Milano City Marathon 2010, il Kenya vince e fa sognare!

un_momento_della_corsa-staffettaIl freddo e il vento non hanno fermato le gambe del ventiseienne Jafred Chirchir Kipchumba, che ha percorso i 42,195 km del percorso milanese in 2h9’15”, staccando tutto il gruppo a partire dal 37esimo chilometro.

 

 

Anche il secondo e terzo posto vanno ad atleti internazionali: il connazionale di Kipchumba, il 31enne Charles Kamathi (2h11’24”) e l’etiope Teferi Kebede Balcha, 28 anni, con il tempo di 2h11’35”. L’Italia è al 12esimo posto, con la prestazione di Tommaso Vaccina, 2h22’59”.

 

una_festa_per_tutti“Sono molto contento di aver vinto” commenta Kipchumba, “soprattutto perché ho battuto Kamathi!”

 

I runners che hanno partecipato alla gara sono stati 7.213.

 

Un ottimo quarto posto vede l’Italia nella classifica femminile, con la prestazione della 39enne Marcella Mancini, che ha realizzato un tempo di 2h37’43”. I primi posti vanno alla 24enne etiope Ansakech Egigayehu Mengistu (2h25’50”), alla keniana Anne Bererwe Cheptanui (2h28’22”) e all‘etiope Yeshimebet Tadesse Bifa (2h36’04”).

 

La vincitrice è stata colta da un malore appena tagliato il traguardo, ed è stata subito portata in ospedale.

 

hand_bikeNella prova di hand bike grande il successo per Alex Zanardi (1h21’17”), che insieme ad  Aldo, Giovanni e Giacomo e Giacomo Agostani, è sceso in pista per la Fondazione Laureus.

 

 

 

 

 

Premiazione_della_Staffetta_piu_GenerosaIl premio alla “Staffetta più Generosa”, ovvero che ha raccolto il maggior quantitativo di contributi da donare il beneficenza, è andato alla squadra dei grandi Gelindo Bordin, Alberto Cova, Stefano Mei e Francesco Panetta, che insieme rappresentano 2 titoli olimpici, 2 mondiali e 5 europei, e hanno corso in favore dell’associazione Champions for Children di Clarence Seedorf. Sul podio con loro anche l’assessore Giovanni Terzi e l’assessore Alan Rizzi, che hanno rappresentato il Comune di Milano.

 

Claudio Agorni