Anteprima Inter – Milan derby Serie A 13 settembre 2015, formazioni, curiosità, precedenti e arbitro

Stadio di San SiroTorna la Serie A e tornano le emozioni. Dopo la sosta per la Nazionale, il campionato italiano ritorna protagonista indiscusso dei weekend degli appassionati con un altro big match: dopo Fiorentina – Milan della prima giornata e Roma – Juventus della seconda, ecco alla terza il derby di Milano. Inter – Milan andrà in scena alle 20.45 di domenica 13 settembre e si preannuncia un tutto esaurito a San Siro. Mancini contro Mihajlovic, Thohir contro Mr. Bee. Due squadre alla ricerca della propria identità che vogliono approfittare del derby per dare un primo scossone all’avversario.

 

IL PROGRAMMA DELLA TERZA GIORNATA – Si inizia sabato con tre anticipi che vedranno di fronte le due candidate principali per la corsa al titolo, Roma e Juventus. I giallorossi in campo alle 18.00 in trasferta contro il Frosinone e i bianconeri alle 20.45 in casa contro il Chievo. Completa il sabato, alle 18.00, Fiorentina – Genoa.

– La domenica sarà inaugurata da Verona – Torino alle 12.30 e si chiuderà alle 22.40 circa quando Rocchi darà il triplice fischio al derby di Milano, con l’Inter virtualmente in casa.

– Nel mezzo il ritorno di Sarri con il Napoli ad Empoli, Palermo – Carpi, Sampdoria – Bologna e Sassuolo – Atalanta. Unica gara delle 18.00 Lazio – Udinese.

 

PESERANNO LE NAZIONALI? – Ma torniamo al derby di Milano. Stracittadina che potrebbe essere condizionata dagli impegni dei giocatori con le rispettive nazionali. In questo senso ai neroazzurri è andata peggio che ai rossoneri visto che gli uomini di Mancini hanno totalizzato 1244 minuti di gioco contro i 699 dei rossoneri.

– 10 interisti impegnati contro 8 milanisti e un infortunio per parte. Miranda per l’Inter che salta il derby per una lieve distrazione al legamento collaterale del ginocchio destro e Bertolacci per il Milan che ha accusato un risentimento all’adduttore destro.

– Per il resto 180 minuti su 180 giocatori per Handanovic e Nagatomo, ma anche 90′ per Murillo, 109′ per Perisic, 157′ per Jovetic e 108′ per Ljajic. E’ andata meglio ai rossoneri che tolti i 173′ di Honda rimangono sui 90′ con De Sciglio, Bacca, Romagnoli e Kucka.

 

MANCINI vs. MIHAJLOVIC: I NUMERI DICONO IL SERBO – Il derby come primo fondamentale snodo della stagione per trovare la propria identità. Mancini si lancia nel 4-3-3, Mihajlovic vuole conferme dal 4-3-1-2.

– La vigilia del derby numero 215 è anche l’occasione per parlare di Mancini e Mihajlovic. Due tecnici che, complice la parentesi da primo e secondo sulla panchina neroazzurra, si conoscono bene e si stimano molto.

– Mancini è sicuramente favorito per l’esperienza e per i numeri delle prime due partite, dove ha totalizzato sei punti. Ma Mihajlovic ha dalla sua la statistica negli incroci contro il tecnico jesino: 3 vittorie su 3. La prima l’anno scorso quando il serbo allenava una Sampdoria che seppe imporsi per 1 a 0, rete di Eder, a Marassi. Le altre due sulla panchina dei rossoneri nell’ultima estate: 1 a 0 in Cina con gran gol di Mexes e 2 a 1 al Trofeo Tim con Bertolacci e Bacca a regalare i tre punti.

 

LE PROBABILI FORMAZIONI – Balotelli pronto ad entrare nella ripresa da una parte e Felipe Melo pronto al suo esordio interista dall’altra. L’avvicinamento al derby passa anche da loro.

– Mancini ha deciso: sarà il 4-3-3 il modulo ufficiale di questa stagione. Gli acquisti di Jovetic e Perisic l’hanno convinto a virare verso questo schieramento con JoJo e l’ex Wolfsburg ai lati di Icardi.

– Mediana con esordio per Felipe Melo davanti alla difesa con Kondogbia e Brozovic ai lati. In difesa, davanti ad Handanovic, dentro Santon e Telles sulle fasce con Murillo e Juan Jesus in mezzo. Unico dubbio nella retroguardia: se dovesse giocare Ranocchia, Juan Jesus verrebbe dirottato a sinistra al posto dell’ex terzino del Galatasaray.

– Di fronte tutto confermato per Mihajlovic che schiererà Zapata al fianco di Romagnoli con Abate e De Sciglio sulle fasce. Mediana con Kucka che prende il posto di Bertolacci e Poli e De Jong a completare il reparto. In avanti sarà Bonaventura ad agire alle spalle di Bacca e Luiz Adriano.

 

ARBITRA ROCCHI – Sarà Gianluca Rocchi, fischietto di Firenze, a dirigere il derby di domenica sera. 182esima direzione per lui in Serie A e un unico precedente nella stracittadina del 24 gennaio del 2010 quando Pandev e Milito regalarono la vittoria ai neroazzurri.

– Ampliando l’orizzonte delle statistiche possiamo notare come Rocchi abbia uno score decisamente migliore con l’Inter che con il Milan. 11 vittorie, 9 pareggi e 4 sconfitte con i neroazzurri e 6 vittorie, 10 pareggi e 10 sconfitte con i rossoneri.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

PUBBLICITA’ A PARTIRE DA 10 EURO  – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, ad eventi, mostre o spettacoli, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie.

 

Leggi anche:

Italia – Bulgaria 1 a 0 Qualificazioni Europei Francia 2016, decide De Rossi su rigore

Italia – Malta 1 a 0 Qualificazioni Europei Francia 2016, Pellé regala una vittoria fondamentale

Italia – Malta e Italia – Bulgaria Qualificazioni Europei 2016 Francia, anteprima, probabili formazioni e precedenti

Chiusura calciomercato Inter e Milan, ecco gli ultimi colpi

Balotelli torna al Milan, prestito gratuito dal Liverpool, Galliani e Mihajlovic d’accordo

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here