Il fu Mattia Pascal 10 – 20 gennaio 2019 Teatro Litta Milano, Pirandello più attuale che mai

Cancellare il passato e ricominciare di nuovo: in scena il desiderio recondito di ognuno di noi

Sul palcoscenico del Teatro Litta di Milano torna l’immortale opera pirandelliana “Il fu Mattia Pascal”, e porta alla ribalta ciò che ognuno di noi si è chiesto, almeno una volta nella vita: cosa succederebbe se si riuscisse a cambiare identità, ottenendo quindi una seconda possibilità? L’opportunità, a seguito di un imprevedibile evento, di cancellare tutto il passato e cominciare una nuova esistenza, è una tentazione troppo golosa per resistervi. E così gli attori in scena riescono a renderne bene il concetto, offrendo al pubblico riflessioni e speranze, prese di coscienza e contrattempi, fino ad arrivare a una vera e propria girandola esistenziale, alimentate da un connubio di esaltazione e perdizione necessario per il gran finale.
Bravissima in particolare Gianna Coletti e sempre una certezza di successo Marco Balbi.

di Luigi Pirandello – drammaturgia Alberto Oliva, Mino Manni – regia Alberto Oliva – con Mino Manni, Marco Balbi, Letizia Bravi, Alessandro Castellucci, Gianna Coletti – scenografia e costumi Maria Paola Di Francesco – assistenti alla regia Cristina Garavaglia, Michele Tosi – in collaborazione con Compagnia I Demoni, Teatro alle Vigne, teatro in-folio Residenza Carte Vive – produzione Teatro de Gli Incamminati

Teatro Litta
– 10 (Giovedì) 20:30 – 20 (Domenica) 16:30
– Teatro Litta, corso Magenta 24
– da martedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30
– durata: 90 minuti
– Biglietti: intero 25€ – Under26 e convenzioni 16€ – Over65 12€ – Under12 10€
– spettacolo in abbonamento: Arcobaleno, 6 al Litta, Uni 4 al Litta, Carta regalo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here