Analisi crisi del Milan, Berlusconi impone il 4-4-2 e il ritorno di Mexes, contro il Torino sfida decisiva

Milan_Calcio_Logo“Sono venuti da me a cena Galliani e Mihajlovic. Avrei potuto anche avvelenarli…”. Una battuta quella di Silvio Berlusconi, con un’amarezza nemmeno poi così tanto velata che potrebbe aprire una nuova fase per Sinisa Mihajlovic. L’avvio di stagione è stato deficitario, i numeri sono impietosi e il gioco latita; Mihajlovic è confermato, ma già contro il Torino sabato prossimo si dovrà vedere un atteggiamento diverso, a partire dal modo di scendere in campo.

 

I NUMERI SONO IMPIETOSI – 9 punti conquistati 7 partite e una difesa che Sinisa avrebbe dovuto rendere più solida e impenetrabile, che continua a far acqua da tutte le parti con i suoi 13 gol subiti.

– Nonostante il prosieguo della stagione non fu certo entusiasmante, il Sinisa di quest’anno perde il confronto anche con il Milan di Pippo Inzaghi: 9 punti conquistati contro i 14 della scorsa stagione, quando i gol segnati erano 16 contro gli 8 di quest’anno e quelli subiti, seppur tanti, erano 10 contro i 13 di questo primo scorcio di stagione.

– Insomma: al momento Sinisa non solo non ha risollevato il Milan, ma non ci è nemmeno riuscito a tratti. Il pre-campionato lasciava ben sperare, ma le gare ufficiali hanno messo in mostra tutte le lacune con cui si è chiusa la scorsa stagione: difesa labile, centrocampo privo di idee e attacco che fatica a segnare.

– L’unica nota positiva arriva dalla statistica che tutte le volte che i rossoneri sono riusciti a segnare, contro Empoli, Palermo ed Udinese, sono poi riusciti a vincere. Come a dire: se il Diavolo segna vince, altrimenti perde.

 

GALLIANI & SINISA: ARRIVA LA PRIMA STRIGLIATA PUBBLICA DI BERLUSCONI – Non esistono vie di mezzo e lo testimonia anche il fatto che la colonna dei pareggi è ancora vuota. O si vince o si perde, ma per il momento si perde più che vincere.

– E questo, ovviamente, non può piacere a un presidente che, seppur poi spesi in modo sconclusionato, ha elargito più di 90 milioni di euro per fare il mercato estivo.

– E allora ecco spiegate le esternazioni di sabato quando è arrivata la prima strigliata pubblica di coppia al duo Galliani-Sinisa: “Ci sarà un cambiamento immediato dalla prossima partita. Il Milan tornerà ad essere padrone del campo e del gioco”.

 

TUTTE LE IMPOSIZIONI DEL PRESIDENTE – E allora via alle imposizioni del Berlusconi allenatore: 4-4-2 di sacchiana memoria, in difesa dentro Mexes tanto amato da Silvio quanto “odiato” da Sinisa, via il trequartista e nuovo ruolo per Bonaventura, uno dei pochi a brillare in questo inizio di campionato.

– La novità si è iniziata a vedere nel test di giovedì sera contro il Monza e dovrebbe proseguire nella sfida di sabato prossimo fuori casa contro il Torino.

– Insomma il nuovo corso rossonero passa attraverso la riabilitazione di Mexes; proprio quel Philippe che Sinisa, in collaborazione con Galliani, in estate cercò di cedere alla Fiorentina salvo poi entrare in rotta di collisione con Berlusconi che, evidentemente, vede nel francese il prototipo del difensore attuale.

– Leadership, esperienza, carisma, autorità e, purtroppo aggiungiamo noi, una fragilità psicologica e di concentrazione che negli anni non è mai passata inosservata, con le recenti mani al collo di Mauri in un Lazio-Milan della scorsa stagione che gli valse 5 giornate di squalifica.

 

MIHAJLOVIC CAMBIA TUTTO – Contro il Torino è quindi lecito attendersi un Diavolo diverso, almeno come atteggiamento tattico.

– Con Balotelli probabilmente ancora out per pubalgia, il duo d’avanti dovrebbe essere formato da Bacca e Luiz Adriano che, dal 4-4-2 dovrebbero giovarne in termini di cross e palle giocabili.

– Mediana che con il nuovo modulo dovrebbe vedere la coesistenza di De Jong e Montolivo al centro e il possibile riscatto di Cerci largo sulla destra e il dirottamento di Bonaventura a sinistra, un ruolo che Jack ha già ricoperto ai tempi dell’Atalanta.

– In difesa, dopo i fallimenti di Ely e Zapata, dentro Mexes al fianco di Romangoli per trovare quel mix di giovane-esperienza che dovrebbe regalare più solidità difensiva.

 

DIECI GIORNI PER PROVARE A RISOLLEVARSI – Dieci giorni di tempo. Sono quelli calcistici che mancano da qui sino a fine ottobre, dove il Milan disputerà tre gare che sulla carta sono assolutamente abbordabili.

– Torino in trasferta e poi Sassuolo e Chievo entrambi in casa. Un trittico di impegni che dovrebbe portare il Milan in posizioni di classifica più consoni ai rossoneri e Sinisa in una situazione di panchina più serena e solida.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

PUBBLICITA’ A PARTIRE DA 10 EURO  – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, ad eventi, mostre o spettacoli, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie.

 

Leggi anche:

Azerbaigian – Italia 1 a 3 Europei 2016 Francia, qualificazione matematica per gli Azzurri

Anteprima Azerbaigian – Italia e Italia – Norvegia Qualificazioni Europei 2016 Francia, convocati, probabili formazioni e statistiche

Milan – Napoli 0 a 4 Serie A settima giornata, disastro rossonero

Chiusura calciomercato Inter e Milan, ecco gli ultimi colpi

Balotelli torna al Milan, prestito gratuito dal Liverpool, Galliani e Mihajlovic d’accordo

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here