Inter – Roma 1 a 3 Serie A ventiseiesima giornata, decide una doppietta di Nainggolan

Due grandi gol del belga indirizzano la gara prima delle reti nel finale di Icardi e Perotti

Logo_InterOrmai è una certezza: Pioli vince, ma non contro le grandi. Nella lunga serie di tre punti dell’Inter pesano le sconfitte contro Napoli, Juventus e, oggi, Roma. Giallorossi bravi a soffocare la manovra interista e capaci di portarsi in vantaggio con due splendide reti di Nainggolan. Nel finale Icardi accorcia, ma poi Medel atterra Dzeko in area e Perotti ringrazia. Finisce 3 a 1 per la Roma a San Siro. Chance di avvicinarsi al Napoli sprecata, ora il terzo posto Champions è più lontano.
Tutto confermato per Pioli che ritrova Icardi al centro dell’attacco, supportato da Candreva, Perisic e Joao Mario. Mediana con Kondogbia, Brozovic e Gagliardini, mentre davanti ad Handanovic spazio per Murillo, Medel e D’Ambrosio.
Di fronte 3-4-2-1 per Spalletti con Nainggolan e Salah alle spalle di Dzeko. Centrocampo con De Rossi, Strootman, Juan Jesus e Bruno Peres. In difesa, davanti a Szczesny, dentro Manolas, Fazio e Rudiger.
Inizia subito forte la gara. Al 6′ Perisic passa ad Handanovic che blocca con le mani; ammonizione per l’interista e punizione a due in area che Salah non sfrutta. Handanovic nega la gioia del gol all’egiziano.
Poco male visto che gli ospiti passano in vantaggio due minuti dopo con Nainggolan che punta Gagliardini, lo supera e deposita in rete con un gran tiro su cui Handanovic non può nulla.
L’Inter cerca la reazione immediata, ma pochi secondi dopo Joao Mario si fa deviare in corner il suo tiro. I neroazzurri, però, faticano a trovare spazi anche nei minuti successivi, con Perisic e Candreva che vengono sempre chiusi e raddoppiati.
Al 36′ grande intervento di Handanovic che mette la mano e nega il gol a Dzeko. Al 41′ cartellino giallo per De Rossi che entra fallosamente su Gagliardini. Poco dopo è attento Rudiger a fermare Icardi e a mandare in corner.
Al 45′, all’ultimo respiro del primo tempo, ci prova Brozovic con un bel tiro in contro balzo che viene deviato in corner dal portiere giallorosso.
Finisce qui un primo tempo che ha visto la Roma iniziare molto bene e passare in vantaggio con una grande conclusione di Nainggolan; ottima la preparazione tattica di Spalletti che ha imbrigliato alla perfezione le fonti di gioco neroazzurre.
Tutto confermato ad inizio ripresa, con l’Inter che ci prova con Candreva, assistito di tacco da Brozovic; ma il tiro dell’esterno ex Lazio viene deviato. Al 50′ ottima chance per Perisic che viene fermato in extremis da Bruno Peres.
Al 55′ primo cambio per Pioli con Eder che prende il posto di Brozovic; ma a mettersi in luce è ancora una volta Nainggolan. Il belga recupera palla nella propria metà campo e sguscia via fino ai venticinque metri, dove lascia partire un destro ad incrociare di grande precisione e forza. 2 a 0 e giallorossi che mettono in cassaforte la gara.
I ritmi si spengono per qualche minuto e Spalletti ne approfitta per inserire Perotti al posto di Salah. Al 73′ Dzeko sfiora il tris con un colpo di testa che finisce a lato. Al 76′ dentro anche Gabigol per Candreva e Inter che si pone super offensiva per l’ultimo quarto d’ora. Poco dopo terzo ed ultimo cambio per mister Pioli che inserisce anche Banega al posto di Joao Mario.
All’81’ Icardi accorcia segnando in spaccata su assist di Perisic; 2 a 1 e dieci minuti finali che si accendono nuovamente. All’82’ giallo per Murillo e per Fazio dopo una mini rissa in seguito a un fallo dell’interista.
All’84’, però, ci pensa Medel a rendere vane le speranze di rimonta neroazzurre. Entrata scomposta e a gamba alta su Dzeko e calcio di rigore per i giallorossi; dal dischetto si presenta Perotti: rete e partita che si chiude definitivamente.
Al 93′ l’ultima occasione del match con Perisic che mette a sedere Rudiger e crossa per Icardi che spizza per Eder, ma alla fine arriva Szczesny e blocca tutto.
Neroazzurri che in classifica rimangono fermi a 48 punti e vengono quasi raggiunti dal Milan, salito a 47. Davanti si allontanano l’Atalanta e la Lazio, rispettivamente arrivate a 51 e 50 lunghezze. Mentre la distanza dal terzo posto, complice la sconfitta del Napoli, rimane invariata a 6 punti.
Neroazzurri che torneranno in campo domenica prossima, alle 15.00, per la trasferta in terra sarda contro il Cagliari.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here