Lazio – Inter 2 a 0 Serie A trentaseiesima giornata, Klose e Candreva regalano un dispiacere a Mancini

Terzo posto matematicamente sfumato, brutta Inter all'Olimpico. La Lazio sale a 51 punti e vede il Milan

interOra l’obiettivo terzo posto è matematicamente sfumato. Nulla da fare per l’Inter che perde ogni speranza per colpa di una prestazione decisamente sottotono. La Lazio è più concreta e va in vantaggio subito con Klose, per poi resistere alle poche occasioni da rete interiste e chiudere i conti nel finale con Candreva su rigore. 2 a 0 all’Olimpico e obiettivo non centrato per Mancini. Sabato prossimo arriva a San Siro l’Empoli, ormai c’è solo da salvaguardare il quarto posto dalla Fiorentina, più sotto di 4 lunghezze.
Tutto confermato tra le fila dei neroazzurri con Brozovic, Jovetic e Perisic alle spalle di Icardi. A centrocampo duo formato da Medel e Kondogbia, con D’Ambrosio, Miranda, Murillo e Nagatomo davanti ad Handanovic.
Di fronte dentro Keita e Candreva ai lati di Klose, con Lulic, Biglia e Onazi a centrocampo. In difesa, a protezione della porta difesa da Marchetti, spazio per Basta, Bisevac, Gentiletti e Konko.
Inizia su ritmi alti il match e al 2′ brutto colpo per Marchetti che cade violentemente sbattendo il capo, ma fortunatamente si alza e riesce a proseguire. Al 4′ erroraccio di Medel che si fa rubare palla da Klose che serve Lulic, il quale viene anticipato da D’Ambrosio.
All’8′ arriva la rete della Lazio: Klose approfitta di una difesa interista posizionata non nel migliore dei modi e fa sedere Handanovic prima di superarlo con un bel lob. 1 a 0 per i biancocelesti che mettono nel mirino il Milan, ora più avanti di 3 punti.
L’Inter accusa il colpo e al 19′ è Candreva ad imbastire una bella azione, ma Nagatomo lo ferma anche fallosamente. Al 27′ si fa vedere per la prima volta Jovetic lanciato da Kondogbia, ma Marchetti esce e anticipa tutto.
Al 31′ prima bella parata di Handanovic che nega la gioia del gol a Keita; azione nata da un brutto disimpegno di Miranda. Al 46′ bella chance per Kondogbia che entra in area dopo una bella triangolazione con Perisic, ma Gentiletti respinge la conclusione del mediano ex Monaco.
Finisce sull’ 1 a 0 per la Lazio un primo tempo decisamente vivo ed intenso, con i biancocelesti capace di scendere in campo con maggiore grinta e determinazione. Molto bella la rete di Klose, mentre l’Inter ha mostrato la cronica difficoltà a creare gioco.
La ripresa inizia senza cambi e con Brozovic che prova un bel lancio per Icardi, ma il pallone è troppo lungo. Al 53′ ammonito Keita per una simulazione in area su presunto contrasto di Medel. Al 56′ primo cambio per Mancini con Biabiany che prende il posto proprio di Medel; viene arretrato Brozovic sulla linea dei mediani e l’Inter si schiera con una formazione molto offensiva.
Al 67′ buona trama dell’Inter che si presenta al limite dell’area con Jovetic che serve Perisic, ma il suo mancino termina a lato. Al 70′ ottima chance per Jovetic che non arriva di un soffio sul colpo di testa non perfetto di Icardi.
Al 71′ doppio cambio: dentro Eder per Jovetic e Mauri per Klose. Due minuti dopo cross di Perisic per Icardi, ma l’argentino non trova la deviazione decisiva.
Al 79′ Mancini si gioca anche la carta Palacio per Nagatomo, poi all’81’ ammonito Murillo per fallo su Mauri. Passano due minuti e Murillo riceve il secondo giallo e quindi rosso per aver fermato Keita nella propria area di rigore. Dal dischetto si presenta Candreva: 2 a 0.
Nel finale non succede nient’altro, nemmeno nei quattro minuti di recupero. L’Inter esce dall’Olimpico con la fine del sogno terzo posto. Brutta prestazione per gli uomini di Mancini, incapaci di creare gioco nonostante i 4 attaccanti in campo contemporaneamente.
Neroazzurri che rimangono ancorati al quarto posto a quota 64 punti e perdono, matematicamente, la possibilità di rincorrere il terzo posto valido per i preliminari di Champions League.
Passo avanti importante per la Lazio che sale a 51 punti e si porta a tre lunghezze di distanza dal Milan e a 4 dal Sassuolo. Neroazzurri che torneranno in campo alle 18.00 di sabato prossimo per sfidare a San Siro l’Empoli.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here