Partite Serie A, Palermo – Inter 1 a 2, è sempre Eto’o che risolve i problemi in casa Inter

Logo_InterDal punto di vista dell’intensità, passo in avanti dell’Inter che si dimostra più in palla rispetto ai precedenti incontri. Tuttavia, nei primi 45 minuti di gioco va sotto al Renzo Barbera di Palermo grazie alla rete del giovane Ilicic.

 

Lucidità e prestanza fisica vengono meno nel secondo tempo, ma ci pensa ancora una volta Eto’o a risolvere la partita, con doppietta e tre punti ai neroazzurri. I primi dieci minuti sono molto intensi, le due squadre si affrontano a viso aperto e l’Inter, grazie al ritrovato Maicon, si trova spesso in area dei siciliani; l’occasione più pericolosa capita sui piedi di Stankovic al 12’: tiro dai 25 metri che finisce sulla traversa.

 

Dopo l’avvio esaltante la squadra di Benitez si spegne e lascia spazio alla manovra del Palermo che porta ottimi risultati: al 28’ dopo una combinazione tra Ilicic e Pastore, il tiro di quest’ultimo viene murato da Julio Cesar, ma sulla respinta si fa trovare pronto il primo ed insacca.

 

L’occasione d’oro per l’Inter capita pochi minuti dopo, al 31’ sui piedi di Milito, che solo davanti a Sirigu cerca il tiro invece che il pallonetto, argentino che manca ancora della lucidità sottoporta che l’ha reso perfetto l’anno passato; tale tesi è avvalorata dal fatto che un minuto dopo, su cross di Stankovic, il bomber argentino “cicca” malamente il pallone.

 

La ripresa si apre con un Palermo arrembante che cerca di sfruttare al massimo le ripartenze e gli spazi lasciati dai neroazzurri, al 50’ l’occasione d’oro capita sul destro di Ilicic dopo un passaggio di Cassani, tiro centrale con Julio Cesar che blocca facilmente; altro gol sbagliato, questa volta dall’Inter e da Milito, al 58′, quando Pandev va via sulla sinistra e crossa un rasoterra che Milito devia con la punta del piede, palla fuori non di molto.

 

Con Milito che non riesce a segnare ci deve pensare come nelle precedenti partite Eto’o: è lui che al 62’ supera Munoz e batte Sirigu con un diagonale potente.

 

Non sazio, è ancora il camerunense che al 69’ trasforma in gol uno scambio sopraffino tra Stankovic e Maicon, rosanero abbattuti in dieci minuti.

 

Nel finale Pastore si incunea tra Cambiasso e Samuel, ma il suo destro si infrange su Julio Cesar prima e sul palo poi: per i rosanero niente da fare, ora la posizione di Delio Rossi inizia a farsi complicata.

 

La squadra di Benitez sale a 7 punti e comanda la classifica con il Cesena; prossimo appuntamento mercoledì sera per il turno infrasettimanale contro il Bari, a San Siro.

 

Gli altri risultati di oggi:

  • Bari – Cagliari: 0 a 0;
  • Cesena – Lecce: 1 a 0;
  • Chievo – Brescia: 0 a 1;
  • Palermo – Inter: 1 a 2;
  • Parma – Genoa: 1 a 1;
  • Roma – Bologna: 2 a 2;
  • Udinese – Juventus: 0 a 4.

 

Matteo Torti

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here