Ecco 10 motivi per cui non rinunceremo al cioccolato!

Le notizie giunte da oltreoceano sono state categoriche: più si magia cioccolato, più aumentano i sintomi della depressione, al punto che non si esclude che sia proprio questa sostanza la causa della patologia stessa. E adesso??

 

Ecco 10 semplici motivi per cui non vogliamo cedere a questo “sconvolgente” risultato:


1. Il cioccolato contiene una quantità variabili di endorfine, sostanze naturali in grado di stimolare il buonumore e agire contro il dolore. La serotonina, cioè la sostanza che libera le endorfine, porta infatti ad un miglioramento del tono dell’umore e, ad avvalorare questa tesi, si fa notare che i farmaci antidepressivi di ultima generazione hanno come azione proprio l’innalzamento dei livelli di serotonina cerebrale.

 

 

2.  Alcune ricerche hanno portato alla conclusione che chi soffre per amore tende a nutrirsi di cioccolato poiché, in esso, si trova la stessa sostanza chimica che il cervello produce quando si è innamorati. In questo modo non solo il cioccolato restituisce il buonumore necessario per sopravvivere al mal d’amore, ma prolunga lo stato di benessere che viviamo quando siamo innamorati.

 

 

3.   Grazie a un gruppo di pigmenti chiamati flavonoidi, ha proprieta’ antiossidanti ed antitrombotiche, benefiche in particolare per il cuore e le pareti delle arterie. La prestigiosa rivista “American Journal of Clinical Nutrition” ha pubblicato uno studio dell’Universita’ de L’Aquila che ha dimostrato che i benefici del cioccolato si osservano già dopo il suo consumo (riferendosi però all’assunzione della cioccolata fondente e non di quella bianca).

 

 

 

 

4.  Vanta anche la proprietà rimineralizzante, soprattutto grazie a ferro, magnesio, fosforo e potassio di cui il cacao e’ ricco, che aiutano a combattere i segni dell’eta’.

 

 

5.   Sono confermate scientificamente le sue proprieta’ riducenti, sfruttabili in cosmesi nella realizzazione di creme che aiutano a bruciare i grassi localizzati.

 

 

6.    Una tavoletta da 100 grammi di un normale cioccolato fondente apporta 542 calorie, quello al latte 565. Non e’ poco se si considera che questo e’ superiore all’apporto calorico di piu’ di 80 g di pasta al pomodoro (400 calorie circa). Ma a noi non interessa, e preferiamo comunque il cioccolato alla pasta al pomodoro!

 

 

7.   Accoglie in se stesso una co-presenza di opposti: puo’ essere solido e liquido, chiaro e scuro, dolce e amaro. Questo è molto tranquillizzante, perché simboleggia un piacere a 360° pronto ad ogni occasione ed ad ogni esigenza.

 

 

8.    E’ afrodisiaco? Non è stato scientificamente provato, ma consigliamo di provare a spalmare di crema al cacao il corpo del partner… e poi fateci sapere com’è andata!

 

 

9.   I dietologi hanno creato “la dieta del cioccolato”, per mantenere alta la gratificazione ed eliminare gli stati di stress legati ai pensieri negativi.

 

 

10.   Poiché la ricerca americana ha evidenziato che la depressione insorge in chi fa largo uso di cioccolato, ci chiediamo: non è che si tratti di mero senso di colpa a causa dei canoni estetici con cui ci bombardano i media? Le donne vere sono in carne, oltre che ossa… e per tutti i motivi elencati, la conclusione non può che essere una sola: levateci tutto, ma non il cioccolato!


Valentina Pirovano
Fonte foto di copertina: Dolci Italia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here