Regole per portare il cane al parco, ecco il bon ton per i nostri amici a 4 zampe

Mai abbassare la soglia di attenzione, munirsi sempre di paletta e sacchetto e non dimenticare anche una bottiglietta d’acqua; di seguito un utile e semplice vademecum

CaneIn Italia sono circa 5 milioni le persone che portano una o più volte al giorno il proprio cane in un parco pubblico e, complice la primavera, torna a maggior ragione la voglia di uscire in compagnia del proprio amico con la coda, per fare passeggiate o, magari, una corsetta a due al parco.
Di seguito un vero e proprio vademecum, stilato da AIDAA (Associazione Italiana in Difesa di Animali e Ambiente), con le regole (semplici) da seguire per adottare un comportamento corretto e rispettoso per il proprio cane e per gli altri fruitori del parco.
NEL PARCO PUBBLICO – Quando si porta un cane al parco pubblico è indispensabile tenerlo al guinzaglio corto (1,50 cm) e verificare quelli che sono gli eventuali divieti o zone in cui l’animale può o non può accedere (si tratta prevalentemente di aree giochi per bambini).
– Se il cane socievole, quando si incontrano bambini o altri animali, è bene lasciare che facciano reciproca conoscenza. Questo, naturalmente, senza mai perdere di vista il cane e il bimbo, specialmente per evitare che i piccini compiano gesti improvvisi che possano innervosire il cane, perché potrebbe reagire di conseguenza
– Se il cane può girare liberamente, mai perderlo di vista, sia per la sua incolumità che per quella degli altri fruitori del parco e degli altri animali presenti.
– Mai sedersi su una panchina a leggere o parlare lasciando libero il proprio animale, che potrebbe scappare, uscire dal parco e finire sotto una moto o un’auto, oppure causare egli stesso un incidente o avere problemi con altri animali, adulti o bambini presenti.
– Prima di scegliere il parco in cui portare il proprio cane verificate l’eventuale presenza di aree cani, dove l’animale possa girare liberamente.
NELLE AREE CANI – Prima di lasciare libero il cane, verificare la presenza di altri animali e accertarsi con i rispettivi padroni che non vi siano situazioni di incompatibilità tra i cani liberi.
– Non lanciare palline o altri giochini senza una precisa meta, poiché i giochi di lancio devono essere sempre preceduti da una giusto addestramento al riporto.
– Mai prendere in braccio i cani piccoli per difenderli da quelli di taglia maggiore. Tale gesto, infatti, è pericoloso, in quanto gli altri cani risulterebbero liberi mentre il più piccolo, se attaccato,  sarebbe impossibilitato a fuggire, quindi molto agitato e stressato.
– Mai portare nelle aree apposite i cani non vaccinati o malati, perché  potrebbero essere motivo di contagio per altri e, loro stessi, sarebbero a rischio malattie
NORME GENERALI – Portare sempre con sé paletta e sacchetto per la raccolta degli escrementi,  nonostante siano disponibili all’interno di molte aree cani.
– Portare sempre anche una bottiglietta di acqua non fredda, sia per dissetare in proprio cane, sia per lavare laddove il cane dovesse fare pipi contro strutture fisse o panchine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here