Udinese – Milan 2 a 1 Serie A ventiduesima giornata, ora è crisi!

Diavolo in piena crisi: cinque punti conquistati nelle ultime sette partite

BandiereOra è veramente crisi. Di gioco, di risultati, di ritmo, di tecnica. È davvero importante l’involuzione che sta avendo il Diavolo in queste ultime partite quando i rossoneri hanno totalizzato solamente 5 punti. Ora non solo la Champions appare lontana, ma anche l’Europa League che dista tre punti. Diavolo che perde ancora a causa di errori individuali e che può recriminare solo per  un cartellino rosso non dato a De Paul  quando poi è stato lo stesso centrocampista a portare in vantaggio i friulani. Settimana prossima c’è la Sampdoria.
Tutto confermato per mister Montella che ritrova Romagnoli al centro della difesa al fianco di Paletta, con Abate e De Sciglio sulle corsie esterne. Mediana formata da Locatelli, Pasalic e Kucka. Davanti spazio a Bonaventura e Suso ai lati di Bacca.
Inizia su ritmi piuttosto alti il match e l’Udinese sfiora il vantaggio al 5′ con Thereau che, in area, calcia di prima intenzione ma trova l’ottima risposta di Donnarumma.
Il Diavolo reagisce e alla prima occasione trova il vantaggio: è l’8′ quando Suso crossa bene dalla sinistra e Bonaventura, nell’area piccola, stoppa e deposita in rete. 1 a 0 per il Milan al Friuli.
Dopo il buon inizio, entrambe le squadre rallentano e si studiano per diversi minuti. Al 24′ la gara torna viva con i padroni di casa con sfiorano il pareggio con Faraoni, ma l’ex Inter spedisce a lato da due passi.
Al 27′ Montella è costretto a dar seguito al primo cambio: dentro Deulofeu per Bonaventura che, cadendo, accusa problemi al ginocchio destro. L’Udinese non demorde e al 31′ trova l’1 a 1 grazie a un errore di Locatelli che, in fase di disimpegno, sbaglia passaggio e favorisce Thereau che entra in area e colpisce.
Al 37′ il Milan cerca una timida reazione con Pasalic, ma il suo destro si spegne in tribuna. Nel finale ammonito lo stesso croato per una trattenuta vistosa su Fofana.
Finisce 1 a 1 un primo tempo che i rossoneri avrebbero potuto, e dovuto, chiudere in vantaggio. L’errore di Locatelli, non proprio in un gran momento, ha concesso ai padroni di casa di trovare un pareggio piuttosto insperato visto la qualità del gioco.
Tutto confermato ad inizio ripresa con l’Udinese che al 51′ sfiora la rete con Zapata che, a tu per tu con Donnarumma, sbaglia e calcia addosso al portiere rossonero. Un minuto dopo ci prova Deulofeu per Suso, ma lo spagnolo guadagna solo un corner.
Al 56′ ammonito Abate, poi poco dopo è Bacca a sfiorare il gol a due passi da Karnezis. Al 70′ brutto fallo a palla lontana di De Paul su De Sciglio, ma Banti decide che ci sta solo l’ammonizione anche quando il rosso sembrava poter essere la sanzione corretta.
De Sciglio è costretto ad uscire e i friulani, pochi istanti dopo, vanno in vantaggio proprio con De Paul che dal limite dell’area supera Donnarumma con un tiro forte e preciso. Il Diavolo accusa il colpo e anche il neo entrato Lapadula per Bacca non riesce ad avere palloni giocabili.
Il match scorre via lento lento fino al 96′ quando Banti decreta la fine del match. Niente da fare per il Diavolo che esce ancora una volta sconfitto. Cinque punti nelle ultime sei partite sono una media da retrocessione e la classifica peggiora notevolmente: settimo posto a 37 punti, a tre punti dal quinto posto per accedere all’Europa League. Fiorentina che, con il pareggio di Genoa, rosicchia un altro punticino.
Diavolo che tornerà in campo domenica prossima, alle 12.30, per la sfida casalinga contro la Sampdoria.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here