Quanto costa noleggiare un furgone: cosa bisogna considerare per il costo finale

Chi deve far fronte a un trasloco o a improvvise esigenze di trasporto, sa che noleggiare un furgone è il modo più economico per affrontare queste situazioni

È facile essere attratti dalle tante offerte di noleggio pubblicizzate online, ma cosa bisogna considerare oltre ai prezzi scritti nero su bianco? Ci sono, infatti, molte altre voci che fanno lievitare il costo finale del noleggio, per questo è importante leggere attentamente le varie condizioni e soprattutto, se si effettua il noleggio online, scegliere un sito dove sia tutto chiaramente specificato, vedi per es. VAN4YOU, azienda che da anni è specializzata nel noleggio furgoni con sedi in diverse città in Italia.

Ma vediamo ora di seguito cosa considerare per abbattere i costi e non ricevere amare sorprese in fase di noleggio.

Cosa influenza il costo di noleggio del furgone?

Di base il noleggio di un furgone è più costoso rispetto al noleggio di un’auto, sia per la specificità del mezzo che per la minore richiesta. Tuttavia, soprattutto online, è possibile fare ottimi affari. Ma ci sono diversi aspetti che bisogna considerare per avere una panoramica completa del costo del noleggio di un furgone:

  • La durata del noleggio. Devi noleggiare il furgone per poche ore o per un giorno intero? Maggiore sarà il tempo di noleggio, minore il costo orario, motivo per cui, a volte, vale la pena noleggiare il furgone anche per una giornata intera.
  • Il modello di furgone. Il modello di furgone da noleggiare incide sulle prestazioni, e soprattutto sulla capienza. Ovviamente, noleggiare un minivan costerà meno che noleggiare un furgone cassonato, ma sul costo finale influisce anche il marchio e la “richiesta” del modello.
  • Il periodo dell’anno. I prezzi di noleggio di un furgone presentano oscillazioni anche nei diversi periodi dell’anno, a seconda della maggiore o minore domanda. Ad esempio, nel periodo estivo i furgoni sono molto richiesti perché i traslochi e gli spostamenti nelle residenze estive sono più frequenti. Maggiore è la richiesta più alto sarà il prezzo finale.
  • Il giorno della settimana. Per gli stessi motivi, i costi sono più alti se si desidera noleggiare un furgone durante il weekend, quando la richiesta è più alta.

Noleggio furgone: quali sono i costi extra da considerare?

Considerando che prenotando online è possibile risparmiare fino al 30%, bisogna comunque considerare dei costi extra. Il primo costo ad influire sulla spesa di qualsiasi mezzo è quello del carburante. In questo caso, le politiche variano da un’azienda all’altra: alcune consegnano il furgone a serbatoio pieno (ma dovrà essere riconsegnato di nuovo con il pieno), altre a serbatoio da riempire. Va inoltre verificato se sono previste delle penali nel caso di consumo di benzina oltre un certo chilometraggio: alcune compagnie possono anche prevedere tariffe doppie per il recupero del carburante.

Da verificare anche le penali in caso di consegna ritardata: si pensa erroneamente che noleggiare un furgone per lo stretto necessario sia una buona idea, ma a volte un tempo ridotto si ritorce contro. Le penali per la mancata consegna sono infatti molto salate. Per questo motivo è sempre meglio noleggiare calcolando del tempo in più, anche perché all’aumentare delle ore diminuisce il costo orario.

Facendo un calcolo medio, i costi tra nord e sud non si discostano molto. Per il noleggio giornaliero di un furgone di media grandezza i prezzi si aggirano tra i 40 e i 90 euro, variabili in base alla città e al periodo dell’anno. Invece, il costo orario oscilla tra gli 8 e i 15 euro.

Noleggiare un furgone online è una scelta che consente di risparmiare, anche perché è molto più facile trovare la tariffa adatta con i comparatori di prezzi, ma è opportuno verificare cosa include ogni azienda nel prezzo indicato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here