Inter – Wolfsburg 1 a 2 Europa League ritorno Ottavi di finale, finisce qui l’avventura europea dei neroazzurri

Stadio di San SiroOra gli interrogativi iniziano davvero a farsi largo. Ma la cura Mancini è servita a qualcosa? O, a parte qualche sprazzo di positività, non c’è stato alcun miglioramento rispetto alla gestione Mazzarri? Il tecnico di Jesi gode di un credito infinito presso i tifosi interisti, ma partita dopo partita questo vantaggio morale si sta riducendo. La sconfitta di questa sera è emblematica: l’Inter è apparsa svuotata e davvero poco incline a creare gioco e occasioni pericolose. L’unica nota positiva è Palacio che sembra essere in ripresa dopo un avvio di stagione a dir poco deludente. Ma ai Quarti ci va il Wolfsburg.

 

Cambia modulo Mancini che si affida al 4-2-3-1 schierando Palacio, Kovacic ed Hernanes alle spalle del solo Icardi. Mediana con Guarin e Medel, mentre in difesa davanti a Carrizo dentro Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus e Santon.

 

Di fronte modulo speculare dei tedeschi con Dost davanti e Caliguri, De Bruyne e Vierinha alle sue spalle. Centrocampo con Guilavogui e Luiz Gustavo, mentre in difesa spazio a Trasch, Klose, Knoche e Rodriguez. Tra i pali dentro Benaglio.

 

Inizia bene l’Inter che al 2′ si fa pericolosa con Icardi: l’argentino scatta sul filo del fuorigioco e prova a servire Palacio, ma Benaglio esce e anticipa tutti. Poco dopo conclusione da fuori area di Hernanes, ma la palla viene mandata in angolo dall’estremo difensore del Wolfsburg.

 

Al 5′ ancora Inter: contropiede firmato da Palacio che serve Icardi, ma l’ex Sampdoria non ci arriva. La risposta dei tedeschi non si fa attendere: passano pochi secondi e Caligiuri ci prova da fuori, ma la sua conclusione si spegne sopra la traversa. All’8′ ancora ospiti pericolosi: errore di Juan Jesus e palla per Dost che viene anticipato da una bella uscita di Carrizo.

 

All’11’ prima accelerazione di Kovacic che recupera palla a centrocampo e prova a innescare le punte, ma il suo assist non arriva a nessuno. Il croato si prende la prima strigliata da Mancini, non soddisfatto di questa sua giocata.

 

Dopo un inizio su ritmi molto alti, il match si spegne per qualche minuto. Il risveglio arriva al 21′ con un cross di De Bruyne, ma Carrizo è bravo e preciso ad uscire ed allontanare.

 

Al 25′ i tedeschi passano in vantaggio: solito errore della retroguardia neroazzurra che lascia spazio a Caligiuri che batte Carrizo in uscita. Che buco tra Ranocchia e Juan Jesus. Ora si fa tutto più complicato.

 

L’Inter cerca subito la reazione, ma al 27′ il cross di Kovacic non è preciso per Icardi. Poco dopo ancora Kovacic nel vivo del gioco, ma la difesa tedesca tiene bene. Al 35′ ci prova Icardi di testa, ma la sua conclusione è troppo debole e Benaglio può bloccare senza problemi.

 

Al 37′ miracolo di Carrizo che salva il risultato su un bel tiro da fuori area di De Bruyne. Al 41′ è sempre il belga a cercare la via del gol, ma il suo tiro termina a lato. Poco dopo ci prova anche Dost, ma anche in questo caso il pallone esce.

 

L’ultima chance del primo tempo è per Guarin che, su cross di Palacio, calcia a botta sicura ma trova la bellissima opposizione di Benaglio, decisivo in questa circostanza.

 

Termina così sull’1 a 0 per il Wolfsburg il primo tempo a San Siro. Inter che ha cercato in più circostanze di rendersi pericolosa, ma alla fine ha pagato il solito errore difensivo. Errore che ha consentito a Caligiuri di ribadire in rete e portare in vantaggio i suoi.

 

La ripresa inizia senza cambi; Mancini però varia il modulo: si riprende con il 4-3-1-2 con Hernanes trequartista alle spalle di Icardi e Palacio e Kovacic come mezz’ala. La prima chance è per il Wolfsburg: siamo al 49′ quando Dost ci prova, ma viene fermato per fuorigioco.

 

Al 52′ primo cambio della partita: Mancini decide che è giunta l’ora di togliere Kovacic, spento e mai nel vivo del gioco, ed inserisce Kuzmanovic per dare maggior equilibrio in mezzo al campo. Al 57′ ci prova l’Inter con Hernanes che serve Palacio, ma i tedeschi chiudono gli spazi.

 

Al 59′ ancora neroazzurri in avanti: Icardi serve Palacio che a sua volta trova Hernanes, ma il suo colpo di testa si spegne sopra la traversa. Al 61′ cambia anche il Wolfsburg: dentro Bendtner per De Bruyne. Ora i tifosi iniziano a rumoreggiare, non vedono nei neroazzurri quella cattiveria agonistica necessaria per rimontare.

 

Al 70′ è Palacio, il migliore tra le fila neroazzurre per impegno quest’oggi, a trovare il pareggio. L’argentino è molto lesto a sfruttare al meglio un errore dei centrali tedeschi che si ostacolano a vicenda e consentono all’ex Genoa di trovarsi a tu per tu con Benaglio. 1 a 1 a venti minuti dal termine.

 

Ora i tedeschi si coprono: dentro Pericis al posto di Caligiuri. Poco dopo bel colpo di testa di Kuzmanovic, ma il serbo non inquadra la porta. E’ sempre lui a provarci al 77′, ma Benaglio riesce a opporsi. Ora i neroazzurri iniziano ad accusare la fatica e gli attacchi sono ancora più offuscati.

 

Nei minuti finali i tedeschi riescono a gestire il match e finiscono per siglare il 2 a 1 con Bentdner al 90′ sfruttando un altro errore della retroguardia interista che questa volta sbaglia la posizione. L’attaccante, con un passato anche nella Juventus, è da solo e deposita in rete.

 

Finisce così. Il Wolfsburg espugna San Siro per 2 a 1 e vola ai Quarti di finale. Niente rimonta per l’Inter che saluta l’Europa League con l’immagine e l’audio dei copiosi fischi con cui il pubblico di San Siro accoglie il rientro negli spogliatoi dei neroazzurri.

 

Il bilancio di questi Ottavi di finale ci porta ai Quarti solamente due club, Fiorentina e Napoli. Eliminati, oltre all’Inter, anche la Roma e il Torino.

 

Le insidie per i neroazzurri non finisce qui visto che la Serie A offre subito uno scontro delicato. Domenica sera, fischio d’inizio per le 20.45, ci sarà la trasferta di Genova contro la Sampdoria.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Fiorentina – Milan 2 a 1 Serie A ventisettesima giornata, delusione rossonera

Sarri nuovo allenatore Milan, Galliani ha scelto lui per il dopo-Inzaghi

Inter – Cesena 1 a 1 Serie A ventisettesima giornata, pareggio e rimpianti per Mancini

Inzaghi confermato da Berlusconi e Galliani, decisiva la sfida contro la Fiorentina

Vendita Milan, vediamo tutti i nomi

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here