Napoli – Milan 1 a 1 Serie A ventiseiesima giornata, Bonaventura risponde a Insigne

Succede tutto nel finale del primo tempo: Napoli sulle gambe, Milan troppo attendista

Stadio Bentegodi VeronaChi si attendeva spettacolo e gol sarà rimasto sicuramente deluso. Dopo un inizio scoppiettante, il match si è ben presto incanalato su ritmi non certo esaltanti, con il Napoli capace di andare in vantaggio al 39′ con Insigne, ma incapace di mantenere il tabellino in proprio favore già tre minuti più tardi, quando Bonaventura trova la via del gol. Nella ripresa i partenopei ci provano, ma le gambe sono pesanti e la fatica si fa sentire. Milan troppo attendista, Napoli sulle gambe: al San Paolo è 1 a 1.
Tutto confermato per mister Mihajlovic che conferma la coppia formata da Niang e Bacca davanti, con Bonaventura, Montolivo, Kucka e Honda sulla linea di centrocampo. In difesa, davanti a Donnarumma, torna Abate a destra con Zapata ed Alex in mezzo e Antonelli sull’out mancino.
Di fronte consueto 4-3-3 per il Napoli con Callejon ed Insigne ai lati di Higuain. Mediana con Allan, Jorginho ed Hamsik, mentre davanti a Reina trovano spazio Hysaj, Albiol, Koulibaly e Ghoulam.
Sono subito alti i ritmi nei primi minuti, con il Napoli che cerca subito di mettere pressione ai rossoneri. Al 3′ importante ripiegamento difensivo di Montolivo che calcia verso la propria porta per allontanare una pericolosa palla vagante e manda in corner.
Al 6′ risponde Bacca con una percussione centrale, ma le velleità del colombiano si infrangono contro Koulibaly che recupera palla e rinvia. Al 9′ protestano i partenopei per un presunto contatto nell’area rossonera tra Honda ed Insigne, ma Banti invita l’attaccante casalingo a rialzarsi.
Al 12′ bella intuizione di Jorginho che dal limite dell’area prova una palombella ad uscire di piatto destro, ma la sfera si spegne a lato poco distante dall’incrocio dei pali. Al 19′ Napoli vicinissimo al gol con Higuain che chiude di destro, ma Zapata smorza la conclusione e manda il pallone in angolo.
Rossoneri che con il passare dei minuti si spengono, lasciando ai padroni di casa il possesso palla; al 32′ ci prova Callejon dal limite, ma Donnarumma blocca a terra. E’ sempre lo spagnolo a rendersi pericoloso al 35′, ma la palla termina a lato.
Al 36′ altro duetto tra Callejon e Higuain con Alex che chiude l’argentino quando era ormai sul dischetto del rigore. La supremazia dei partenopei si concretizza al 39′ con Insigne che, dalla sinistra, va al tiro con il destro e sfrutta una deviazione di Abate per battere Donnarumma. Napoli meritatamente in vantaggio.
Passano tre minuti e il Milan trova inaspettatamente il pareggio con Bonaventura che, dalla sinistra, colpisce al volo e batte Reina. 1 a 1 e match nuovamente in equilibrio.
Non c’è recupero; il primo tempo finisce 1 a 1 con il Napoli sicuramente autore di una prestazione migliore di quella dei rossoneri, con il merito di essere passato in vantaggio, ma con il demerito di essersi fatto rimontare subito. A Insigne ha risposto Bonaventura.
La ripresa si apre senza nessun cambio e con i ritmi più bloccati rispetto alla prima frazione di gioco. Al 52′ ammonito Donnarumma per aver perso troppo tempo in fase di rinvio. Al 59′ ci prova il Napoli con una verticalizzazione improvvisa per Insigne, ma l’esterno partenopeo viene fermato in fuorigioco.
Al 63′ Napoli vicino al nuovo vantaggio: cross di Hamsik con Donnarumma che esce ad anticipare Higuain. Un minuto dopo primo cambio per Sarri: dentro Mertens per Callejon.
Al 65′ ammonito Montolivo che, dal limite dell’area, ferma fallosamente Hamsik che lo aveva abilmente saltato. Il capitano rossonero era diffidato: salterà la sfida interna contro il Torino. Della battuta se ne incarica Mertens: la barriera respinge.
Rischiano i rossoneri al 67′ con Mertens che centra il palo da ottima posizione, poi Bacca nell’allontanare in corner sfiora l’autogol. Al 71′ primo cambio anche per Mihajlovic che inserisce Menez al posto di un evanescente Bacca.
Intanto al 73′ viene allontanato Sarri per proteste contro le riprese rossonere molto, forse troppo, lente. Al 79′ Sarri aumenta la trazione anteriore: dentro Gabbiadini per Allan. All’81’ padroni di casa vicinissimi al vantaggio con Higuain che di prima intenzione e di mancino lambisce il palo.
Mihajlovic cambia e cerca di dare più vitalità in mezzo al campo: dentro Montolivo per Bertolacci. All’84’ arriva la prima occasione del secondo tempo per il Milan: Menez serve in profondità Niang che, con il mancino, calcia ampiamente a lato.
All’86’ esce anche Niang per Balotelli, fischiatissimo dal San Paolo dopo il suo gestaccio del pomeriggio in seguito ai cori non certo educati dei supporter partenopei. Al 91′ azione in velocità del Napoli con il tacco di Gabbiadini per El Kaddouri che, entrato pochi secondi prima per Insigne, rimane sorpreso di trovarsi il pallone tra i piedi e chiude troppo centrale.
Nel recupero non succede altro; al 94′ Banti manda tutti negli spogliatoi. Al San Paolo finisce 1 a 1 con la rete di Insigne al 39′ e la pronta risposta di Bonaventura tre minuti dopo.
Diavolo che sale a 44 punti, ma che non riesce a mantenere il ritmo di Inter, Roma e Fiorentina, tutte e tre vittoriose nella 26esima giornata e, ora, rispettivamente a +4, +6 e +8. Tra cinque giorni Milan nuovamente in campo nella gara casalinga contro il Torino di sabato sera alle 20.45.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here