Italia – Belgio 2 a 0 Euro 2016 Francia Gruppo E, decide Giaccherini nel primo tempo e chiude Pellé al 90’

Grande prova degli Azzurri che puntano su grinta e velocità e battono i favoriti del Belgio

Stadio TardiniDopo l’amichevole contro la Finlandia, in pochi si attendevano un esordio di questo tipo per l’Italia. Belgio rimasto spiazzato dalla grinta e dalla cattiveria agonistica degli Azzurri, scesi in campo concentrati e con la voglia di fare la prestazione. Grandissima prova di Bonucci, sontuoso in difesa e autore del magnifico assist che ha permesso a Giaccherini di siglare il gol vittoria. Nella ripresa tanta sofferenza per gli Azzurri, ma nel finale Pellé regala il 2 a 0 con una bella sforbiciata.
Tutto confermato per gli Azzurri di Antonio Conte che si affida al blocco Juventus in difesa con Bonucci, Barzagli e Chiellini davanti a Buffon. Centrocampo folto con De Rossi in cabina di regia, affiancato da Parolo, Giaccherini, Darmian e Candreva. Davanti coppia formata da Eder e Pellé.
Di fronte un Belgio con tanta classe e tanti big, soprattutto davanti dove trovano spazio Hazard, De Bruyne e Lukaku. Mediana con il giallorosso Nainggolan, Witsel e Fellaini. In difesa Ciman, Vertonghen, Vermaelen, Alderweled. Tra i pali Courtois.
Il primo tiro è per gli Azzurri con Eder che al 4’ ci prova dal limite dell’area, ma la sua conclusione viene smorzata da un difensore avversario. Al 7’ l’attaccante neroazzurro entra duro a gamba tesa su Vermaelen, ma Clattenburg lo grazia del cartellino giallo.
Al 10’ risponde il Belgio con Nainggolan: tiro insidioso che Buffon manda in corner. Dopo questo inizio scoppiettante, il ritmo cala e le due squadre iniziano a studiarsi. Al 26’ altro rischio per Eder che entra in ritardo su Witsel, ma il direttore di gara si limita a fischiare il fallo.
Al 28’ ci prova Pellé da fuori area, ma il suo destro a giro termina ai lati della porta difesa da Courtois. Al 31’ Italia in vantaggio: bellissimo lancio di Bonucci che mette fuori causa la difesa belga e arriva sui piedi di Giaccherini che, nell’area di rigore, stoppa e fredda l’estremo difensore con un destro preciso. Azzurri che esplodono di gioia, con Antonio Conte che nell’esultare si prende una manata in faccia finendo per sanguinare dal naso.
Al 34’ esplode un sinistro preciso Candreva che obbliga l’estremo difensore avversario all’intervento con i pugni. Pochi secondi dopo sfiora il raddoppio Pellé di testa, tutto solo al limite dell’area piccola; sfera che lambisce il palo.
Gli ospiti ci provano solo dal limite: al 38’ è la volta di Witsel, ma il centrocampista dello Zenit non inquadra la porta. Al 41’ grande chiusura in area di Giaccherini che interviene sul tiro ravvicinato di De Bruyne, smorzando la conclusione del trequartista belga.
Al 44’ bella sgroppata sulla destra di Candreva e palla in mezzo per Pellé, ma Vermaelen riesce ad allontanare. Dopo un minuto di recupero, Clattenburg manda tutti negli spogliatoi. Ottima Italia in questa prima frazione di gioco con il bel gol di Giaccherini su splendido assist di Bonucci a suggellare una grande prestazione.
Nella ripresa tutto invariato, nessun cambio per i due tecnici. Al 52’ bellissimo taglio in area di Candreva, ma Vertonghen con una scivolata molto precisa chiude in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, brutta palla persa da Darmian e Belgio che parte in contropiede, ma Lukaku sbaglia tutto davanti a Buffon. Che rischio per gli Azzurri.
Al 54’ grandissima parata di Courtois sul colpo di teta ravvicinato di Pellé. Al 56’ interviene anche Buffon che trattiene un sinistro improvviso di Hazard. Al 59’ primo cambio per Conte: dentro De Sciglio per uno spento ed impreciso Darmian.
La risposta degli avversari è Mertens per Nainggolan; Belgio che aumenta la sua forza offensiva. Al 65’ ammonito Chiellini che prima perde palla e poi ferma Hazard in ripartenza. Al 74’ cambio per il Belgio con Origi che subentra a Lukaku, non brillantissimo quest’oggi.
Al 75’ erroraccio di Candreva che perde palla a metà campo e costringe Eder al fallo: ammonito. Poi cambio per Conte: dentro Immobile proprio per Eder, poco attivo in fase offensiva ma sempre utile per il sacrificio.
Al 77’ ammonito anche Bonucci, costretto a fermare fallosamente Origi a metà campo. Terzo cambio per Conte che si affida all’ordine di Thiago Motta per De Rossi. Ora è assedio del Belgio.
All’82’ rischio per l’Italia con il colpo di testa di Origi che termina sopra la traversa. Un minuto dopo ammonito anche Thiago Motta. All’84’ altro miracolo di Courtois su Immobile, autore di un bel contropiede chiuso con un destro che termina in corner.
All’88’ pericolosissimi flipper nell’area degli Azzurri con Fellaini ed Origi che non riescono a deviare in porta una palla vagante.
E proprio nel miglior momento del Belgio, ecco che arriva il 2 a 0 dell’Italia; Immobile serve Candreva sulla destra che mette in mezzo per Pellé che di girata sorprende la difesa del Belgio.
Finisce qui a Lione: grandissima prova degli Azzurri che si portano in testa al proprio girone, sfruttando anche l’1 a 1 del pomeriggio tra Irlanda e Svezia. Azzurri che torneranno in campo questo venerdì alle ore 15.00 quando affronteranno la Svezia di Ibrahimovic. (foto: wikipedia.org)

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here