Spal – Milan 0 a 4 Serie A ventiquattresima giornata, goleada rossonera

Cutrone due volte, poi Biglia e Borini: rossoneri autori di una bella vittoria

Poker del Milan in casa della Spal grazie a una grande prova di Cutrone; una prova da prima punta, da catalizzatore di palloni nell’area di rigore. Il giovane attaccante rossonero segna dopo pochi secondi e chiude tutto nella ripresa, con Biglia e Borini che partecipano alla festa del gol e chiudono il match regalando il poker al Diavolo. Milan che inaugura il tour de force di febbraio con una bella vittoria: ora i punti in classifica sono 38. Occhi puntati sulla Sampdoria.
Tutto confermato per mister Gattuso che ripropone l’ormai collaudato 4-3-3. Novità in attacco con Kalinic ancora alle prese con la pubalgia, dentro quindi Cutrone con Calhanoglu e Suso ai lati. Mediana con Kessie, Biglia e Bonaventura. In difesa, davanti a Donnarumma, spazio per Abate, Bonucci, Romagnoli e Rodriguez.
Inizia subito forte il Milan che dopo cento secondi passa in vantaggio: cross di Suso e colpo di testa di Romagnoli, Meret para ma non può nulla sul tap-in di Cutrone. 1 a 0 per i rossoneri. Al 6′ affondo in area di Cutrone per Kessie, con Vicari che rischia l’autorete.
Al 12′ si fa vedere la Spal: corner di Viviani e colpo di teta di Simic, con Donnarumma che blocca agevolmente. Al 17′ ammonito Kessie, primo giallo del match. Al 22′ ancora corner per i padroni di casa: questa volta è Salamon a prenderla di testa, ma la palla termina sul fondo.
Al 29′ giallo anche per Simic, poi poco dopo prende il cartellino anche Biglia. Al 41′ pericolosa la Spal con Viviani che, su punizione, prende il palo esterno. L’ultima occasione arriva al 44′ con Rodriguez che ci prova dalla distanza, ma il suo mancino si spegne sopra la traversa.
Primo tempo che termina sull’1 a 0 per il Milan che chiude in vantaggio grazie alla rete di Cutrone dopo pochi secondi. Rossoneri che però devono cercare di chiudere il match, onde evitare il ritorno della Spal.
Tutto confermato ad inizio ripresa, con il Milan che tiene in mano il pallino del gioc. Al 55′ primo cambio per Semplici con l’ex Paloschi che prende il posto di Everton Luiz. Al 60′ ci prova Biglia da fuori area, ma la sua conclusione viene sporcata in are.
Al 62′ dentro anche Schiattarella per Grassi, ma il centrocampista viene ammonito pochi istanti dopo. Al 65′ Cutrone chiude il match sfruttando al meglio una respinta corta di Meret sul tiro di Suso. Il giovane attaccante rossonero prende prima il palo e poi ribatte in rete.
Passano pochi minuti e Biglia regala il 3 a 0: l’ex Lazio non si fa fare tunnel da Viviani, recupera palla e la piazza all’angolino dove Meret non può arrivare. Cambia anche Gattuso, inserendo Montolivo, André Silva e Borini al posto di Biglia, Cutrone e Kessie.
La partita si spegne nel finale, ma all’89’ arriva Borini a firmare il poker con un tiro mancino dall’interno dell’area di rigore. Nei due minuti di recupero non accade più nulla: finisce 4 a 0 a Ferrara.
Diavolo che sale a quota 38 punti e raggiunge, almeno momentaneamente, la Sampdoria. Milan che tornerà in campo giovedì alle 19 per la trasferta di Europa League contro il Ludogorets, mentre in Serie A il prossimo impegno è fissato per le 20.45 della prossima domenica quando a San Siro arriverà la Sampdoria.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here