Arresto guardia giurata corso Buenos Aires Milano, aveva rubato 120 mila euro dai bancomat

BANCOMATEra il classico insospettabile la guardia giurata di 47 anni, originaria di Busto Arsizio e residente in provincia di Varese, arrestata ieri dagli agenti della Mobile. Per lui la grave accusa di aver sottratto, nel corso di sei mesi, circa 120 mila euro da alcuni bancomat durante le quotidiane operazioni di “carico-scarico”, il servizio di ritiro e trasporto di contanti offerto da note società del settore.

.
L’ALLARME LANCIATO DA UNA NOTA SOCIETA’ DI SORVEGLIANZA – A lanciare l’allarme era stata proprio la società di servizi di sorveglianza in cui l’uomo era impiegato. Da qualche mese, infatti, quest’ultima aveva notato dei grossi ammanchi di contante da alcuni sportelli bancomat appartenenti al proprio parco clienti. Dopo opportune verifiche, esclusa immediatamente l’ipotesi di eventuali errori di conteggio, non era stato difficile constatare che i “prelievi” incriminati avvenivano sempre in determinati turni e in presenza, per lo più, di alcune persone ben precise.

.
LE PROVVIDENZIALI IMMAGINI DELLE TELECAMERE DI SORVEGLIANZA – Sporta denuncia alla Polizia, proprio sotto consiglio della sezione anti rapine della Mobile, la società di sorveglianza aveva installato delle telecamere nella cosiddetta “safe area” di una delle banche più colpite dai misteriosi ladri. Ed è stato proprio grazie alle inequivocabili immagini di alcune registrazioni che, martedì, si è potuti risalire al colpevole. La guardia giurata, approfittando della momentanea assenza dei colleghi all’interno del blindato, riusciva a sfilare dalle buste depositate dai clienti nella cassa continua fino a 10 mila euro in contanti. Gli  agenti della Polizia lo hanno incastrato con i soldi appena rubati – 10.580 euro – da una filiale di Intesa SanPaolo di corso Buenos Aires a Milano.

.
LA CONFESSIONE: “VOLEVO UN FONDO PENSIONE” – L’uomo in questione, guardia giurata dal 1992, sposato, con una figlia ancora minorenne, conduceva una vita al di là di ogni sospetto. E’ stato lui stesso, appena arrestato, a confessare che da marzo 2013, utilizzando sempre lo stesso trucco, era entrato in possesso di circa 120 mila euro sottratti agli sportelli di varie banche milanesi. Le banconote sono state recuperate da uno zaino, all’interno di alcuni mobili, dove erano ammonticchiate in varie mazzette. Il 47enne avrebbe spiegato ai poliziotti che il tutto era finalizzato a garantire un fondo pensione per sé e la sua famiglia. All’appello, però, secondo quanto denunciato alle autorità dalla società di sorveglianza, mancherebbero ancora 30 mila euro.

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro

S.P.