Furto energia elettrica campo nomadi provincia Pavia, 7 arresti

L’indagine è stata avviata dai Carabinieri, presenti nel campo nomadi per il ritrovamenti di alcuni mezzi da cantiere e agricoli precedentemente rubati

È successo in provincia di Pavia, nel comune di Mezzana Bigli: in arresto 7 persone, con l’accusa è di furto di energia elettrica.
Secondo quanto spiegato, le indagini erano state avviate dai Carabinieri a seguito del ritrovamento di alcuni mezzi da cantiere e agricoli rubati, poi ritrovati presso un campo nomadi della zona.
Da qui l’avvio dei controlli, durante i quali i militari hanno individuato alcune cassette di derivazione elettrica non conformi, in quanto fissate su tavole di legno temporanee del tipo di quelle usate nei cantieri. I Carabinieri hanno inoltre ravvisato la presenza di di cavi elettrici di fortuna e prolunghe artigianali.
Alla luce di quanto esposto, i militari hanno informato l’ Enel, il cui personale specializzato ha verificato lo stato della fattispecie.
Alla luce delle verifiche, i tecnici hanno confermato che gli impianti elettrici delle abitazioni erano illegalmente “allacciati” alla rete di fornitura elettrica.
Pertanto, sette rom di età compresa tra i 26 e i 55 anni (cinque uomini e due donne) sono stati arrestati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here