Controlli guida ubriachi piazzale Laghi Milano, impegno contro stragi del sabato sera

Questi servizi proseguiranno, ha spiegato la Questura di Milano, e non solo nel fine settimana, allo scopo di abbattere il fenomeno della guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche

Al fine di aderire agli standard europei ed in adesione agli  obbiettivi  del “Libro Bianco”, il cui fine è quello di rafforzare la sicurezza stradale per dimezzare il numero di morti entro il 2020, attraverso la riduzione dei sinistri stradali, sono state concertate a livello centrale delle misure organizzative per ottimizzare l’attività di accertamento della guida in stato di ebbrezza alcoolica.
Attuando tale protocollo, nella notte tra venerdì 19 e sabato 20 Gennaio 2018, la Polizia Stradale di Milano ha svolto un servizio mirato nel capoluogo lombardo per il contrasto Il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcoolica.
Il dispositivo predisposto, in Piazzale dei Laghi, composto da quattro pattuglie, operativo dalla mezzanotte alle 6 della mattina,  ha consentito di sottoporre a screening una buona parte dell’utenza in transito, attraverso l’utilizzo dei c.d. “precursori” per l’accertamento qualitativo non invasivo di carattere massivo.

A seguito di ciò, i conducenti sottoposti a prova con etilometro sono stati 6, di cui 4 denunciati a piede libero per guida in stato di ebbrezza alcolica con un tasso alcolemico superiore a 0.80 g/l e 1 soggetto con valore addirittura superiore a 1,5 g/l. L’ulteriore conducente  è stato sanzionato amministrativamente per guida in stato di ebbrezza con un tasso inferiore a 0,80 g/l.

A tutti è stata ritirata la patente di guida per la successiva applicazione del periodo di sospensione previsto per la tipologia di violazione accertata.

“Questi servizi proseguiranno – ha concluso la Questura di Milano –, e non solo nel fine settimana, allo scopo di abbattere il fenomeno della guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche, che è una delle principali cause degli incidenti stradali. Riprenderanno a breve anche quelli svolti con l’ausilio del personale medico della Questura di Milano”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here