Inter – Napoli 0 a 1 Serie A trentaquattresima giornata, la stagione neroazzurra finisce qui

Callejon condanna l’Inter: ora l’Europa League dista 8 punti, troppi considerando che mancano solo 4 partite

Logo_InterUn’altra sconfitta per l’Inter, l’ennesima di questo ultimo mese e mezzo in cui i neroazzurri hanno rovinato quanto di buono fatto nei primi mesi della gestione Pioli. Difesa sempre in difficoltà, centrocampo che ha perso la brillantezza in fase di non possesso e tridente che fatica sempre di più a trovare Icardi. Sembra di rivedere l’Inter di inizio stagione. La sconfitta contro il Napoli chiude anticipatamente la stagione: la zona Europa League dista ora 8 punti, troppi considerando che mancano solo 4 partite.
Dopo il ritiro punitivo, Pioli cerca punti importanti per tornare in corsa per l’Europa League. 4-2-3-1 con Eder, Joao Mario e Candreva alle spalle di capitan Icardi. In mediana spazio per Brozovic e Gagliardini, mentre davanti ad Handanovic linea a quattro con D’Ambrosio, Medel, Murillo e Nagatomo.
Dopo tre minuti si fanno vedere i partenopei con Callejon che cerca e trova Mertens in area, ma Handanovic esce e fa sua la sfera. Al 9′ si fa vedere l’Inter: cross di Candreva con Icardi che intercetta e anticipa Eder, probabilmente messo meglio.
Al 12′ illusione del gol per Icardi che di testa colpisce la parte esterna della rete. Al 15′ ci prova Joao Mario, ma colpisce malissimo il pallone e la sfera termina sul fondo. Al 21′ è la volta di Gagliardini: tiro dal limite dell’area, ma Koulibaly intercetta.
Al 25′ bella giocata di Insigne che serve Callejon che crossa di prima intenzione, ma Hamsik di testa manda alto sopra la traversa. Al 34′ che chance per Mertens: Zielinski imbecca alla perfezione il belga che lascia sul posto Murillo e calcia male, a tu per tu con Handanovic.
Il Napoli legittima la supremazia di questo primo tempo solamente al 43′: brutta giocata di Nagatomo che regala un assist perfetto per Callejon che ringrazia, supera Handanovic e deposita in rete. E’ l’ultima occasione di un primo tempo in cui il Napoli ha giocato sicuramente meglio ed ha saputo sfruttare l’errore di Nagatomo.
Tutto confermato ad inizio ripresa, con il Napoli che cerca di chiudere la gara. Al 52′ ammonito Murillo che ferma fallosamente Mertens; il difensore era diffidato, salterà la sfida contro il Genoa. Al 56′ ammonito anche Brozovic.
Al 60′ primo cambio per mister Pioli che inserisce Perisic al posto di Joao Mario, mentre Sarri risponde con Rog per Zielinski. Poco prima bella parata di Handanovic sul tiro di Mertens, servito molto bene da Callejon. Al 65′ ammonito anche Koulibaly, anch’egli diffidato.
Al 68′ ancora Handanovic protagonista di un bel salvataggio su Insigne. Al 72′ si fa vedere Perisic con un bel tiro al volo, ma Reina blocca senza problemi. Poco dopo dentro Allan per Hamsik e Banega per Eder. Al 77′ dentro anche Andreolli, al posto di un affaticato Murillo.
All’80’ terzo ed ultimo cambio anche per Sarri che inserisce Milik per Mertens, ma i partenopei nell’ultima decade di match non sembrano avere particolari affanni a gestire il vantaggio.
Negli ultimi secondi di gioco Nagatomo ci prova di testa, ma la sua conclusione è troppo debole e Reina blocca senza problemi. Finisce qui il match. Inter inconcludente che esce sconfitta da San Siro. Il Napoli gioca bene metà primo tempo e si porta a casa tre punti fondamentali nella rincorsa al secondo posto.
Inter che rimane a quota 56 punti e, con otto punti di distanza dall’Atalanta e quattro gare ancora da giocare, dicono quasi matematicamente addio all’Europa League. Il Napoli, invece, sale a 74 punti e sfrutta il passo falso della Roma nel derby, portandosi a una sola lunghezza dai giallorossi. Neroazzurri che domenica prossima saranno impegnati a Genova contro il Grifone; fischio d’inizio alle 15.00.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here