Napoli – Inter 0 a 0 Serie A nona giornata, Handanovic salva i neroazzurri

Grandi parate del portiere sloveno: i neroazzurri fermano il Napoli e si candidano per lo scudetto

Ora sognare è lecito. Quattro punti contro Milan e Napoli potevano essere una chimera in estate, quando l’Inter di Spalletti doveva ancora prendere forma. Una squadra molto coesa, solida e attenta in fase difensiva. Manca solo un po’ di creatività in fase di costruzione. Contro il Napoli molto positivo Handanovic, ma escono con un voto più che sufficiente anche Skriniar e Candreva. Poco assistito Icardi, non molto brillante Perisic. La classifica, comunque, sorride ai neroazzurri che salgono a quota 23 punti, lasciando invariata la distanza dai partenopei, ora a 25 lunghezze.
Tutto confermato per Spalletti che schiera Candreva, Borja Valero e Perisic alle spalle di Icardi, con Vecino e Gagliardini sulla mediana. In difesa, davanti ad Handanovic, spazio per D’Ambrosio, Miranda, Skriniar e Nagatomo.
Di fronte ce la fa Insigne al fianco di Mertens e Callejon. Centrocampo con Allan, Jorginho e Hamsik. In difesa, davanti a Reina, spazio per Hysaj, Albiol, Koulibaly e Ghoulam.
Come di consueto inizia forte il Napoli che dopo cento secondi ci prova con Hamsik che però viene fermato da Skriniar. Al 5′ arriva il primo tiro: ci pensa Insigne, ma la sua conclusione termina a lato.
Al 9′ primo affondo per l’Inter con Borja Valero che lancia Icardi, ma l’argentino viene anticipato da Koulibaly. All’11’ ancora neroazzurri in avanti: azione iniziata da Borja Valero e conclusa da D’Ambrosio che conclude a lato.
Al 20′ padroni di casa a un passo dal vantaggio con Callejon prima e Mertens poi, ma Handanovic dice no entrambe le volte. Al 28′ tornano a farsi vivi gli uomini di Spalletti: cross dalla destra di Candreva per Perisic che, di testa, manda a lato.
Al 36′ bellissimo lancio di Hamsik per Insigne che, tutto solo davanti ad Handanovic, prova a sorprendere lo sloveno di testa, ma non ci riesce. Passano due minuti e Koulibaly ruba la palla a Skriniar ed entra in area, ma non inquadra la porta.
Al 41′ grande chance per Borja Valero, sicuramente uno dei più vivaci nell’Inter di questo primo tempo: l’ex Viola viene servito bene di testa da Perisic e va al tiro, ma Reina manda in corner. Nel finale c’è spazio per un infortunio a Callejon: l’argentino, fedelissimo di Sarri, si accascia a terra toccandosi il ginocchio dopo una scivolata.
Finisce qui il primo tempo: reti inviolate grazie alle belle parate di Handanovic e Reina. Napoli che macina gioco, Inter che cerca di sfruttare al meglio le ripartenze.
Tutto confermato ad inizio ripresa: rimane in campo anche Callejon. Al 47′ bella azione di Vecino che tenta la percussione centrale, ma Albiol sulla linea riesce a fermare tutto. Al 54′ Mertens supera Skriniar e si lancia verso l’area interista, ma D’Ambrosio ferma tutto.
Al 66′ primo ammonito del match: giallo per Miranda. Poco dopo conclusione di Mertens, ma Skriniar blocca tutto. Al 68′ primo cambio del match: dentro Joao Mario al posto di un positivo Borja Valero. Sarri risponde con Zielinski per capitan Hamsik. Poco dopo dentro anche Rog per Allan.
Al 75′ grande chance per Insigne che recupera un pallone e sfiora la rete. All’82’ esce anche Candreva, in campo Cancelo. Negli ultimi minuti Spalletti tenta il tutto per tutto con Eder al posto di Icardi, ma è sempre il Napoli a sfiorare il vantaggio; l’Inter ringrazia Handanovic che si immola davanti a Mertens e tiene la propria porta inviolata.
0 a 0 al 93’: Napoli che sale a quota 25 punti e Inter che si mantiene in scia portandosi a 23. Si ricomincia con il turno infrasettimanale, in programma a partire da martedì 24 ottobre. Neroazzurri in campo a San Siro contro la Sampdoria.
(foto: wikipedia.org)

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here