Serie A 2015-16 Inter-Atalanta e Fiorentina-Milan, calendario prima giornata con arbitri, statistiche e probabili formazioni

Stadio di San SiroOrmai ci siamo. Mancano veramente poche ore al fischio d’inizio della Serie A 2015-16. Una stagione che si preannuncia, almeno sulla carta, ricca e spettacolare in virtù dei numerosi colpi messi a segno, in sede di calciomercato, dalle squadre italiane. Si inizia questa sera con le squadre della Capitale: Verona – Roma alle 18 e Lazio – Bologna alle 20.45. Le altre tutte domani, spalmate tra le 18 e le 20.45. Subito un big match: Fiorentina – Milan, ed altre partite che valgono già molto, almeno per il morale.

 

IL PROGRAMMA DELLA PRIMA GIORNATA – Se fino a qualche anno fa le prime giornate erano un pò dei turni interlocutori, fatti per favorire le big nel mettere subito in cascina punti pesanti, oggi il calendario riserva sorprese ben più interessanti. I paletti e i vincoli in sede di sorteggio sono ormai ridotti all’osso e così, la Serie A 2015-16 inizia con un bel match come quello del Franchi dove il Milan farà visita alla Fiorentina.

– Ma non c’è solo la gara tra viola e rossoneri ad animare questa prima giornata che inizierà tra poche ore con Verona – Roma, fischio d’inizio alle 18, e Lazio – Bologna, inizio in programma alle 20.45.

– Domenica alle 18.00 sarà impegnata la Juventus, campione in carica, a Torino contro la nuova Udinese di Colantuono mentre l’Inter, protagonista di un brutto pre-campionato, dovrà tornare alla vittoria contro l’Atalanta di Reja.

– Interessanti e ricche di gol, entrambe alle 20.45, anche Palermo – Genoa e Sassuolo – Napoli. Sempre a Genova, sponda blucerchiata, tutti aspettano il Cassano-bis contro il Carpi, mentre l’altra neo-promossa Frosinone troverà il Torino. Chiude Empoli – Chievo.

 

MILAN E INTER: UMORI DIVERSI, OBIETTIVO UGUALE – Vincere alla prima è sempre l’obiettivo. Fa bene al morale e permette di dire che si è concentrati e in forma per un grande appuntamento.

– Seppur alla prima giornata ci arrivino con umori ben diversi, l’imperativo per neroazzurri e rossoneri è quello di tornare ad Appiano e Milanello con i tre punti.

– Un obiettivo che per certi versi sembra essere più facile per l’Inter, ma che analizzando il contesto da una prospettiva diversa potrebbe far pensare che possa essere più agevole la trasferta dei rossoneri. Conterà più l’umore o la forza dell’avversario?

– Il Milan spera nell’umore, l’Inter nel diverso potenziale in campo. Se i rossoneri arrivano alla trasferta del Franchi con un pre-campionato positivo che lascia ben sperare in vista della prima di campionato, i neroazzurri sono in crisi di identità; pochissimi gol segnati e difficoltà cronica nel creare gioco.

 

MIHAJLOVIC: SFATARE UN TABU’ – Se l’ultimo precedente tra rossoneri e viola alla prima giornata sorride al Milan, 4 a 0 a San Siro il 9 ottobre del 1988 con Donadoni e tripletta di Virdis, non si può dire altrettanto per Sinisa che nei 4 esordi con Bologna, Catania, Fiorentina e Sampdoria non è mai riuscito a centrare una vittoria.

– 3 pareggi e una sconfitta; un tabù che deve essere sfatato, ma che non sarà certamente facile da superare visto che il Franchi è un campo storicamente ostico per i rossoneri e visto che la squadra di Sousa, pur con un Giuseppe Rossi non ancora al 100%, ha dimostrato di essere già in piena forma.

 

MANCINI: VINCERE E SEGNARE – Per vincere bisogna segnare e segnare è più facile se si ha una squadra costruita per vincere. Roberto Mancini lo sa bene essendo stato un attaccante, ma sembra che non riesca a trasferire questa filosofia ai suoi giocatori che, nonostante i piedi buoni di Hernanes, Kondogbia e Brozovic, faticano incredibilmente a creare gioco.

– Nel derby lombardo di domenica sera, Mancini si affida anche alle statistiche che vedono i neroazzurri trionfanti tra le mura amiche contro i bergamaschi per ben 37 volte su 54 precedenti, con 9 pareggi e 8 sconfitte.

– Precedenti, almeno quelli più recenti, dove non sono mancati gol e spettacolo: come il 4-3 con la tripletta di Denis con Stramaccioni in panchina, o il 2-1 del marzo 2014 con doppietta di Bonaventura e rete di Icardi nel mezzo. L’ultimo confronto risale alla scorsa stagione: 2 a 0 per i neroazzurri con sforbiciata di Osvaldo e punizione di Hernanes.-

 

GLI ARBITRI – Chiudiamo ricordando l’appuntamento per Inter e Milan, entrambe in campo alle 20.45 di domenica, rispettivamente a San Siro contro l’Atalanta e al Franchi contro la Fiorentina.

– Calvarese per i neroazzurri, Valeri per i rossoneri. Questi gli arbitri che dirigeranno il primo incontro della nuova stagione di Serie A.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Milan – Perugia 2 a 0 Coppa Italia terzo turno preliminare, bella prova a San Siro

Kovacic al Real Madrid, nelle prossime ore l’ufficialità del trasferimento

Anteprima Milan Perugia Coppa Italia terzo turno preliminare 17 agosto 2015 San Siro, analisi e precedenti

Amichevoli Inter e Milan, è crisi a Milano? Calciomercato tra Perisic, Romagnoli e Ibrahimovic

Vendita Milan Mr Bee Taechaubol Berlusconi, siglato il preliminare accordo entro il 30 settembre 2015, tutte le cifre e i dettagli

Jovetic all’Inter per 15 milioni di euro, contratto fino al 2019

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here