Milan – Roma Serie A settima giornata 0 a 2, così non va

Altra sconfitta per i rossoneri di Montella: 70 minuti positivi, poi il crollo sotto il segno di Dzeko e Florenzi

E siamo a tre. Dopo la Lazio e la Sampdoria, anche la Roma ha la meglio su questo Milan che non sembra aver trovato ancora la quadra difensiva. A tre ci sono troppe amnesie: Romagnoli continua a sbagliare, Musacchio è insicuro e Bonucci è un lontano parente di quello ammirato alla Juventus. E poi c’è una cronica difficoltà a fare gol, nonostante l’inserimento dal primo minuto della coppia formata da André Silva e Kalinic. Così non va: 12 punti conquistati in 7 partite sono pochi, addirittura uno in meno dello scorso anno. Ora pausa per le Nazionali, poi il derby contro l’Inter.
Confermata la difesa a tre in casa Milan con Musacchio, Bonucci e Romagnoli davanti a Donnarumma. A centrocampo esperimento Borini a destra con Rodriguez sull’out opposto e Calhanoglu, Kessie e Biglia in mezzo. Davanti Silva e Kalinic.
43-3 per Di Francesco con Florenzi ed El Shaarawi ai lati di Dzeko. Centrocampo con Nainggolan, De Rossi e Strootman. In difesa, davanti ad Alisson, spazio per Bruno Peres, Manolas, Fazio e Kolarov.
Match intenso sin dai primi minuti, ma che non regala particolari sussulti sino al 17′ quando Donnarumma scivola in fase di rinvio e consente a Strootman di calciare di prima intenzione. Palla a lato.
Al 20′ ci prova Florenzi con un tiro al volo su cross di Kolarov, ma Donnarumma blocca agevolmente. Al 24′ primo squillo del Milan: conclusione da fuori area di Kessie che si spegne sul fondo.
Al 29′ primo cambio per i giallorossi con Pellegrini che rileva Strootman, uscito per un duro colpo alla testa. Al 37′ primo ammonito del match: il cartellino è per Calhanoglu.
Al 42′ azione personale di Pellegrini che entra in area e va al tiro, ma Donnarumma blocca la sfera. L’ultima occasione è ancora per Kessie, ma la sua conclusione si spegne sopra la traversa.
Finisce sullo 0 a 0 un primo tempo di grande intensità, ma che non ha regalato particolari sussulti dal punto di vista delle azioni da gol.
Tutto confermato ad inizio ripresa, con il Milan che ci prova con Kalinic che però sbaglia l’impatto con la sfera. Al 58′ Diavolo vicino al gol con Andre Silva che, su cross di Rodriguez, non inquadra lo specchio della porta.
La Roma si fa vedere al 61′ con Florenzi che approfitta di una disattenzione della difesa rossonera, ma sbaglia a tu per tu con Donnarumma. Passa un minuto e risponde Bonucci: conclusione e miracolo di Alisson.
Nel miglior momento del Milan, Edin Dzeko spegne tutto l’entusiasmo. Siamo al 72′ quando il bosniaco, complice una deviazione di Romagnoli, regala il vantaggio ai suoi.
Diavolo che accusa il colpo ed al 77′ subisce anche il 2 a 0 firmato da Florenzi: Bonucci sbaglia marcatura, Donnarumma respinge corto un tiro di Nainggolan e Florenzi deposita in rete.
Al 79′ Montella inserisce Cutrone per Kalinic e, pochi minuti dopo, anche Bonaventura per Borini. Ma non cambia nulla, anzi i rossoneri rimangono in dieci all’80’ per la seconda ammonizione a Calhanoglu, quest’oggi veramente insufficiente.
Dopo tre minuti di recupero finisce il match. Milan che perde anche contro la Roma, dimostrandosi all’altezza per oltre un’ora, ma sciogliendosi alle prime difficoltà. Ancora errori difensivi, ancora errori dei singoli, ancora poco brillanti i grandi acquisti del mercato estivo.
Ora ci saranno due settimane di tempo per assettare la difesa in vista del derby contro l’Inter.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here