Spaccio droga e armi provincia Milano, tre arresti

Armi e polvere bianca; l’operazione è stata eseguita dalla Polizia di Stato

La Polizia di Stato, nel corso dei servizi di prevenzione e di controllo del territorio al fine di contrastare i fenomeni delittuosi predisposti dal Questore di Milano Marcello Cardona, ha arresto tre italiani, uno nato nel 1987, uno del 1965 e uno del ’72 – pregiudicato per reati specifici di spaccio di sostanze stupefacenti – per possesso di droga ai fini di spaccio, possesso di arma clandestina e denunciato quest’ultimo per il reato di ricettazione.
Gli agenti della Squadra Investigativa del Commissariato Centro, lo scorso ottobre hanno iniziato le indagini con un intervento presso un’associazione culturale in provincia di Milano, all’interno della quale vi erano fondati motivi di ritenere che vi fosse occultato un rilevante quantitativo di sostanza stupefacente.
Nel corso della perquisizione a seguito della quale i primi due italiani incensurati sono stati arrestati, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato 250 grammi di stupefacente del tipo cocaina suddiviso in confezioni cellophane trasparente, un bilancino elettronico, numerose bustine in cellophane vuote per il confezionamento, 2 pistole per softair prive di tappo rosso, un fucile tipo “carabina” clandestina e la somma di oltre 3000,00 euro.
Da tale attività, gli agenti del Commissariato Centro hanno sviluppato ulteriormente le indagini al fine di ricercare altri elementi idonei a ricostruire la rete dei contatti che dimostrassero l’ipotizzato traffico di droga. A seguito di servizi appostamento e di osservazione, i poliziotti hanno individuato e identificato un uomo controllato in precedenza dagli agenti all’uscita del predetto circolo, che era stato trovato in possesso di una rilevante somma di denaro in contanti, oltre 1000,00 euro, lasciando così sospettare di essere parte attiva e anello di congiunzione nell’attività criminosa dei due soggetti arrestati.

Nel corso dei mesi successivi, gli agenti del Commissariato Centro hanno ulteriormente documentato la costante attività di spaccio da parte dell’uomo, il quale “riforniva” di cocaina alcuni soggetti abituali acquirenti. La sostanza ceduta faceva parte di un più ampio quantitativo, detenuto all’interno di un box, anch’esso in provincia di Milano e affittato dallo spacciatore, dal quale i poliziotti hanno documentato sistematici accessi da parte dell’uomo.
Sabato 13 gennaio, a seguito dell’ennesimo servizio di osservazione e pedinamento, gli agenti del Commissariato Centro hanno fatto accesso al box rinvenendo e sequestrando 2 armi da sparo, (un revolver 357 magnum, privo di matricola, munito di n.6 cartucce cal. 357 magnum ed altre 40 cartucce dello stesso calibro all’interno di una busta in cellophane; una pistola semiautomatica modello 7.65, risultata compendio di furto, unitamente a una ventina di cartucce), 1,100 chili di cocaina e due bilancini di precisione. L’uomo è stato arrestato per i reati di possesso ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, possesso di arma clandestina e denunciato per il reato di ricettazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here