Lazio – Inter 1 a 2 Serie A trentacinquesima giornata, che Hernanes!

HernanesMilano batte Roma 4 a 2. In pochi alla vigilia della doppia sfida tra Milan e Roma e Lazio ed Inter credevano in una doppia vittoria delle squadre meneghine contro le romane, decisamente più in forma in questa stagione. Ma il campo, si sa, è capace di ribaltare ogni previsione; e se ieri il Milan ha battuto 2 a 1 la Roma, oggi i neroazzurri hanno fatto lo stesso in trasferta contro la Lazio. Una vittoria nel segno di Hernanes (nella foto), autore della migliore partita da quando veste la casacca interista. Per la Lazio si tratta di una sconfitta nel segno di Massa, arbitro della sfida che ha lasciato molte perplessità nella gestione dei cartellini, specialmente quelli rossi.

 

Il Chievo deve essere solo un passo falso a cui non dare continuità, anche se la sfida a Roma contro la Lazio è forse una delle peggiori che poteva capitare in questo momento. Dopo Milan – Roma di ieri, ecco un’altra sfida sull’asse Milano-Roma, con le meneghine arbitre della lotta Champions che coinvolge giallorossi e biancocelesti.

 

Mancini con una formazione molto offensiva: Hernanes alle spalle di Palacio e Icardi, con Kovacic al posto di Brozovic a centrocampo al fianco di Guarin e Medel. In difesa, davanti ad Handanovic, spazio per D’Ambrosio, Ranocchia, Vidic e Juan Jesus.

 

Di fronte 4-2-3-1 per Pioli con Candreva, Mauri e Felipe Anderson a rimorchio di Klose. Mediana con Biglia e Parolo, mentre in difesa davanti a Marchetti troviamo Basta, Mauricio, Ciani e Radu.

 

Dopo poco più di cento secondi prima chance per la Lazio: Candreva parte da destra e si accentra, concludendo con il mancino. Handanovic blocca in due tempi.

 

All’8′ la Lazio passa in vantaggio: bella ripartenza sulla corsia mancina di Felipe Anderson e assist centrale per Candreva che dal limite dell’area piccola batte Handanovic che intercetta la sfera, ma non riesce a respingere. 1 a 0 per i biancocelesti.

 

Neroazzurri in difficoltà: all’11’ ammonito D’Ambrosio che ferma la ripartenza di Mauri. Al 14′ grande chance per Icardi che, liberato al tiro da Hernanes, calcia malamente sopra la traversa da ottima posizione.

 

Al 17′ incredibile occasione per la Lazio: Vidic scivola e regala palla a Klose, ma Ranocchia ci mette una pezza. A rimorchio arriva Parolo che prima trova la respinta di Handanovic e poi la deviazione decisiva di Ranocchia.

 

Al 23′ episodio che potrebbe cambiare l’inerzia della partita: espulso Mauricio che atterra Palacio al limite dell’area da rigore. Massa valuta da chiara occasione da rete l’intervento del difensore e le espelle, forse troppo severamente. Ammonito anche Mauri per proteste. Della battuta si incarica Hernanes: gol dell’ex. Cresce il nervosismo tra i padroni di casa: giallo anche per Marchetti.

 

Dopo il pareggio, Pioli ridisegna la squadra: fuori Mauri e dentro Braahfied. Al 36′ la Lazio cerca di riportarsi in avanti con un duetto tra Felipe Anderson e Biglia, ma la palla non viene agganciata da Klose.

 

Dopo il pareggio dell’Inter il match cala di ritmi; al 43′ ci prova Guarin con un bel destro a giro, ma Marchetti vola e manda in corner. Sugli sviluppi dello stesso colpo di testa di Vidic, ma la sfera termina sul fondo.

 

Nei due minuti di recupero non succede nient’altro. Termina sull’1 a 1 un primo tempo iniziato molto bene per la Lazio, ma complicato e compromesso dall’espulsione di Mauricio a metà tempo.

