Mercato dell’auto: a Milano è in forte espansione

I dati milanesi raccontano di un’espansione su base annua molto incoraggiante, che si sta verificando con numeri significativi

GraficoGli ultimi dati ACI su base annuale relativi alle vendite di automobili a Milano sono lo specchio dell’andamento nazionale, che ha visto un 2015 molto positivo per il settore delle quattro ruote. Si è riscontrata una fortissima domanda di auto in tutta Italia, sia che si faccia riferimento al mercato del nuovo che a quello dell’usato. La crescita è sospinta anche dall’adozione crescente del web come canale preferenziale per la compravendita di auto, soprattutto usate. Anche nella provincia di Milano si sono affermate infatti le piattaforme di compro auto usate che consentono di vendere velocemente un’auto usata, mentre sul fronte del nuovo anche Amazon sta preparando a rivoluzionare il settore introducendo la vendita di auto online.

I dati milanesi raccontano di un’espansione su base annua molto incoraggiante, che si sta verificando con numeri anche più significativi durante l’anno in corso. L’andamento della Lombardia si riflette su tutto il territorio nazionale, dove il trend viene ammortizzato dalla minore circolazione economica.

Se si vanno a considerare le auto nuove, l’aumento della loro domanda a Milano si è attestata, nel 2015, a 88.421 unità. Questo significa che, con riferimento all’anno precedente, si sono registrate oltre settemila nuove immatricolazioni in più: un dato molto importante, soprattutto in un territorio come quello milanese. Il rapporto fra auto nuove ed usate, infatti, qui è molto diverso rispetto a quello che si può riscontrare nel resto del territorio nazionale. In quasi tutte le altre province, infatti, ogni anno vengono eseguiti circa il doppio dei passaggi di proprietà di auto di seconda mano rispetto al numero di nuove immatricolazioni; a Milano, invece, sono state vendute nel 2015 oltre 80.000 auto nuove e 120.000 usate: questo significa che gli abitanti manifestano una predilezione verso l’acquisto di auto che non hanno avuto precedenti proprietari. Secondo questo schema, gli acquisti del nuovo sono rimasti relativamente alti anche durante gli anni di crisi, e far segnare un incremento del 9% qui è dunque più d’impatto che altrove.

Anche il settore delle auto usate ha goduto di un’annata favorevole, con numeri in aumento anche sul versante dei passaggi di proprietà. Se ne sono contati 124.034, ovvero il 3.67% in più rispetto al 2014; questo non è un numero particolarmente elevato rispetto alla media annua nazionale, ma è presto detto quale sia il motivo. L’economia milanese, infatti, ha potuto riscontrare una prematura ripresa rispetto a tanti altri territori: questo significa che già nel 2014 era stato alto il numero di nuovi passaggi di proprietà. Infatti, il 3,77% degli abitanti di Milano e provincia aveva acquistato un’auto usata durante l’anno, raggiungendo una performance che molti altri territori hanno fatto segnare soltanto nel 2015. Ciò significa che, con un’ulteriore espansione dell’economia, molti hanno potuto optare per l’acquisto di un’auto nuova.

CONFRONTO REGIONALE L’arrivo della ripresa economica, più forte e decisa dello stagnante anno precedente, ha fatto sì che le altre province lombarde abbiano registrato numeri superiori a quelli del capoluogo su tutti i fronti. Nel 2015, infatti, in Lombardia il numero di passaggi di proprietà è cresciuto quasi del 6% su base annua, significativamente più di quanto non sia accaduto a Milano. Per quanto riguarda le prime immatricolazioni, invece, il dato ha fatto segnare un +12.80%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here