Furto reliquie San Giovanni Paolo II monastero Tignale, nel Bresciano

I ladri si sarebbero finti comuni turisti; rubati anche i frammenti ossei del beato Jerzy Popieluszko

Non c’è mai pace, neanche in chiesa: ne sanno qualcosa a Tignale (in provincia di Brescia), dove ignoti sono riusciti a rubare le reliquie con il sangue di San Giovanni Paolo II.
Secondo le prime informazioni, il furto è avvenuto presso il Santuario Montecastello, situato sulla sponda bresciana del Lago di Garda.
Qui erano conservate le reliquie con il sangue di San Giovanni Paolo II e i frammenti ossei del beato Jerzy Popieluszko.
In base a quanto ricostruito finora, i ladri avrebbero utilizzato un piano tra i più “semplici”: fingersi turisti, aspettando il momento della chiusura serale per agire indisturbati.
In questo modo, solo il giorno dopo uno dei custodi ha potuto notare l’accaduto, dando subito l’allarme.
Le indagini rimangono in corso.
(foto: Black mamba)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here