Tra i pali Berisha.

 

Bell’inizio del Milan che dopo meno di un minuto si rende pericoloso con una percussione di Cerci. Punizione per i rossoneri: nulla di fatto. Al 4’ si fa vedere la Lazio: cross dalla destra e colpo di testa di Klose che viene messo in corner da Abate.

 

All’8’ bella percussione centrale di Poli che supera Cana entrando in area, ma sbaglia il passaggio per Menez. Pronta risposta della Lazio su una sbandata totale di Abate che fa un retropassaggio folle verso il proprio portiere; Klose cerca di approfittarne, ma il suo sinistro termina sopra la traversa.

 

Al 15’ altro folle retropassaggio rossonero questa volta con Menez; grande uscita di Abbiati che sulla propria trequarti brucia sul tempo Keita e riesce ad allontanare. Rossoneri pesantemente deconcentrati su questi disimpegni.

 

Passano sessanta secondi e la Lazio protesta per un possibile fallo da rigore di Rami su Keita; il gioiellino biancoceleste cade a terra, ma le immagini mostrano che il difensore francese non ha commesso fallo.

 

Al 18’ prima conclusione del Milan: destro di Menez dal limite dell’area, ma Berisha blocca agevolmente la sfera. Al 19’ altro brivido per la difesa rossonera con Montolivo che salva in extremis su Cataldi, tutto solo nell’area piccola.

 

E’ una bella fase del match: al 20’ parte in contropiede Menez, ma il francese non serve Pazzini che si stava liberando nel mezzo. Mauricio lo stoppa e allontana la sfera. Al 25’ la retroguardia del Diavolo concede troppo spazio a Onazi che arriva sino a ventidue metri e va al tiro; palla a lato.

 

Al 29’ bella chance per il Milan che mette Pazzini sul dischetto del rigore grazie a una bella percussione sulla corsia mancina di Menez; l’attaccante italiano è troppo lento e si fa anticipare. Al 32’ bella girata di Cerci che sfrutta al meglio un cross di Muntari e impegna Berisha da pochi passi. Al 37’ episodio decisivo del match: fallo di mano di Albertazzi e rigore per i biancocelesti; dal dischetto si presenta Biglia. Abbiati spiazzato, 1 a 0 per la Lazio.

 

Al 39’ ammonito Cana che entra duramente sulle caviglie di Cerci. Passano tre minuti e Cana commette lo stesso fallo su Pazzini: seconda ammonizione ed espulsione per lui.

 

Finisce qui: non c’è recupero. Rocchi manda tutti negli spogliatoi sul risultato di 1 a 0 per la Lazio. Milan autore di un buon primo tempo dove ha mostrato sicuramente più grinta e voglia di fare rispetto alle ultime partite. Buoni propositi non supportati dalla concentrazione che ha ancora tradito e che ha consentito ai biancocelesti di passare in vantaggio grazie a un penalty trasformato da Biglia.

 

La ripresa inizia con il Milan a cercare il pareggio che sfiora con un colpo di testa di Alex; poco dopo dentro Honda al posto di Muntari e rossoneri che passano al 4-2-3-1. Pioli risponde inserendo Basta per l’infortunato Mauricio.

 

Il giapponese ci prova con il mancino al 55’: bel tiro dal limite dell’area che Berisha blocca a terra. La risposta della Lazio arriva dai piedi di Klose che parte dalla sinistra, si accentra e va al tiro; Abbiati blocca.

 

Molto più pericoloso il Milan pochi istanti dopo con un cross di Abate su cui non arrivano né Pazzini né Cerci. Basta riesce a sbarrare la strada ai due rossoneri, lasciando allontanare la sfera.

 

Al 63’ ammonito anche Rami che a gioco fermo allontana con stizza la sfera. Al 65’ bell’assist di Menez per Abate che entra in area dalla destra e la mette in mezzo per Pazzini; decisivo Novaretti che di tacco manda in corner.

 

Al 69’ stupenda rete annullata a Pazzini che dal limite dell’area si gira e calcia al volo di sinistro; Rocchi aveva già fermato tutto per un fallo di mano dell’attaccante rossonero.

 

Al 77’ torna a farsi viva la Lazio: contropiede firmato Basta e palla per Keita che di sinistro lascia partire un bel diagonale ad incrociare. Il palo salva il Milan dal raddoppio biancoceleste. Inzaghi decide che è il momento di inserire Van Ginkel e Suso per Poli ed Albertazzi. Anche Pioli chiama il cambio: fuori Konko e dentro Pereirinha.

 

All’85’ doppia ammonizione: prima Keita, poi Pereirinha; entrambi per perdita di tempo. All’89’ ci prova Pazzini con una bella girata al volo dal limite dell’area, ma Berisha è attento e blocca a terra.

 

Al 91’ Lazio vicina al raddoppio con Onazi che finta e contro finta prima di concludere con il mancino; palla che termina debole a lato. Poco dopo rete annullata a Cerci per fuorigioco.

 

Dopo cinque minuti di recupero Rocchi fischia la fine del match. La Lazio vince 1 a 0 e si qualifica alle Semifinali di Coppa Italia. Rossoneri autori di una prestazione senza dubbio più convincente delle ultime uscite, ma con i consueti ed evidenti limiti tattici in fase difensiva e in fase offensiva. Manca la concentrazione, manca il gioco, manca la vittoria.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Inter – Torino 0 a 1 Serie A ventesima giornata, c’è ancora da lavorare!

Lazio – Milan 3 a 1 Serie A ventesima giornata, così non va

Suso al Milan, scopriamo carriera, caratteristiche e curiosità sul secondo acquisto del Diavolo

Crisi Milan gennaio 2015, colpa di società, allenatore o giocatori? Il confronto con il 2014 e Allegri

Shaqiri all’Inter, ma potrebbe partire Osvaldo. 4 di turni squalifica a Juan Jesus

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here