Inter – Udinese 1 a 3 Serie A 17esima giornata, prima sconfitta per i neroazzurri di Spalletti

La corsa dell’Inter si ferma nella gara casalinga contro l’Udinese: Lasagna, De Paul e Barak condannano Spalletti alla prima sconfitta

Prima o poi doveva pur accadere. E i presentimenti dopo il pareggio risicato contro la Juventus e il difficoltoso passaggio del turno in Coppa Italia contro il Pordenone c’erano tutti. L’Inter si riscopre fragile in difesa se attaccata con veemenza e forza fisica e poco concreta in avanti, soprattutto nel primo tempo quando Brozovic e Candreva hanno avuto diverse chance per ritrovare il vantaggio. Invece nella ripresa l’Udinese ha aumentato il ritmo ed Oddo torna a casa con tre punti fondamentali.
Tutto confermato per mister Spalletti che cerca di confermarsi in testa alla classifica affidandosi all’ormai collaudato trio formato da Candreva, Brozovic e Perisic alle spalle di Icardi. In mediana spazio per Vecino e Borja Valero, mentre in difesa davanti ad Handanovic dentro D’Ambrosio, Skriniar, Miranda e Santon.
Inter che parte forte con Vecino che al 4′ prova a sorprendere Bizzarri con un colpo di testa, ma la palla termina sul palo. Al 7′ Candreva si rende pericoloso colpendo di testa su cross di Perisic, ma Bizzarri blocca tutto.
Al 14′ alla prima occasione i friulani passano in vantaggio: Santon perde palla malamente e serve Widmer che regala a Lasagna una palla che può solo spingere in rete. 1 a 0 per i padroni di casa.
Nemmeno il tempo di godersi il vantaggio che i neroazzurri pareggiano subito con Icardi: Candreva crossa dalla destra e l’argentino trova l’1 a 1. Al 21′ Candreva tenta il vantaggio, ma il suo destro al volo sfiora l’incrocio.
La partita entra in una fase di stanca, ma al 33′ ci pensa Borja Valero a risvegliare i suoi con un tiro da fuori area, ma Bizzarri para agevolmente. Nel finale di primo tempo ci provano ancora Candreva, Brozovic e Perisic, ma Bizzarri si dimostra invalicabile.
Finisce 1 a 1 un primo tempo in cui l’Inter ha avuto diverse occasioni per portarsi in vantaggio, senza però riuscire ad avere quella concretezza sotto porta che aveva contraddistinto i neroazzurri in questa prima fase di stagione.
Nella ripresa tutto confermato, con Handanovic che si supera bloccando Lasagna rimasto a tu per tu con lo sloveno. E’ partita decisamente meglio l’Udinese in questo secondo tempo: al 57′ tocco di mano di Santon su cross di Widmer. L’arbitro consulta il VAR e concede il penalty che viene trasformato da De Paul.
Al 68′ Skriniar cerca l’immediato pareggio, ma il suo colpo di testa si stampa sulla traversa. Passano pochi secondi e si verifica un episodio dubbio nell’area friulana: Danilo trattiene Miranda e il brasiliano finisce a terra, ma l’arbitro decide di lasciar proseguire.
Al 69′ primo cambio per Spalletti che richiama un pessimo Santon per Karamoh, poi ci prova Gagliardini di testa, ma Bizzarri salva tutto. Al 77′ Udinese che firma anche il 3 a 1 con Barak che chiude a pochi passi da Handanovic.
Spalletti inserisce anche Eder per Vecino, ma l’assalto finale non produce i risultati sperati. Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro fischia la fine del match. Prima sconfitta per l’Inter di Spalletti che dopo aver rischiato la figuraccia contro il Pordenone, dimostra di non essere certo nel suo miglior momento stagionale.
Neroazzurri che scenderanno nuovamente in campo sabato 23 dicembre per la sfida esterna contro il Sassuolo.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here