Milan – Fiorentina 2 a 0 Serie A ventesima giornata, decidono Bacca e Boateng

Tre punti importanti per il Milan che ritorna in carreggiata: Boateng torna alla rete, Balotelli ritrova il campo

BandiereProprio nella settimana più delicata della stagione, il Milan ritrova sé stesso e i punti. Il pareggio contro la Roma sabato, la vittoria agevole in Coppa Italia di mercoledì e i tre punti di questa sera con la Fiorentina. Mihajlovic può finalmente gioire per una squadra che ha ritrovato compattezza e solidità e che vede nel rientro di Boateng e Balotelli due armi in più per il girone di ritorno. Tre punti guadagnati sulla Fiorentina e due su Inter e Roma, per una speranza europea che si può riaccendere.
Tutto confermato per Mihajlovic che affronta la sua ex Fiorentina con l’ormai consueto 4-4-2 con Niang e Bacca davanti. Centrocampo con Honda e Bonaventura confermati sulle fasce e Montolivo e Bertolacci in mezzo. Davanti a Donnarumma spazio per Abate, Alex, Romagnoli e Antonelli.
Di fronte 3-4-2-1 per i Viola con Ilicic e Borja Valero a supporto di Kalinic. Mediana con Bernardeschi e Marcos Alonso sulle fasce e Vecino e Suarez in mezzo. In difesa, davanti a Tatarusanu, spazio per Tomovic, Astori e Roncaglia.
Primo squillo dei Viola al 3′ con Marcos Alonso che scende sulla sinistra e crossa per Kalinic, ma il pallone è troppo forte. Sulla ripartenza palla che arriva a Bacca che, dalla sinistra, sterza, entra in area e colpisce Tatarusanu sul palo lungo. 1 a 0 per i rossoneri.
I Viola accusano il colpo e faticano a reagire, mentre i rossoneri cercano di approfittare degli spazi. Come al 20′ quando Bonaventura entra in area dalla sinistra, ma Tomovic riesce a respingere. Ripartono gli ospiti, ma Alex è bravo ad anticipare Kalinic su cross del solito Marcos Alonso.
Al 22′ protesta San Siro per un mancato cartellino giallo per Bernardeschi su Antonelli. Al 30′ arriva la prima ammonizione per Mario Suarez che commette fallo su Honda.
Il match scorre lento e le occasioni da rete non arrivano per nessuna delle due squadre. Al 44′ viene ammonito anche Kalinic per aver cercare di colpire la palla con la mano.
Non c’è recupero: al 45′ finisce un primo tempo avaro di palle-gol, con il Milan in vantaggio grazie al gol di Bacca dopo soli 4′. Rossoneri finalmente cinici e decisamente coperti dietro.
La ripresa inizia senza cambi e con un Giuseppe Rossi, molto scuro in volto, che torna a sedersi con qualche minuto di ritardo. Ora la Fiorentina cerca di aumentare la pressione e velocizzare il ritmo: al 52′ ci prova Bernardeschi, ma Romagnoli devia in corner.
Al 54′ immediata verticalizzazione di Bertolacci che mette davanti al portiere Niang, ma Doveri ferma tutto per un presunto offside. Al 55′ arriva la risposta dei Viola: tocco di esterno di Ilicic e palla per Kalinic che chiude troppo il tiro e manda ampiamente a lato.
Ancora la punta Viola al 56′ di testa su cross di Borja Valero, ma la palla lambisce la traversa con Donnarumma che dava l’impressione di esserci. Al 58′ ammonito Vecino per fallo su Bonaventura, era diffidato.
Al 60′ che errore per Antonelli che da due passi si divora la rete del raddoppio; Tatarusanu blocca facilmente. Sulla ripartenza Viola graziato Kalinic che entra in gioco pericoloso su Donnarumma. Pericoloso Bernardeschi al 62′ che rientra dalla destra e ci prova con il mancino, ma guadagna solamente un corner.
Al 66′ primo cambio per Sousa: dentro Pepito Rossi e fuori Suarez. Viola che aumentano il potenziale offensivo affiancando l’ex Villareal a Kalinic. Al 67′ ammonito Tomovic che ferma Bacca a metà campo. Poco dopo cartellino giallo per Bacca che spinge via Borja Valero.
Al 69′ primo cambio anche per Mihajlovic: fuori Montolivo, finalmente applaudito a San Siro, e dentro Kucka. Al 72′ giallo anche per Bertolacci che può fermare solamente così Marcos Alonso, il migliore tra i Viola questa sera.
Al 75′ si fa vedere Honda che parte dalla destra e si accentra per poi concludere con il mancino; palla che sfiora l’incrocio dei pali. Poi secondo cambio per i Viola: fuori Marcos Alonso che accusa il colpo di Bertolacci e dentro Pasqual.
Al 78′ secondo cambio anche per il Diavolo: come successo contro la Roma, dentro Boateng al posto di Niang. All’82’ ultimo cambio per Sousa: dentro Babacar per Ilicic.
All’85’ Bernardeschi trova in area Kalinic che cerca la sponda per Babacar, ma Donnarumma esce bene e fa sua la sfera. Un minuto dopo fa il suo ritorno in campo Balotelli che prende il posto dell’uomo che fin qui sta decidendo la partita, Bacca.
All’88’ Milan che chiude il match: lancio di Bertolacci per Boateng che entra in area, supera in velocità Tatarusanu e deposita in rete. 2 a 0 e Mihajlovic esplode di gioia.
Al 93′ incredibile errore sottoporta di Balotelli, peraltro in fuorigioco, che colpisce l’esterno del palo su cross di Abate a porta praticamente vuota.
Si chiude dopo 5 minuti di recupero un secondo tempo decisamente più interessante e vivo della prima frazione, con la Fiorentina sempre padrona del gioco, ma incapace di andare vicina alla rete e il Milan pronto a pungere nelle ripartenze, come nell’occasione del raddoppio di Boateng.
Tre punti per il morale, ma anche per la classifica visto che i rossoneri salgono a quota 32 e superano Empoli e Sassuolo, mantenendo 4 lunghezze di vantaggio sulla Lazio e avvicinandosi alla Roma, ora solo 3 punti più in su.
Diavolo che in settimana scoprirà chi tra Spezia ed Alessandria dovrà affrontare in un’atipica semifinale di Coppa Italia. Sabato prossimo, con il fischio d’inizio alle 20.45, trasferta ad Empoli.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here