Inter – Fiorentina 3 a 0 Serie A prima giornata, ottime prestazioni di Perisic e Icardi

Doppietta di Icardi nel primo tempo e tris di Perisic nella ripresa: Spalletti parte con il piede giusto

X-Gate - Sviluppo software e servizi

interL’Inter parte dal capitano, Icardi, che regala la vittoria all’Inter con una doppietta. Prima il gol su rigore, poi la rete di testa. Nella ripresa arriva anche la rete di Perisic, autore di una prestazione assolutamente di livello, con anche Skriniar che ha ridato sicurezza alla difesa. Di fronte una Fiorentina che ha mostrato vivacità, ma che è ancora un cantiere aperto. Spalletti parte con il piede giusto, la squadra lo segue e anche i vari Nagatomo, Brozovic e Joao Mario che l’anno scorso sembravano totalmente avulsi, hanno mostrato sicurezza.
4-2-3-1 per mister Spalletti che dietro Icardi lancia il redivivo Brozovic con Perisic e Candreva. Mediana “Viola” con Vecino e Borja Valero. In difesa dentro D’Ambrosio e Nagatomo sulle fasce con Skriniar e Miranda al centro a protezione di Handanovic.
Di fronte modulo speculare per Pioli che inserisce subito Simeone con Benassi, Eysseric e Gil Dias alle sue spalle. Centrocampo con Sanchez e Veretout. In difesa, davanti a Sportiello, spazio per Tomovic, Vitor Hugo, Astori e Maxi Oliveira.
Inizio determinato per l’Inter che dopo appena quattro minuti conquista un penalty per fallo di Astori su Icardi. Tagliavento non ha dubbi e lo stesso attaccante argentino insacca, spiazzando Sportiello.
Gara subito sui giusti binari per i neroazzurri che al 9′ ci provano anche con Vecino che però colpisce male e non sfrutta il cross di Nagatomo. L’ex Viola ci prova anche due minuti dopo, ma calcia sopra la traversa da buona posizione.
Al 14′ ammonito Sanchez che entra duro su Borja Valero, poi pochi secondi dopo arriva il raddoppio, firmato ancora da Icardi. Perisic crossa dalla destra e l’argentino colpisce bene di testa: 2 a 0. Al 19′ si fa vedere la Fiorentina con Benassi che conquista palla e conclude da fuori area: pallone a lato.
Dopo qualche minuto di rallenty, il match torna nel vivo al 25′ con Brozovic che tira da fuori area, ma Sportiello vola e mette in calcio d’angolo. Al 27′ si fa vedere anche Handanovic che toglie il gol a Simeone. Passano pochi secondi e ci prova anche Candreva, ma invece che tirare l’ex Lazio cerca l’assist per Icardi e spreca tutto.
Nel finale Var ancora protagonista: è il 40′ quando Simeone si scontra in area con un difensore dell’Inter e Tagliavento chiede l’utilizzo dei monitor. Niente rigore e fine del primo tempo, con l’Inter che è scesa in campo molto determinata ed è riuscita ad incanalare subito la partita, anche grazie alle geometrie di Borja Valero e Vecino.
Nessuna sostituzione ad inizio ripresa ed Inter che si rende pericolosa al 52′ con Icardi: cross di Candreva e deviazione dell’attaccante argentino che viene respinta da Sportiello.
Al 55′ i Viola provano a riaprire il match con Eysseric, ma Handanovic blocca agevolmente. Cambia Pioli: dentro Cristoforo per Benassi, non troppo in forma. Al 60′ dentro anche Babacar per Simeone.
Al 63′ cambia anche Spalletti che inserisce Joao Mario per Borja Valero, autore di un’ottima prova. Dopo due minuti di prova Perisic con un sinistro potente, ma la sua conclusione si spegne sopra l’incrocio dei pali.
Al 69′ ottima parata di Handanovic sul destro molto preciso di Babacar, poi secondo cambio per l’Inter: dentro Gagliardini per Brozovic.  Al 75′ bella palla di Joao Mario per Icardi che serve Gagliardini che spreca tutto, calciando alto. Al 78′ bel tiro da fuori area di Veretout che centra il palo ad Handanovic battuto.
Al 79′ arriva il tris firmato Perisic: il croato chiude definitivamente il match con un colpo di testa su cross di Joao Mario. Non contenti, i neroazzurri sfiorano il poker all’82’ con Icardi, ma Sportiello si supera e nega la tripletta all’argentino.
All’83’ Spalletti regala la standing ovation ad Icardi ed inserisce Eder. Nel finale non accadono altre azioni degne di nota. A San Siro finisce 3 a 0, con Spalletti che parte con il piede giusto sulla panchina neroazzurra.
Dopo Pioli, altra sfida di ex al prossimo turno. L’Inter, infatti, si troverà di fronte la Roma nel posticipo di sabato prossimo.

Matteo Torti

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO