Favoreggiamento della prostituzione via Farini Milano, sequestrati 3 appartamenti

Trovati quasi 300 profilattici, rotoli di carta assorbente, salviettine e oli nelle camere adibite per la consumazione di rapporti sessuali a pagamento

La Polizia di Stato, nei giorni scorsi ha indagato in stato di libertà tre donne per il reato di favoreggiamento della prostituzione e ha sequestrato tre appartamenti a Milano.
Il 19 febbraio 2018, gli agenti del Commissariato Garibaldi – Venezia della Questura di Milano, a seguito di servizi mirati sul territorio e a conclusione di numerosi appostamenti effettuati per un esposto presentato da alcuni cittadini, sono intervenuti in un condominio di via Farini e hanno sottoposto a sequestro tre appartamenti, tutti di proprietà di una società immobiliare, ubicati al quarto e quinto piano.
I poliziotti, durante l’attività investigativa, sono riusciti ad appurare che tre cittadine straniere esercitavano l’attività di meretricio nelle tre abitazioni che sono state perquisite. Gli agenti del Commissariato Garibaldi – Venezia hanno rinvenuto quasi 300 profilattici, rotoli di carta assorbente, salviettine e oli nelle camere adibite per la consumazione di rapporti sessuali a pagamento.
I clienti rispondevano ad annunci online pubblicati in un sito internet e pattuivano la cifra di 70 euro o più in cambio di prestazioni sessuali.
I poliziotti hanno proceduto a indagare in stato di libertà per favoreggiamento della prostituzione una cittadina venezuelana, una dominicana ed una, in stato di irreperibilità, di nazionalità spagnola.
“Complessivamente – ha concluso la Questura di Milano –, all’interno dei tre distinti appartamenti, venivano identificate sei ragazze straniere, tutte in regola con i documenti, indubbiamente coinvolte nell’attività di prostituzione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here