Droga e spaccio stazione centrale Milano, nuovi arresti

Alcuni agenti in borghese sono stati scambiati per possibili acquirenti, e i malviventi hanno offerto loro della cocaina

Nel pomeriggio di martedì 8 gennaio 2018, la Polizia di Stato, nel corso dei servizi di prevenzione e di controllo del territorio al fine di contrastare i fenomeni delittuosi predisposti dal Questore di Milano Marcello Cardona, ha effettuato un servizio in borghese volto al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi della Stazione Centrale.
Nel corso dell’attività, due cittadini nord-africani, un algerino e un tunisino, si sono avvicinati a due poliziotti del Commissariato Garibaldi – Venezia, pensando che fossero due possibili acquirenti, nei pressi della Galleria delle Carrozze, proponendo loro l’acquisto di sostanza stupefacente del tipo cocaina. Dopo averla mostrata, precedentemente occultata all’interno del cavo orale, sono stati prontamente bloccati ed accompagnati in Questura per accertamenti.
I due stranieri, risultavano avere a proprio carico svariati precedenti penali in materia di stupefacenti e per rapina e, le piccole bustine in cellophane rinvenute non contenevano cocaina, ma solo brandelli di carta. Gli agenti del Commissariato Garibaldi Venezia li hanno indagati per reati in materia di Immigrazione.
Alle ore 17:30, gli agenti del Commissariato Garibaldi – Venezia hanno inoltre  arrestato un cittadino ghanese per spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana, nei confronti di un acquirente italiano. Il cittadino italiano, tossicodipendente, non avendo con sé i soldi necessari per l’acquisto dello stupefacente, ha consegnato un pacchetto di sigarette al pusher in cambio di una dose di 0,3 grammi di marijuana. Dopo aver bloccato lo spacciatore, i poliziotti hanno trovato, occultati all’interno della manica del suo giubbino altri 3,4 grammi di marijuana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here