 

La ripresa inizia subito con un cambio per Mancini: fuori Guarin per problemi fisici e dentro Podolski. Inter a trazione super offensiva con il tridente d’attacco ed Hernanes e Kovacic a centrocampo con Medel.

 

Al 51′ prima occasione della ripresa: è Hernanes, molto ispirato questa sera contro la sua ex squadra, ad impegnare Marchetti con una bella punizione dalla sinistra.

 

Buon momento per i neroazzurri: al 55′ percussione di Palacio, poi la palla arriva a Podolski che calcia ampiamente al di sopra della traversa. La Lazio, in inferiorità numerica, soffre.

 

Bella la risposta della Lazio che arriva al 59′: Candreva trova un filtrante perfetto per Klose che, tutto solo di fronte ad Handanovic, non riesce a superare l’estremo difensore sloveno.

 

Al 60′ secondo cartellino rosso per la Lazio: Icardi entra in area e viene atterrato dal portiere biancoceleste. Dal replay rimangono i dubbi che il tocco ci possa essere stato. Dentro Berisha al posto di Klose. Dal dischetto si presenta Icardi, ma Berisha lo ipnotizza e para.

 

Al 66′ ammonito anche Hernanes per un intervento molto duro su Biglia; il brasiliano era diffidato e salterà la super sfida contro la Juventus di sabato prossimo. Secondo cambio per Mancini: dentro Nagatomo per D’Ambrosio.

 

E’ una partita davvero ricca di colpi di scena: al 75′ lancio di Felipe Anderson per Candreva che viene fermato, erroneamente, per fuorigioco. Direzione di gara davvero pessima. Dopo l’azione Pioli richiama in panchina uno stanchissimo Candreva e manda in campo il giovanissimo Keita.

 

All’80’ ci prova ancora una volta Hernanes, ma il suo sinistro termina sopra la traversa. Poco dopo altro fuorigioco sbagliato dagli assistenti: questa volta ad essere fermato, errando, è Hernanes lanciato a rete.

 

All’82’ grande occasione per Podolski che dall’altezza del dischetto del rigore va al tiro con il mancino, ma la retroguardia biancoceleste mura la conclusione.

 

L’appuntamento con la rete è rimandato di pochi secondi: è appena passato l’83’ quando Hernanes, lanciato splendidamente bene da Palacio, entra in area e supera Berisha in uscita con un mancino preciso a incrociare. Inter in vantaggio: 1 a 2 all’Olimpico.

 

La Lazio accusa il colpo e non riesce più a reagire, nemmeno nei quattro minuti di recupero. L’Inter, invece, si dimostra lucida e riesce a controllare il gioco. Al 94′ triplice fischio: 2 a 1 dei neroazzurri all’Olimpico di Roma.

 

Vittoria importantissima per l’Inter di Mancini che sale a quota 50 e, in attesa di Genoa – Torino di domani sera, raggiunge il Grifone al settimo posto. Davanti tutto invariato: Sampdoria a 54 e Fiorentina a 55, entrambe vincitrici nel 35esimo turno.

 

Non finiscono qui le difficoltà per gli uomini di Mancini che sabato prossimo, con fischio di inizio in programma alle 18.00, affronteranno a San Siro contro la Juventus.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Inter – Chievo 0 a 0 Serie A trentaquattresima giornata, neroazzurri nuovamente al palo

Crisi Milan confermato Inzaghi, squalifica di 4 giornate a Menez e presto vendita società a Bee Taechaubol

Nuovo stadio Milan zona Fiera, Fondazione Fiera Milano dice sì. Ecco il progetto

Rinnovo Icardi Inter 2,5 milioni di euro fino al 2019, Kovacic sempre più vicino al Barcellona

Vendita Milan a Bee Taechaubol o Richard Lee? A fine maggio la decisione definitiva

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here