Anteprima Derby – Inter Milan 19 aprile 2015, arbitro, probabili formazioni e precedenti

Palla_al_centroInutile dire che non sarà una partita come tutte le altre e che vivrà una storia a sé. Molti lo dipingono come il derby delle deluse, ma proprio per l’apparente mancanza di traguardi di rilievo, quello di domenica sera potrebbe essere un Inter – Milan molto più spettacolare e sbilanciato di altri. Tanti i giocatori desiderosi di mettersi in luce e risultare decisivi in una partita di questo spessore e di questo fascino che, però, vedrà assenze importanti per l’Inter con Mancini che dovrà rinunciare a Guarin e Brozovic, assoluti titolari di centrocampo nella sua Inter. Il fischietto sarà Banti. Analizziamo il match.

 

IL PROGRAMMA DELLA 31ESIMA GIORNATA – Complici Champions ed Europa League, alla 31esima giornata torna il campionato spezzatino con le dieci partite distribuite su tre giorni e sette orari differenti.

– Si parte sabato 18 aprile con Sampdoria – Cesena alle 18 e Juventus – Lazio alle 20.45; un match che vale un pezzo di scudetto per i bianconeri e una bella iniezione di fiducia per il secondo posto per i biancocelesti nel caso di segno “2”.

– Si prosegue domenica con Sassuolo – Torino alle 12.30 e con quattro sfide alle 15: Chiedo – Udinese, Empoli – Parma, Palermo – Genoa e Roma – Atalanta. La domenica si chiude in serata con Cagliari – Napoli alle 18 e Inter – Milan alle 20.45.

– Lunedì, invece, sarà il ritorno di Luca Toni all’Artemio Franchi di Firenze ad animare la sfida tra Fiorentina e Verona.

 

L’ULTIMA SPERANZA VERSO L’EUROPA LEAGUE – L’Europa League è l’unico obiettivo ancora rimasto a Inter e Milan. Un obiettivo non certo facile, reso più complesso anche dalla vittoria del Genoa sul Parma nel recupero di mercoledì scorso.

– L’unica nota positiva è il fatto che essendo la finale di Coppa Italia cosa tra Juventus e Lazio e dando per scontato che entrambe si qualificheranno a una coppa europea nella prossima stagione, per accedere all’Europa League sarà sufficiente la sesta posizione.

– Casella attualmente occupata dalla Sampdoria che con i suoi 49 punti si trova 7 lunghezze più in alto del Milan e 8 più dell’Inter. Una distanza non certo siderale, ma davanti ci sono anche Torino (43 punti) e Genoa (44 punti).

– Un pareggio vorrebbe dire sostanzialmente la fine di ogni sogno; se una delle due squadre dovesse vincere, le speranze di raggiungere il sesto posto potrebbero proseguire almeno ancora per un turno di campionato.

 

PRECEDENTI, STATISTICHE E CURIOSITA’ – 95 sono i precedenti tra Inter e Milan in campionato e con i neroazzurri in casa. Un bilancio di quasi sostanziale parità: 29 vittorie rossonere, 32 pareggi e 34 vittorie per i neroazzurri.

– L’ultima volta che il derby con l’Inter in casa è andato in scena ad aprile finì 1 a 0 per i rossoneri con la firma di Pippo Inzaghi; bei ricordi per i rossoneri che chiusero la stagione con la vittoria in Champions League, nella finale di Manchester contro la Juventus, e la Coppa Italia.

– Statistiche del tutto differenti se si guarda agli ultimi 9 derby in casa Inter senza vincoli temporali: sette affermazioni per i neroazzurri con una vittoria del Diavolo e un pareggio.

– L’ultimo Inter – Milan è datato 22 dicembre 2013: 1 a 0 per i neroazzurri con un bel gol di tacco di Palacio a spaccare una partita per certi versi noiosa e poco spettacolare. Per vedere una vittoria del Diavolo bisogna tornare al 14 novembre del 2010: 0 a 1 grazie alla rete su rigore dell’ex Ibrahimovic.

 

LE ULTIME NOTIZIE SULLE FORMAZIONI – Buone notizie per i rossoneri, non altrettanto positive quelle che arrivano da Appiano Gentile. Partiamo da Mattia Destro, uscito in lacrime dalla gara contro la Sampdoria a seguito di un contrasto con Mesbah; solamente una botta, niente distorsioni. L’ex Roma è arruolabile, anche se non dovrebbe partire dal 1′.

– Problemi a centrocampo per l’Inter che deve rinunciare a Guarin e Brozovic, entrambi squalificati per somma di ammonizione. L’ultima idea di Mancini è quella di lanciare dal primo minuto il giovanissimo ivoriano Gnoukouri al fianco di Medel ed Hernanes, con Kovacic ancora in panchina. Davanti Shaqiri alle spalle di Palacio e Icardi, con Santon, Ranocchia, Vidic e Juan Jesus davanti ad Handanovic.

– Di fronte classico 4-3-3 per mister Inzaghi con il ritorno al “falso nueve”: Menez, Cerci e Bonaventura. Centrocampo dove viene confermato Van Ginkel dopo la bella prova offerta contro la Sampdoria, al fianco di Poli e De Jong. Per il resto tutto come sempre: Diego Lopez in porta e Abate, Mexes, Paletta ed Antonelli in difesa.

 

L’APPUNTAMENTO – Non resta che chiudere ricordando l’appuntamento, in programma per domenica alle 20.45, con il fischio d’inizio affidato a Luca Banti di Livorno.

– Positivi i precedenti del fischietto toscano con l’Inter che ha vinto 15 volte, pareggiato 5 e perso 3. Bilancio non certamente esaltante per i rossoneri che su 15 precedenti ne hanno vinti 6, pareggiandone 4 e perdendone 5.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Milan – Sampdoria 1 a 1 Serie A trentesima giornata, fa tutto la Sampdoria

Verona – Inter 0 a 3 Serie A trentesima giornata, tornano i tre punti in casa neroazzurra

Vendita Milan a Bee Taechaubol o Richard Lee? A fine maggio la decisione definitiva

Crisi Inter marzo 2015, la media punti di Mancini è più bassa di quella di Mazzarri

Vendita Milan, vediamo tutti i nomi

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here