Inter – Crotone 3 a 0 Serie A dodicesima giornata, decidono Perisic e la doppietta di Icardi

Vecchi saluta l'Inter con una vittoria fondamentale per il morale: Icardi ancora decisivo, ma ora l'attenzione è tutta rivolta al nome del nuovo tecnico

interUna settimana che ha dell’incredibile. Dall’esonero di domenica sera di Frank De Boer alla vittoria di questa sera contro il Crotone. Sette giorni in cui l’Inter è stata sotto i riflettori per una gestione poco chiara e poco riflessiva del cambio allenatore. Vecchi saluta tutti con una vittoria e torna alla sua Primavera, ma tutti si attendono il nome del nuovo tecnico che erediterà un Icardi sempre più decisivo per questa squadra. I neroazzurri salgono a 17 punti, al pari della Fiorentina. Domenica 20 novembre il derby.
Confermato il 4-4-1-1 per mister Vecchi che si affida a Banega alle spalle di Icardi. Centrocampo folto con Perisic e Candreva sulle fasce e Joao Mario e Brozovic in mezzo. In difesa, davanti ad Handanovic, spazio per D’Ambrosio, Miranda, Ranocchia e Santon.
Al 7′ prima chance per i neroazzurri con Banega che, lanciato da Perisic, entra in area e conclude, ma Cordaz è bravo a respigere con i piedi. All’11’ ammonito Ranocchia per un intervento duro su Falcinelli. Poco dopo cartellino anche per Mesbah che entra duramente su D’Ambrosio.
Al 18′ problemi fisici per Ranocchia che resta a terra qualche istante e poi è costretto ad uscire e a lasciare spazio a Murillo. Possibile stiramento al flessore per il difensore italiano, davvero sfortunato.
Al 30′ l’Inter esulta per la rete di D’Ambrosio, ma la terna arbitrale annulla per fuorigioco del laterale interista sulla ribattuta di Cordaz. Finisce senza particolari sussulti il primo tempo: uno 0 a 0 avaro di emozioni e di occasioni da gol.
Tutto confermato ad inizio ripresa e Inter che sembra essere rientrata in campo con maggiore voglia e agonismo. Al 47′ ci prova Murillo, ma il colpo di testa del colombiano finisce a lato. Poco dopo grande conclusione di Banega, ma Cordaz devia e manda a lato.
Al 64′ primo cambio per Vecchi che inserisce Eder per Banega e passa alle due punte. Dopo un inizio arrembante, i neroazzurri vedono calare nuovamente il proprio ritmo. All’82’ Vecchi cerca di rivitalizzare la squadra con Jovetic per Candreva.
È la svolta: all’84’ Perisic trova la rete dopo un assist perfetto di Joao Mario; il croato entra in area e batte Cordaz con un rasoterra preciso. All’88’ calcio di rigore fischiato in favore dei padroni di casa per fallo di Ferrari su Icardi; dal dischetto si presenta Maurito che insacca. 2 a 0 in quattro minuti.
Nel finale c’è spazio ancora per qualche emozione: al 93′ gol annullato ad Icardi che si trovava ampiamente in fuorigioco; pochi istanti dopo arriva comunque la terza rete, con l’argentino che colpisce con un comodo rasoterra su assist di Eder.
Finisce qui la gara: Inter poco viva e aggressiva che risolve la pratica Crotone in quattro minuti, sul finire della gara. Vittoria comunque fondamentale che proietta i neroazzurri a quota 17, a pari merito della Fiorentina.
A breve arriverà il nuovo allenatore che dovrà subito mettersi all’opera per preparare al meglio la gara di domenica 20 novembre contro il Milan.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here