Empoli Milan 1 a 4 Serie A quattordicesima giornata, grande prestazione di Suso e Lapadula

Il Milan non sente la mancanza di Bacca e scopre Lapadula. Suso sempre più decisivo

Stadio San SiroNonostante un primo tempo sottotono e una serie piuttosto imbarazzante di errori e disattenzioni difensive, il Milan ha avuto la meglio su un Empoli che ha mostrato la sua cronica difficoltà a concretizzare le azioni da rete. Con un Lapadula così grintoso e cinico, la mancanza di Bacca non si è sentita per niente. Ottima anche la prova di Suso, decisivo in tre dei quattro gol rossoneri. Diavolo solitario al secondo posto e domenica prossima c’è la gara casalinga contro il Crotone.
Montella deve rinunciare a Bacca per un risentimento muscolare e si affida a Lapadula al centro dell’attacco, con Suso e Bonaventura ai suoi lati. Confermatissima la mediana con Pasalic, Locatelli e Mati Fernandez. In difesa, davanti a Donnarumma, spazio per Abate, Paletta, Romagnoli e De Sciglio.
Di fronte 4-4-2 per Martusciello con Maccarone e Marilungo davanti. Centrocampo con l’ex Saponara, Croce, Dioussé e Krunic. In difesa, davanti a Skorupski, dentro Veseli, Bellusci, Costa e Pasqual.
Inizio molto compassato per il Milan che dopo appena tre minuti rischia di andare sotto: rinvio corto di Donnarumma, De Sciglio rimane fermo immobile e la palla finisce agli avversari con Maccarone che, a porta vuota, calcia incredibilmente a lato.
Dopo pochi secondi i rossoneri si fanno vivi con Lapadula, ma la sua conclusione è centrale. Al 9′ ripartenza veloce dei padroni di casa che si conclude con il colpo di testa di Maccarone, ma la palla termina a lato.
Al 10′ primo cambio per Montella che deve rinunciare al rientrante Mati Fernandez per un problema muscolare; dentro Kucka. Al 15′, alla prima vera azione offensiva, il Diavolo passa in vantaggio: Kucka ruba palla e serve Suso che trova in mezzo Lapadula che non sbaglia. Vantaggio Milan.
L’1 a 0 dura appena due minuti: giusto il tempo di un’altra disattenzione corale di De Sciglio, Donnarumma e Gustavo Gomez che l’Empoli torna in partita con Saponara. Gol dell’ex per lui. Al 23′ ancora Empoli pericoloso con Maccarone, ma il suo destro a giro termina a lato.
Al 33′ grande conclusione mancina di Suso sugli sviluppi di un corner, ma Skorupski vola e respinge. Al 35′ ancora chance per Saponara che, tutto solo davanti a Donnarumma, calcia sopra la traversa. Nel finale ammonito anche Bonaventura.
Finisce sull’1 a 1 un primo tempo in cui il Milan è apparso lento, poco concreto e decisamente sottotono. Solamente Suso ha cercato di dare un po’ vivacità all’attacco del Diavolo, ma la difesa è apparsa visibilmente in difficoltà.
Nessun cambio ad inizio ripresa e sinfonia che pare non cambiare. L’Empoli si fa vivo al 51′ con Maccarone, ma Donnarumma blocca bene. Al 60′ ci prova Pasalic dal limite, ma il suo mancino a giro termina sopra la traversa.
Al 61′ i rossoneri si portano nuovamente in vantaggio: gol di Suso che sfrutta bene un assist preciso di Abate. Passano tre minuti ed il Diavolo mette in cassaforte la partita con il 3 a 1 firmato dall’autogol di Costa che manda nella propria rete un traversone innocuo di Bonaventura.
Al 67′ cambi per Martusciello: dentro Zambelli e Tello per Veseli e Krunic; ma l’Empoli della ripresa gioca su ritmi decisamente più lenti rispetto il primo tempo. Al 77′ doppietta personale di Lapadula che colpisce Skorupski con un preciso mancino.
Al 79′ Montella inserisce anche Niang al posto di Pasalic e poi regala gli applausi a Lapadula, inserendo Andrea Poli. Nel finale ci prova ancora Bonaventura, ma Skorupski è bravo a respingere il pallone.
Dopo due minuti di recupero, Calvarese manda tutti negli spogliatoi. Milan che supera anche lo scoglio Empoli con un netto 4-1, maturato in gran parte nel secondo tempo quando il ritmo e l’intensità dei padroni di casa è calata e ha lasciato spazio alla tecnica rossonera.
Diavolo che sale così a 29 punti, a -4 dalla Juventus e, almeno momentaneamente, +3 sulla Roma che tra poche ore sarà impegnata contro il Pescara. Rossoneri che nel prossimo turno di campionato saranno attesi dal match delle 12.30 contro il Crotone, a San Siro.
(foto: wikipedia.org)

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here