Bulbi da fiore: la migliore soluzione per un giardino sempre fiorito

Ecco i segreti per avere uno splendido giardino multicolore che duri tutto l’anno

I bulbi da fiore rappresentano un ottimo metodo per garantire una sopravvivenza sempre varia di fiori di diversa tipologia: non esistono, chiaramente, bulbi sempreverdi ma è comunque possibile avere una varietà abbastanza vasta di fiori, che possono essere diversi a seconda della stagione. Una cosa è particolarmente positiva in merito a ciò: è sempre il momento giusto per coltivare i bulbi da fiore, perché in ogni stagione è possibile godere della bellezza di diverse varietà. Scopriamo di più, quindi, sui bulbi da fiore e quanto durano, su come conservare i bulbi da fiore, e su quando piantare i bulbi da fiore.

A differenza di quanto si possa pensare, è possibile godere della presenza di bellissimi fiori colorati in qualunque periodo dell’anno. Ciò è chiaramente possibile grazie ai bulbi da fiore, una quasi infinita varietà di specie vegetali, le cosiddette bulbose, che permettono di avere una qualità molto varia di fiori in qualunque stagione dell’anno: ovviamente, i fiori non sono tutti uguali, in quanto molto dipende sostanzialmente dal tipo di bulbosa, in quanto i bulbi sono diversi a seconda della stagione, e questo significa che in autunno è possibile vedere sbocciare alcuni fiori, mentre molti altri possono essere raccolti in primavera, e ancora altre tipologie in estate ed in inverno.

Pertanto, è bene fare alcuni approfondimenti in merito: perché se è vero che i bulbi possono essere perenni – e quindi rinvigoriti – è anche vero che non esistono bulbose di tipo sempreverde, e che sarebbe bene evitare di lasciare i bulbi nel terreno in quanto potrebbero marcire. I bulbi da fiore sono facilmente reperibili tramite il web presso i rivenditori dedicati al giardinaggio tra cui consigliamo www.Florablom.com/it.

Scopriamo di più, quindi, su queste bulbose: quanto durano i bulbi da fiore, come conservarli e quando è possibile piantarli?

Bulbi da fiore: quanto durano?
Bulbi da fiore, quanto durano? Questa è una domanda abbastanza comune, specialmente per chi non conosce le proprietà di questi fiori e la loro durata: all’interno del bulbo, la pianta è in grado di raccogliere e quindi anche di contenere le giuste sostanze per il nutrimento ed il mantenimento dei tessuti, e questo rende possibile la capacità del bulbo stesso di essere messo a dimora, anno dopo anno.

Vi sono però delle richieste e delle attenzioni particolari: infatti, è necessario che per mantenere in buona salute il bulbo fino a prossima fioritura, esso venga messo a dimora e quindi tenuto riparato fino al prossimo periodo di fioritura. Se i bulbi non vengono trattati bene, è possibile che vadano incontro a marcitura e per questo è necessario prestare la massima attenzione; se, al contrario, i bulbi vengono messi a dimora, è del tutto possibile che essi possano essere riutilizzati nel periodo successivo.

Non è possibile definire con esattezza la durata specifica di queste bulbose, ma è comunque possibile chiarire che essi possono essere riutilizzati anche in periodi successivi purché vengano trattati bene.

Come conservare i bulbi da fiore: i consigli ed i suggerimenti giusti
È chiaro, a questo punto, che venga in mente la domanda su come conservare i bulbi da fiore: quali sono i giusti metodi per evitare che essi possano deperire oppure marcire?

Una risposta definitiva, universale e valida per ogni tipo di bulbose non è possibile. Vi sono infatti delle differenze specifiche a seconda della tipologia prevista, motivo per il quale è bene essere più specifici possibile nelle richieste di informazioni.

Esistono addirittura dei bulbi che possono essere messi a dimora per un lunghissimo periodo: stiamo parlando ad esempio delle varietà delle corone imperiali , iris o gigli, narcisi, tulipani ed in generale dei bulbi piccoli, per i quali è necessario attendere il periodo di ingiallimento completo delle foglie prima di procedere al loro taglio. Inoltre, per altre varietà come ad esempio i giacinti, è bene comunque sradicare i bulbi e metterli a dimora per il periodo successivo di fioritura, in quanto è assolutamente sconsigliato evitare che essi stiano a contatto con il freddo.

Infine, una particolarissima attenzione va prestata ai bulbi con fioritura estiva, che devono essere riposti all’interno della casa nella stagione invernale; pensiamo soprattutto a begonie, gladioli e dalie.

Bulbi da fiore: quando piantarli? Qual è il periodo migliore?
Anche in questo ultimo caso bisogna essere specifici nel ricordare che, poiché i bulbi non sono tutti uguali, non per tutte le tipologie va bene piantarli nello stesso periodo; alcuni hanno bisogno di essere piantati nella stagione invernale, mentre per altri è necessario che ciò avvenga durante la stagione estiva.

L’aspetto positivo è che, poiché vi sono bulbi di ogni tipologia e che possono sbocciare in vari periodi dell’anno, in questo modo è possibile godere della bellezza dei bulbi da fiore, in ogni momento ed in ogni stagione.

A seconda del tipo di fiore che si desidera, è bene scegliere il suo bulbo e la sua stagione di piantagione: per quelli con fioritura estiva, come le dalie, è bene piantare i bulbi tra marzo ed aprile; quelli con fioritura nella stagione autunnale possono invece essere piantati tra giugno e settembre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here