Inter – Napoli 2 a 0 Serie A trentatreesima giornata, Icardi e Brozovic rilanciano i neroazzurri

Roma a +3 e Inter che riapre la corsa per il terzo posto: ora il Napoli rischia addirittura il sorpasso dai giallorossi

interInter più cinica che mai. Gli uomini di Mancini escono da San Siro con un importante 2 a 0 maturato grazie alla rete iniziale di Icardi, viziata da una posizione di fuorigioco, e dal gol nel finale del primo tempo di Brozovic. Napoli mai pericoloso, mai in grado di costruire una vera occasione da rete, e troppo remissivo e rinunciatario. Ora i neroazzurri si portano a -3 dalla Roma che, a sua volta, ha la possibilità di accorciare sul Napoli. Il secondo e il terzo posto sono nuovamente riaperti.
Confermato il 4-2-3-1 della scorsa settimana per mister Mancini che si affida nuovamente a Jovetic con Brozovic e Perisic alle spalle di Icardi. Linea mediana dove ritrovano posto Medel e Kondogbia, a scapito di Felipe Melo. In difesa, davanti ad Handanovic, spazio per D’Ambrosio, Miranda, Murillo e Nagatomo.
Di fronte 4-3-3 per mister Sarri con Callejon, Gabbiadini ed Insigne. Centrocampo con Hamsik, Jorginho e Allan. In difesa, davanti a Reina, dentro Hysaj, Albiol, Koulibaly e Ghoulam.
Passano solamente 4′ e l’Inter alla prima occasione da rete va in vantaggio: Icardi elude l’intervento del Napoli e in fuorigioco, seppur di pochi centimetri, si presenta a tu per tu con Reina superandolo con un bellissimo lob. Rocchi non ravvisa l’offside e concede il vantaggio.
Il Napoli accusa il colpo e la gara stenta a decollare dopo l’1 a 0 iniziale dell’Inter. Al 14′ ammonito Nagatomo che ferma il pallone con il braccio, poi al 22′ cartellino giallo anche per Jorginho che commette fallo su D’Ambrosio. Al 23′ prima conclusione in porta degli ospiti con Hamsik, ma Handanovic respinge bene di pugno.
Al 28′ Napoli in avanti con Insigne che si dimostra però troppo egoista calciando dal limite dell’area anziché servire Gabbiadini e Callejon in mezzo. Al 33′ ammonito anche Murillo per una trattenuta su Gabbiadini.
Al 38′ torna a farsi viva l’Inter con Jovetic che prova il tiro a giro, ma Reina riesce a bloccare la sfera in due tempi. Al 44′ arriva il raddoppio dell’Inter: sponda di Icardi su lancio di Jovetic e palla per Brozovic che conclude bene e non lascia spazio di intervento a Reina.
Primo tempo che si chiude con l’Inter in vantaggio per 2 a 0. Una prima frazione molto cinica per i neroazzurri autori di due reti, con la prima viziata da un fuorigioco di Icardi, nelle uniche due chance create. Napoli incapace di creare azioni da gol e poco dinamico davanti.
Nessun cambio ad inizio ripresa, ma Sarri opta per la prima sostituzione al 50′ con Mertens e Ghoulam per Insigne e Strinic; davvero poco brillante il “folletto” partenopeo quest’oggi. Al 55′ ammonito Albiol per un intervento duro su Icardi.
La ripresa stenta a decollare, il Napoli sembra sulle gambe e l’Inter cerca il controllo piuttosto che offendere. Al 61′ ammonito Kondogbia che, diffidato, salterà la sfida di Genova contro gli uomini di Gasperini. Al 68′ esce proprio Kondogbia ed entra Biabiany.
Al 77′ altro cambio per Mancini con Felipe Melo che subentra a Jovetic, autore di una prova convincente sotto il profilo della concentrazione e della sostanza. All’88’ dentro anche Palacio per Icardi, molto nervoso verso Rocchi pochi istanti prima.
Dopo quattro minuti di recupero si chiude anche il secondo tempo, totalmente avaro di occasioni da rete e di tiri in porta. Finisce 2 a 0 a San Siro, con l’Inter che esce di scena con tre punti importanti che mettono in seria difficoltà il Napoli, potenzialmente a soli tre lunghezze di vantaggio dalla Roma e che riaprono il discorso terzo posto.
Napoli a 70 punti, Roma a 64 e Inter a 61. Neroazzurri di nuovo in campo mercoledì alle 20.45 a Genova contro i rossoblù dell’ex Gasperini.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here