Sorteggi europei 2016, gironi Italia, Belgio, Svezia e Irlanda, calendario e programma

Il Belgio all'esordio, poi Svezia e Irlanda. Ma agli Ottavi passano 16 squadre sulle 24 ammesse alla fase finale

San SiroBelgio, Svezia e Irlanda. E’ questo l’esito dell’urna di Parigi che ha definito gironi e calendario dei prossimi Europei, che si disputeranno nell’estate del 2016 in Francia. Si inizierà il 10 giugno con Francia – Romania, mentre l’esordio per l’Italia sarà il 13 giugno a Lione contro il Belgio. Finalissima il 10 luglio.

TUTTI I GIRONI – Partiva dalla seconda fascia l’Italia e non era certo un’urna facile visto che potevamo pescare big come Francia, Inghilterra e Portogallo, ma soprattutto le temibili Germania e Spagna. Invece abbiamo trovato il Belgio, che seppur possa sembrare di fascia minore, è al momento la Nazionale n° 1 al Mondo per il Ranking Fifa e ci ha appena battuti in amichevole per 3 a 1. Completano il girone degli Azzurri, l’E, la Svezia di Ibrahimovic e l’Irlanda.

GIRONE A: Francia, Romania, Albania e Svizzera

GIRONE B: Inghilterra, Russia, Galles, Slovacchia

GIRONE C: Germania, Ucraina, Polonia, Irlanda del Nord

GIRONE D: Spagna, Repubblica Ceca, Turchia, Croazia

GIRONE E: Belgio, ITALIA, Irlanda, Svezia

GIRONE F: Portogallo, Irlanda, Austria, Ungheria

IL CALENDARIO – Si inizierà venerdì 10 giugno con Francia – Romania al Saint-Denis di Parigi, mentre gli Azzurri esordiranno lunedì 13 a Lione contro il Belgio, per poi proseguire venerdì 17 contro la Svezia a Tolosa e chiudere a Lilla mercoledì 22 contro l’Irlanda.

– Nella fase a gironi le partite saranno suddivise su tre differenti orari: 15.00, 18.00 e 21.00. Le prime due di ogni girone, più le quattro migliori terze accederanno agli Ottavi di finale in una formula tutta nuova rispetto alle precedenti edizioni dove si saltava direttamente ai Quarti di finale.

– Ottavi di finale in programma tra il 25 e il 27 giugno, con i Quarti che si giocheranno tra il 30 giugno e il 3 luglio. Semifinali il 6 e 7 luglio e finalissima al Saint-Denis di Parigi domenica 10 luglio alle 21.00.

AZZURRI, UN GIRONE CON MOLTE INSIDIE – Comunque vada, per ogni Nazionale è sempre il girone più complicato. Se non ci sono i nomi, ci sono le insidie, i tranelli, i potenziali rischi. Ma questa volta sembra che il girone degli Azzurri abbia un perfetto mix di tutte queste componenti.

– C’è il nome Belgio, c’è l’insidia Svezia e il tranello Irlanda. Il Belgio con il suo primato nel Ranking FIFA e che ci ha appena battuto per 3 a 1 in Amichevole; c’è l’insidia Svezia con Ibrahimovic e con quel brutto ricordo del “biscottone” con la Danimarca ad Euro 2004 e c’è l’Irlanda, che con Giovanni Trapattoni ha fatto il salto di qualità e che si è confermata tra le top d’Europa.

– Un Girone che rischia di diventare clamorosamente in salita per colpa nostra, per colpa di una Nazionale che da troppi anni è rimasta senza talenti, senza quell’orgoglio che ci ha permesso nel 2006 di salire sul tetto del Mondo.

CHIUDIAMO CON IL COMMENTO DI CONTE – “Il Belgio è un’ottima squadra, tra le favorite per la vittoria finale: dopo, vedo tre squadre per lo più allo stesso livello, noi la Svezia e l’Eire”. E il riassunto del girone è proprio nelle parole di Conte.

– Se il Belgio è oggettivamente di una fascia superiore, soprattutto in virtù delle qualità che riesce a vantare dalla mediana in su, fa specie che il cittì italiano debba porre sullo stesso piano gli Azzurri, la Svezia e l’Irlanda.

– Conte che si è lasciato andare in una risposta molto piccata a Balotelli che dopo il girone aveva postato su Twitter un “Non vedo l’ora”. Eccessiva la risposta del ct italiano: “Non vede l’ora di cosa? – la replica tagliente il ct Conte – Vedere gli europei in tv o di giocarli? Sta a lui, come a tutti gli altri, dimostrare. Ma deve dimostrare tanto, tanto, tanto…io non ho preclusioni. Mancano 5 mesi alla competizione, le cose possono cambiare. Ma devono cambiare in maniera netta e sostanziale”.

– Una cosa è certa: la nuova formula che porta agli Ottavi di finale 16 delle 24 squadre ammesse alla fase finale ci aiuta: affondare ed essere eliminati ai gironi è quasi impossibile.

Matteo Torti

Foto: “San siro 09.11.2008”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here