Inter – Atalanta 7 a 1 Serie A ventottesima giornata, goleada neroazzurra

Triplette di Icardi e Banega e rete di Gagliardini. L'Inter umilia Gasperini e sogna la Champions

interUna grande domenica per l’Inter che, dopo i cinque gol contro il Cagliari, abbatte anche l’Atalanta con un poderoso 7 a 1 maturato in poco più di un quarto d’ora, a metà del primo tempo. Triplette per Icardi e Banega e rete per Gagliardini, con i bergamaschi fuori partita e annichiliti per la roboante sconfitta. Atalanta al tappeto, Inter che ritrova l’entusiasmo per la lotta Champions.
Tutto confermato per Pioli che si affida al tridente formato da Candreva, Banega e Perisic alle spalle di Icardi, con Joao Mario ancora in panchina. Mediana a due con Gagliardini e Kondogbia, mentre in difesa dentro D’Ambrosio, Medel, Miranda ed Ansaldi. Tra i pali Handanovic.
Inizia su ritmi piuttosto forti il match e dopo cento secondi ecco che si fa vedere Perisic che, tutto solo davanti a Berisha, non colpisce il pallone. All’8′ risponde l’Atalanta con Gomez, ma il suo diagonale finisce a lato.
Al 15′ ammonito Toloi che atterra Icardi lanciato a rete; al 17′ arriva il vantaggio dell’Inter con Banega che calcia benissimo la punizione conquistato dalla punta argentina.
L’Atalanta accusa il colpo ed i neroazzurri affondano il colpo: è il 23′ quando Icardi salta Spinazzola e costringe Berisha al fallo da rigore. Dal dischetto va lo stesso Maurito: cucchiaio e 2 a 0. Gli ospiti sono completamente nel pallone. Al 25′ viene ammonito anche Zukanovic poi, un minuto dopo, arriva il tris firmato ancora da Icardi che, di testa su cross di Banega, batte il portiere bergamasco.
Non c’è pace per gli uomini di Gasperini: al 31′ arriva il secondo gol per Banega che cala il poker depositando in rete un bel cross di Candreva. E al 35′ l’argentino ex Valencia firma la sua prima tripletta italiana anticipando Icardi e battendo un incolpevole Berisha.
Dopo le cinque reti subite, l’Atalanta riesce un attimo a riorganizzarsi e al 42′ trova il gol della bandiera con Freuler che sfrutta una disattenzione di Medel e trova la rete.
Si chiude sul 5 a 1 per i padroni di casa un primo tempo a dir poco a senso unico, con l’Atalanta protagonista di un blackout che entrerà nella storia: cinque gol in poco più di un quarto d’ora.
Tutto confermato ad inizio ripresa e sinfonia che non cambia. Al 52′ arriva il sesto gol dei neroazzurri con Gagliardini che trova la rete con un destro potente. Secondo gol consecutivo per lui che non esulta contro la sua ex squadra.
Al 60′ Gasperini opta per due cambi: dentro Mounier e Bastoni per Gomez e Kessie. Ma il ritmo non cambia e al 68′ Banega firma la sua tripletta, inventandosi un’altra rete su punizione.
Al 70′ altri cambi con D’Alessandro che prende il posto di Spinazzola e Pioli che regala la standing ovation a Banega inserendo Joao Mario. Poco dopo entrano anche Palacio ed Eder per Icardi e Perisic, ma le azioni sono veramente poche.
Sul 7 a 1 anche l’Inter decide di fermarsi e di non affondare ulteriormente il coltello in una piaga che, oggi, è apparsa veramente profonda. Al 90′ arriva il triplice fischio. Non c’è altro da aggiungere, il 7 a 1 parla chiaro sulle forze in campo questo pomeriggio.
Neroazzurri che salgono così a 54 punti, superando e avanzando di due punti proprio sui bergamaschi e guadagnando tre lunghezze su un Milan fermo a quota 50 dopo la discussa sconfitta contro la Juventus. In attesa del match della Roma, la zona Champions rimane a 5 punti.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here