Lega Abolizione Caccia, qui il modulo per chiedere il divieto di attività venatoria sul proprio terreno

pettirosso salvatoIl 9 gennaio 2014 il Consiglio provinciale di Milano ha approvato il nuovo Piano Faunistico Venatorio Provinciale.
 

Quando viene approvato il Piano Faunistico Venatorio Provinciale si apre una finestra temporale di soli 30 giorni dalla sua pubblicazione sull’Albo pretorio online, durante la quale il proprietario o conduttore di un fondo, che intende vietare sullo stesso l’esercizio dell’attività venatoria, deve presentare al Presidente della Provincia una richiesta motivata che – ai sensi dell’art. 2 della legge 7 agosto 1990, n. 241 – viene esaminata nel termine di 60 giorni.
 

La richiesta per chiudere il fondo alla caccia senza recinzione deve riportare i motivi per cui si vuole vietare la caccia sul fondo, ovvero quelli previsti dal comma 4, dell’art. 15 della legge n. 157/1992:

 

Art 15, comma 4: La richiesta è accolta se non ostacola l’attuazione della pianificazione faunistico-venatoria di cui all’articolo 10. E’ altresì accolta, in casi specificatamente individuati con norme regionali, quando l’attività venatoria sia in contrasto con l’esigenza di salvaguardia di colture agricole specializzate, nonché di produzioni agricole condotte con sistemi sperimentali o a fine di ricerca scientifica, ovvero quando sia motivo di danno o di disturbo ad attività di rilevante interesse

 

E’ importante ricordare che a seguito di una modifica della legge regionale Lombardia n. 26/93 all’art 14, dal 2006 i piani faunistico venatori provinciali hanno validità fino alla loro modifica secondo le esigenze e non hanno più scadenza quinquennale come previsto dalla legge statale 157/92.

 

Un’ulteriore sopraffazione dei diritti dei proprietari e conduttori di fondi che, già, devono sottostare all’art 842 del codice civile, che permette ai cacciatori di introdursi nei fondi privati senza il consenso dei proprietari.
 

La LAC (Lega Abolizione Caccia) ha predisposto un fac-simile di richiesta per chiudere il fondo alla caccia senza recinzione ai sensi dell’art, 15 della legge statale n. 157/92 e dell’art. 37 della legge regionale Lombardia n. 26/1993.

 

Per scaricarlo, clicca su :

http://www.abolizionecaccia.it/uploads/tx_lac/Modello_Domanda_Fondo_Sottratto_alla_Caccia.pdf

 

Per ulteriori informazioni:

– LAC, via Andrea Solari, 6 Milano

– tel. 02 4771 1806

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni per qualsiasi vostra esigenza economica, a partire da pochi euro.

Leggi anche:

Accesso animali da compagnia in luoghi pubblici Spino d’Adda, emessa l’ordinanza è scoppiata la polemica

Divieto di allevare, catturare e uccidere animali da pelliccia dentro il Parco Adda Sud, la mozione presentata da Spino d’Adda

Galline in allevamento intensivo Bruzzese di Olgiate Olona, video e foto shock di Nemesi Animale

Protesta animalisti Mifur Milano, ecco come vengono ammazzati gli animali che vengono scuoiati e trasformati in pellicce

Mobili con pelliccia Simonetta Ravizza linea FURniture, pelliccia di volpe e zibellini usata per ricoprire sedie e divani, rivolta degli animalisti a Milano

Di Redazione

Foto: www.abolizionecaccia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here