Inter – Lazio 1 a 2 Serie A diciassettesima giornata, il 2015 si chiude con una sconfitta

Sconfitta casalinga per i neroazzurri che vedono Fiorentina, Napoli, Juventus e Roma avvicinarsi. E Felipe Melo perde la testa

interL’Inter chiude il 2015 con una sconfitta, maturata tra le mura amiche contro la Lazio di Pioli che spera di aver messo così fine alla sua crisi. Neroazzurri poco vivi nel gioco, che riescono ad acciuffare il pareggio ad inizio ripresa con Icardi, ma che capitolano nel finale grazie a una doppia ingenuità di Felipe Melo che prima commette un inutile fallo nella propria area e regala il penalty a Candreva e dopo viene espulso per un intervento sconsiderato sul Biglia. Sorridono le avversarie che, avendo vinto, recuperano punti e terreno sulla capolista.
Tutto confermato tra le fila neroazzurre con Mancini che torna sul 4-2-3-1 con Biabiany, Jovetic e Perisic alle spalle di Icardi e con il duo formato da Felipe Melo e Medel a metà campo. In difesa, davanti ad Handanovic, spazio per Montoya, Miranda, Murillo e Telles.
Di fronte 4-3-3 per Pioli con Candreva e Felipe Anderson ai lati di Matri. Centrocampo con Milinkovic, Biglia e Parolo, mentre in difesa davanti a Berisha spazio per Konko, Mauricio, Hoedt e Radu.
Inizia su ritmi alti la Lazio che al 2′ mette pressione a Handanovic che finisce quasi per regalare palla a Matri; al 5′ arriva il vantaggio degli ospiti con Candreva che batte l’estremo difensore sloveno con un tiro molto potente, imparabile.
L’Inter sembra tramortita e fatica a reagire. Al 15′ bella ripartenza di Icardi, ma sbaglia il lancio per Jovetic. Al 17′ ancora biancocelesti avanti con il cross di Candreva per Matri e Handanovic che blocca sicuro. Al 21′ si fa vedere Felipe Anderson, ma Biabiany recupera.
Al 37′ ci prova Jovetic su punizione, ma il suo tiro è debole e nemmeno preciso. Al 44′ Lazio vicinissima al raddoppio con Candreva che riceve palla da Felipe Anderson su errore di Felipe Melo, ma calcia alto da ottima posizione.
Dopo due minuti di recupero, Mazzoleni manda tutti negli spogliatoi. Il primo tempo va in archivio sul risultato di 1 a 0 per la Lazio grazie al siluro di Candreva dopo appena cinque minuti. Neroazzurri spenti e poco fantasiosi nel creare gioco.
Niente cambi ad inizio ripresa e primo cartellino del match al 49′ per Biglia che entra scomposto su Jovetic. Al 52′ punizione a due nell’area laziale per un intervento di mano di Berisha su retropassaggio ingenuo di Radu: ci prova Telles, ma i biancocelesti murano.
Al 55′ ammonito anche Biabiany per aver fermato la ripartenza di Matri, poi doppio cambio per l’Inter con Brozovic e Ljajic al posto di Biabiany e Jovetic.
Passano pochi minuti ed al 61′ arriva il pareggio dell’Inter firmato Icardi: bel lancio di Perisic per Maurito che fulmina Berisha con un rasoterra difficile da bloccare. 1 a 1 a San Siro.
Al 65′ ammonizione per Milinkovic che ostacola Felipe Melo, poi rischio per l’Inter con Brozovic che finisce per servire Biglia, ma Murillo respinge tutto.
Al 74′ cambio per Pioli che inserisce Djordjevic per Matri e all’83’ dentro anche Keita per Felipe Anderson. E all’85’ l’episodio che rischia di decidere la gara: erroraccio di Felipe Melo che commette ingenuamente fallo da rigore; dal dischetto si presenta Candreva che si fa ribattere da Handanovic, ma deposita in rete sulla ribattuta.
Al 90′ Felipe Melo completa la sua giornataccia prendendosi un giustissimo cartellino rosso per un intervento sconsiderato a gamba tesa sulla clavicola di Biglia. Nel recupero secondo giallo anche per Milinkovic.
Nei minuti finali si gioca poco e il recupero non riserva nessuna occasione da rete; finisce 2 a 1 per la Lazio a San Siro, con i neroazzurri che rimangono così a 36 punti, con Fiorentina e Napoli un solo punto più in basso e Juventus e Roma che si avvicinano, rispettivamente a 33 e 32 punti.
La ripresa è in programma per le 15.00 di mercoledì 6 gennaio quando i neroazzurri sfideranno l’Empoli in terra toscana.

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here