Anteprima Inter – Juventus 8va giornata, Napoli – Fiorentina, Torino – Milan; programma, calendario, probabili formazioni e statistiche

Palla_al_centroDopo due settimane di pausa per le Nazionali torna il campionato e torna lo spettacolo con grandi sfide nell’ottava giornata di Serie A, quella che sarà ricordata per l’andata del derby d’Italia: Inter – Juventus a San Siro, domenica sera alle 20.45. E non solo: c’è Torino – Milan sabato sera e Napoli – Fiorentina domenica pomeriggio, una sfida delicata al San Paolo. Analizziamo la giornata.

 

IL CALENDARIO DELL’OTTAVA GIORNATA – Sabato e domenica; dieci gare spalmate in due giorni con Roma – Empoli ad iniziare quest’oggi alle 18.00 e Torino – Milan nel posticipo del sabato.

– La domenica inizierà con la sfida all’ora di pranzo tra Bologna e Palermo e proseguirà nel pomeriggio con il big match Napoli – Fiorentina e con gare delicate per la zona retrocessione come Atalanta – Carpi e Verona – Udinese, ma anche Frosinone – Sampdoria, Genoa – Chievo e Sassuolo – Lazio.

– La chiusura sarà con i fuochi d’artificio: alle 20.45, in quel di San Siro, sotto la guida di Valeri, scenderanno in campo Inter e Juventus. I neroazzurri con il morale da quasi capolista, i bianconeri con l’intento di risalire la china. Si preannunciano spettacolo, gol e polemiche.

 

INTER vs. JUVENTUS: UNA SFIDA INFINITA – 192 i precedenti nella Serie A del girone unico, con 96 sfide a Milano che hanno visto l’Inter trionfare per ben 43 volte contro le 23 della Juventus e i 30 pareggi. Una sfida eterna, fatta di 162 gol neroazzurri e di 107 bianconeri.

– Come sempre c’è passione e attesa è lo 0-0 il risultato più frequente, comparso in ben 11 occasioni, con il 2-2, l’1-1 e l’1-2 in 7 occasioni ciascuno.

– Se si analizzano solo i confronti andati in scena ad ottobre si scopre che i bianconeri hanno un rollino migliore: 7 vittorie contro le 4 neroazzurre. Il 18 ottobre, però, si è giocato solamente nel 1936 e il match finì 1 a 1 a Milano. L’ultima sfida nel mese di ottobre è del 29 ottobre 2011, quando i bianconeri si imposero a San Siro per 2 a 1.

– In campionato, l’Inter tra le mura amiche non vince contro la Juventus dal 16 aprile del 2010; l’anno del triplete i neroazzurri si imposero per 2 a 0 grazie a un giocoliere Maicon e al gol di Eto’o.

 

LA CLASSIFICA E LA STAGIONE – C’è in palio una vittoria che vale molto, tre punti che valgono per la classifica, ma che rischiano di dare una scossa positiva, o negativa, alla stagione.

– L’Inter, in caso di vittoria casalinga, si candiderebbe con forza allo scudetto e rischierebbe di mettere quasi definitivamente fuori gioco la Juventus che, invece, in caso di vittoria si porterebbe a quota 11, a soli 5 punti dai neroazzurri, rimescolando tutte le carte.

– Mancini lo sa e ha suonato la carica: “L’Inter non batte i bianconeri a San Siro dal 2010, spero sia arrivato il nostro momento anche perché con tre punti indirizzeremmo bene tutta la stagione”.

– Sulla stessa lunghezza d’onda anche Moratti che ieri ha dichiarato: “E’ una gara più importante per loro, non possono permettersi di sbagliare”. In caso di vittoria interista, la Juventus si troverebbe sprofondare a 11 punti di distacco, davvero tanti.

 

LE PROBABILI FORMAZIONI – Per Mancini un unico dubbio, la posizione di Medel. Difensore come nelle ultime uscite o a centrocampo al posto di uno scarico Kondogbia?

– La seconda ipotesi, ad ora, sembra la più probabile con Murillo e Miranda al centro della difesa e Santon e Telles ai loro lati, davanti ad Handanovic. Mediana con Felipe Melo, Guarin e uno tra Medel e Kondogbia, mmentre davanti Perisic e Jovetic agiranno ai lati di Icardi.

– Formazione tipo anche per Allegri che recupera Morata e lo posiziona davanti al fianco di Dybala. Mediana a 5 con Cuadrado ed Evra ai lati e Khedira, Marchisio e Pogba in mezzo. Davanti a Buffon spazio per Barzagli, Bonucci e Chiellini.

 

UNA GIORNATA CRITICA ANCHE PER MIHAJLOVIC – L’ottava giornata ci regala tanti temi. Non solo Inter – Juventus, ma anche una delle giornate più delicate per Mihajlovic.

– Che possa essere già decisiva per il suo futuro sulla panchina rossonera probabilmente no, ma certamente una sconfitta rischierebbe di minare il suo rapporto con il presidente Berlusconi. E il motivo è presto detto.

– Berlusconi aveva preannunciato un cambio di modulo, con un passaggio al 4-4-2 per dare maggiore solidità difensiva e più opzioni di gioco nelle ripartenze.

– Con il 4-3-1-2 erano chiari i problemi tattici, mentre il 4-4-2 presidenziale di sacchiana memoria non piace a Sinisa che contro il Torino ha deciso di affidarsi al 4-3-3 con Cerci e Bonaventura ai lati di Bacca, unica punta. Un modulo che, almeno in fase di ripiegamento, assomiglia di più a un 4-5-1 e che rischia di isolare troppo Bacca davanti.

 

ARBITRI E APPUNTAMENTO – Non resta che chiudere dando l’appuntamento alle 18.00 di questa sera quando Giacomelli darà il via all’ottava giornata con Roma – Empoli; poco dopo, alle 20.45, toccherà a Gervasoni dirigere Torino – Milan, mentre per il bug match di domenica sera è stato designato Valeri.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

PUBBLICITA’ A PARTIRE DA 10 EURO  – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, ad eventi, mostre o spettacoli, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie.

 

Leggi anche:

Italia – Norvegia 2 a 1 Qualificazioni Euro 2016 Francia, gli Azzurri vincono in rimonta

Analisi crisi del Milan, Berlusconi impone il 4-4-2 e il ritorno di Mexes, contro il Torino sfida decisiva

Azerbaigian – Italia 1 a 3 Europei 2016 Francia, qualificazione matematica per gli Azzurri

Chiusura calciomercato Inter e Milan, ecco gli ultimi colpi

Balotelli torna al Milan, prestito gratuito dal Liverpool, Galliani e Mihajlovic d’accordo

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here