Milano ecosostenibile, a partire dalle case

Non c’è nessun dubbio: Milano è la città italiana più lanciata in Europa, che rimane sempre al passo con le nuove tendenze, anche quando si parla di trend virtuosi come la sostenibilità e l’economia circolare

I progetti milanesi
Secondo le ultime news, alcuni cittadini stanno già sperimentando il social housing a Milano da Redo, Affori e Crescenzago. Proprio loro faranno da gruppo pilota per un nuovo progetto: il Circular Housing. In pratica, gli inquilini utilizzeranno mobili ed elettrodomestici di alta qualità e durevolezza. Allo scadere del contratto di locazione si potrà optare per il recupero o il ricondizionamento di questi ultimi, dando la possibilità di un nuovo utilizzo agli inquilini successivi, risparmiando sui costi del trasloco ed evitando il riadattamento dei mobili. Per valutare la portata dell’iniziativa, basta considerare che ogni trasloco porta con sì oltre 1 tonnellata di rifiuti!

Ciò che tutti possiamo fare

Questa iniziativa è piuttosto esclusiva, ma non ci toglie il diritto e il dovere di occuparci dell’ambiente e di avere uno stile di vita e una casa più ecosostenibile. Ecco qualche piccola abitudine che possiamo far entrare nelle nostre routine per vivere più green.

1- Risparmia acqua
Sembra scontato ma lo spreco d’acqua è veramente tantissimo nella nostra società. Chiudiamo il rubinetto quando non ci occorre il getto d’acqua, che sia sotto la doccia, mentre ci laviamo i denti o se laviamo i piatti.

2- Usa lampadine a basso consumo.
Facciamo del bene all’ambiente risparmiando sulla bolletta con un semplice gesto: sostituiamo le lampadine di casa con quelle a basso consumo. Il taglio dei consumi e netto, fino all’80%, con una significativa riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera.

3- Spegni sempre i dispositivi in stand by
Anche se non ce ne rendiamo conto, i dispositivi elettronici lasciati in stand by incidono di molto sul consumo energetico.

4- Acquista nuovi elettrodomestici dalla classe A+
Certo, inizialmente la spesa per una lavatrice o un frigorifero in classe A+,A++,A+++ può sembrare più alta, ma sul lungo periodo rientreremo sicuramente dei soldi spesi e il pianeta ci ringrazierà.

5- Ripara gli elettrodomestici
Questo consiglio non va in conflitto con quello precedente! L’acquisto, infatti, deve essere successivo a un tentativo di riparazione o nel caso in cui ci rendessimo conto che il nostro elettrodomestico sia arrivato davvero al capolinea. Riparando si possono risparmiare materie prime e emissioni di CO2. Ovviamente è meglio contattare professionisti del mestiere, se, ad esempio, cerchi dei tecnici di elettrodomestici a Milano, considera solo professionisti certificati.

6- Fai la raccolta differenziata e ricicla
Sembra che non incida sui consumi, ma se riciclassimo tutti nel modo corretto le spese per lo smaltimento dei rifiuti scenderebbero notevolmente, con sommo beneficio di tutta la comunità. Inoltre, cerca di riutilizzare ciò che è ancora riutilizzabile, reinventandolo e donandogli una nuova vita.

7- Riduci gli oggetti monouso
In particolare piatti, bicchieri e posate di plastica aumentano il volume dei consumi di tantissimo. Facciamo anche attenzione alle bottiglie di plastica e simili, che potremmo sostituire con bottiglie di vetro per casa e borracce d’alluminio – oggi ce ne sono dal design fantastico – per quando siamo fuori casa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here