Milan Bologna 3 – 0 Serie A trentasettesima giornata, i rossoneri tornano in Europa League

Deulofeu, Honda e Lapadula regalano la matematica certezza: il Milan torna in Europa, via preliminari

Milan_Calcio_LogoMontella aveva definito la gara come una finale da vincere. E questa volta i rossoneri non hanno deluso né dal punto di vista della vivacità mostrata, né dal punto di vista della concretezza. Nel primo tempo tantissime occasioni da rete, soprattutto per Lapadula, nella ripresa i gol di Deulofeu, Honda e Lapadula che suggellano un’ottima prestazione. Buona prestazione di Montolivo in mezzo al campo e di Honda quando è entrato in campo. Il Milan è matematicamente sesto, l’Europa (League) torna ad essere una realtà. Preliminari permettendo.
Novità di modulo e formazioni per Montella che si affida al 3-5-2 con Gomez, Paletta e Romagnoli davanti a Donnarumma. Centrocampo folto con Deulofeu e Vangioni sui lati, mentre al centro troviamo Pasalic, capitan Montolivo e Bertolacci. Davanti esordio dal primo minuto per il duo formato da Lapadula e Bacca.
Non inizia a ritmi molto alti il match; la prima chance è per gli ospiti che al 9’ ci prova con Destro che colpisce di testa su cross di Torosidis; palla a lato. Il Milan risponde con Bertolacci che regala la sponda a Montolivo che controlla e calcia dal limite, ma la conclusione finisce sopra la traversa.
Al 15’ grandissima chance per Lapadula che, dopo un’azione manovrata da Deulofeu e Bacca, calcia incredibilmente a lato dall’altezza del dischetto del rigore. Che errore per l’ex attaccante del Pescara. Poi primo cambio per Donadoni che è costretto a sostituire Di Francesco, inserendo Okwonkwo.
Al 21’ Diavolo ancora vicino al gol: punizione di Bertolacci che arriva a Gustavo Gomez che la spizza di testa, ma centra Mirante. Al 24’ bella intuizione di Montolivo per Pasalic che entra in area, ma viene fermato all’ultimo di Torosidis. Poco dopo occasione ancora per Gomez, ma il suo colpo di testa termina sopra la traversa.
Al 26’ retropassaggio sbagliato di un difensore del Bologna, ma Mirante riesce ad approfittare Lapadula. Al 30’ cross di Vangioni per Lapadula che entra in area di rigore e prova con il mancino, ma non inquadra la porta. Tante occasioni per l’attaccante italiano, ma la precisione manca completamente.
Bel momento per i rossoneri che, nonostante i diversi errori sotto porta, appaiono decisamente più vivaci delle ultime apparizioni. Al 34’ corner per il Milan con Lapadula che salta e colpisce di testa, ma il pallone termina alto.
Al 44’ si fa timidamente vedere il Bologna con un sinistro dalla distanza di Verdi, ma il pallone si spegne sopra la traversa. Non ci sono altre occasioni: il primo tempo va in archivio sullo 0 a 0, con il Milan autore di un’ottima prestazione dal punto di vista delle chance create. Nella ripresa, però, sarà opportuno concretizzare subito per evitare di chiudere sullo 0 a 0 una partita dominata.
Nella ripresa subito dentro Mati Fernandez per Bertolacci; al 48’ ci prova Romagnoli con un’azione personale, ma la sua conclusione termina alta. Al 52’ bella percussione di Deulofeu e palla per Pasalic che sfiora il palo. Poco dopo dentro Honda per Bacca.
Al 65’ bello spunto del giapponese appena entrato, ma Mirante è bravo a distendersi e a bloccare la sfera. Passano quattro minuti ed il Milan legittima la gran mole di occasioni da rete create: assist di Mati Fernandez per Deulofeu che, al volo, supera Mirante.
Passano due minuti ed arriva il 2 a 0 del Diavolo firmato da Honda che supera Mirante con una splendida punizione. Ora i ritmi calano: Montella inserisce Cutrone per Deulofeu. All’89’ arriva anche il tris, firmato da Lapadula. Milan che chiude sulle ali dell’entusiasmo una partita assolutamente dominata.
Bisognava vincere e così è stato: il Milan supera il Bologna e, complice la sconfitta di ieri contro la Fiorentina, si regala la matematica certezza del sesto posto e dei preliminari di Europa League. Rossoneri nuovamente in Europa la prossima stagione.
Diavolo che chiuderà la stagione domenica prossima a Cagliari, per l’ultima sfida delicata per mantenere il sesto posto valido per accedere ai preliminari di Europa League.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here