Juventus – Milan 1 a 0 Finale Coppa Italia Tim Cup, decide Morata nel secondo tempo supplementare

Grande prestazione del Milan che si arrende nel secondo tempo supplementare quando Morata, appena entrato, decide il match. Coppa Italia alla Juventus

Stadio Bentegodi VeronaLa Juventus saluta la stagione con la vittoria in Coppa Italia, il Milan con una prestazione ricca di grinta ed orgoglia. Agnelli alza il trofeo e stabilisce un nuovo record visto che nessuno era riuscito prima a vincere per due anni di fila Scudetto e Coppa Italia, mentre Berlusconi può dirsi soddisfatto per la prestazione messa in campo dai rossoneri. Milan che gioca in lungo e in largo e che si deve arrendere solamente nel secondo tempo supplementare quando il neo entrato Morata gira in rete un bel cross di Cuadrado.
Eccoci all’ultimo atto della stagione calcistica italiana 2015/16. La finalissima di Coppa Italia nella cornice dell’Olimpico di Roma con la Juventus in cerca di conferme e il Milan in cerca di riscatto.
Tutto confermato per mister Brocchi che stravolge uomini e modulo affidandosi al 4-3-3 con Honda e Bonaventura ai lati di Bacca. Centrocampo muscolare con Poli, Montolivo e Kucka. In difesa, davanti a Donnarumma, dentro Calabria e De Sciglio sulle fasce con Zapata e Romagnoli in mezzo.
Di fronte 3-5-2 per Max Allegri che conferma Neto tra i pali, con Rugani, Barzagli e Chiellini in difesa. Mediana folta con Lichtsteiner ed Evra sulle fasce e Pogba, Hernanes e Lumina in mezzo. Davanti spazio per Dybala e Mandzukic.
Inizia molto bene il Milan che dopo 8′ minuti ci prova con Bonaventura, ma il suo tiro termina sopra la traversa. Al 13′ ancora l’esterno rossonero pericoloso su un cross in area di Calabria; l’ex Atalanta gira, ma non colpisce bene la sfera e manda a lato da ottima posizione.
Al 23′ ci prova anche De Sciglio con un bel destro dalla distanza, ma il pallone termina sopra la traversa. La pressione del Milan è notevole e i bianconeri faticano ad uscire dalla propria metà campo. Al 24′ ancora Bonaventura vicinissimo alla rete del vantaggio, con Neto che ci mette il pugno e respinge.
Al 39′ altra grande chance per il Milan con Poli che, dal limite dell’area, viene liberato al tiro da Honda ma non inquadra la porta difesa da Neto. Nel finale di tempo c’è spazio per un mancino di Honda che si spegne a lato.
Finisce sullo 0 a 0 un primo tempo in cui i rossoneri hanno mostrato grinta, passione ed orgoglio costringendo la Juventus a rimanere nella propria metà campo per gran parte dei minuti. Milan che esce tra gli applausi di un pubblico che, finalmente, vede in campo una squadra.
Ripresa che inizia con gli stessi effettivi e con il Milan ancora avanti: al 47′ ci prova Kucka dal limite, ma la palla si spegne sul fondo. Due minuti dopo è la volta dei bianconeri con Lemina che si sgancia sulla destra e mette in mezzo un bel pallone che Donnarumma devia anticipando Mandzukic.
Al 51′ giallo per Zapata e punizione di Pogba che viene deviata sopra la traversa. Al 61′ grande ripartenza del Diavolo con Kucka che sbaglia l’ultimo passaggio per Bacca che sarebbe rimasto tutto solo davanti a Neto. Al 62′ Allegri cambia: dentro Alex Sandro per Evra, poi bianconeri a un passo dal vantaggio con un bel tiro di Pogba che Donnarumma respinge.
Al 75′ entra anche Cuadrado per Lichtsteiner e i bianconeri iniziano ad aumentare l’intensità. All’80’ Pogba ci prova da fuori, ma il portiere rossonero blocca senza problemi. Poco dopo è la volta di Lemina, ma il pallone termina soptra la traversa.
All’85’ primo cambio per Brocchi che inserisce il rientrante Niang per Poli, ma il giovane francese non sembra molto in condizione. Nulla di fatto negli ultimi minuti, con il match che si deciderà ai supplementari.
Al 103′ leggerezza di Montolivo che perde palla dal limite dell’area e regala la sfera a Pogba che si infrange su Donnarumma. Il secondo tempo supplementare è decisamente più vivo ed intenso: al 110′ arriva il vantaggio dei bianconeri con il neo entrato Morata bravo a depositare in rete l’assist di Cuadrado. 1 a 0 e bianconeri che capitalizzano al meglio una grande ripartenza di Lemina.
Nei rossoneri dentro anche José Mauri e Balotelli per Montolivo e Kucka e forcing finale con Honda che reclama un calcio di rigore e Balotelli che ci prova su punizione.
Ma al 120′ Rocchi decreta la fine del match: finisce 1 a 0 per la Juventus grazie alla rete nel secondo tempo supplementare di Morata. La Juventus festeggia il terzo titolo stagionale, mentre i rossoneri chiudono con orgoglio e grinta, mettendo assieme una delle più belle prestazioni stagionali. Molto positive le prove di Calabria e De Sciglio. (foto: wikipedia.org)

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here