Calciomercato Milan estate 2013: tra Vergara, Civelli, Zapata, Poli, Cerci, Ljajic e Fabregas. In più, occhio a Flamini e a Boateng in partenza

Dopo aver fatto chiarezza sul futuro della panchina rossonera, sulla quale troveremo ancora Massimiliano Allegri, è stato lo stesso Galliani a confermare che “il mercato è un pochino già partito”. In realtà i rossoneri hanno giù definito alcune mosse in entrate ed altre in uscita. Tra queste vediamo i rinnovi ad Abbiati e Bonera, l’addio a Yepes ed il riscatto di Zapata. Altri, però, sono i fronti su cui la dirigenza del Diavolo è impegnata in questo giugno. Qualche nome? Civelli ed Ogbonna per la difesa; Poli e Fabregas per la mediana e Cerchi e Ljajic per l’attacco.

 

RINNOVI, ADDII E RISCATTI – Iniziamo dalle situazioni già delineate. Adriano Galliani, dopo che il campionato di Serie A è terminato, non ha perso tempo ed ha già definito alcune situazioni.

– Due sono i rinnovi, ad ora, ufficiali: si tratta di Cristian Abbiati, che difenderà i pali del Milan anche per la prossima stagione avendo sottoscritto un nuovo contratto fino al 30 giugno 2014 e Daniele Bonera che invece ha firmato fino al 30 giugno 2015.

– In scadenza troviamo anche altri due giocatori. Si tratta di Mathieu Flamini, che nonostante un’ottima stagione condita da 22 presenze e 4 reti, non sembra in procinto di rinnovare il contratto firmato l’anno scorso. Sul francese troviamo l’Inter di Mazzarri. Discorso simile per Ambrosini: su di lui c’è il West Ham. In partenza troviamo anche Mario Yepes; al colombiano non sarà rinnovato il contratto in scadenza al 30 giugno di quest’anno.

– Passando ai riscatti, mossa importante quella di acquistare definitivamente il cartellino di Zapata prelevandolo dal Villareal per una cifra di 4,5 milioni di euro e con un contratto in scadenza al 30 giugno 2016. Il colombiano, verosimilmente, formerà la coppia difensiva con Mexes anche il prossimo anno.

 

CAPITOLO DIFESA – Abate, Antonini, Bonrea, Constant, De Sciglio, Mexes, Zaccardo e Zapata. Sono questi i difensori attualmente in rosa al Milan. L’unica situazione dubbia è quella di Zaccardo che, arrivato a gennaio dal Parma, potrebbe anche lasciare i rossoneri per tornare a giocare.

– In arrivo troviamo due giocatori. Da una parte Vergara, colombiano alto 186 cm, destro e dotato di buone capacità di marcatura. E’ giovane, classe ’94, ma ha brillato durante il Sub-20 Sudamericano ed arriverebbe a Milano per soli 2 milioni di euro.

– Per sostituire il partente Yepes, in arrivo c’è il parametro zero Renato Civelli. L’argentino, pilastro della retroguardia del Nizza, è salito alla ribalta per il bacio dato ad Ibrahimovic durante la sfida tra il suo club ed il Psg. In Ligue 1 il classe ’83 è stato uno dei pochi in grado di far soffrire lo svedese; è dotato di fisicità: 195 cm per 91 kg di peso.

– Con queste due operazioni, Vergara e Civelli, il discorso difesa potrebbe anche chiudersi. Certo, la retroguardia potrebbe anche essere migliorata con gli innesti di Ogbonna o Astori. Difficile, però, che uno dei due affari vada in porto visto che Cairo da una parte e Cellino dall’altra non sembrano disposti a cederli per meno di 12 milioni di euro.

 

CAPITOLO CENTROCAMPO – Il credo fisso del presidente Berlusconi è il bel giuoco. Per farlo, però, sono necessari certi interpreti. Ecco perché l’idea di Allegri e Galliani è quella di intervenire il più possibile sulla linea mediana, modificando radicalmente la tipologia di giocatori in rosa.

– Si spiegano in questo senso le possibili partenze di Ambrosini, Flamini e Nocerino. Fuori i giocatori tignosi e dentro giocatori che abbinino tecnica e sostanza alla Montolivo.

– In questa direzione i rossoneri hanno praticamente chiuso l’acquisto di Andrea Poli: il 24enne in forza alla Sampdoria, e con un passato di un anno all’Inter, ha appena concluso la sua migliore stagione della carriera: 32 presenze con la Sampdoria e 3 reti. L’affare potrebbe andare in porto per 6,5 milioni di euro.

– La mediana, che vedrà il ritorno in autunno di De Jong, olandese prelevato nella scorsa estate dal Manchester City ed infortunato al tendine d’Achille sinistro il 9 dicembre 2012, potrebbe tornare titolare e fare da chioccia, con Montolivo, al baby Cristante, che sarà promosso ed integrato in prima squadra replicando quanto fatto, ottimamente, con De Sciglio nell’ultima annata.

– Da valutare poi le situazioni di Emanuelson, che rienterà dopo il prestito di sei mesi al Fulham, di Traorè, che potrebbe decidere di intraprendere una nuova avventura, e di Nocerino, cercato dal Torino e che potrebbe entrare in un’operazione, vedasi Cerci.

 

UNA CESSIONE “ECCELLENTE” – Stiamo parlando di Kevin Prince Boateng. La situazione del ghanese, visto il contratto in scadenza al 30 giugno 2014, deve essere chiarita durante questa estate.

– O si rinnova oppure lo si vende. Non c’è altra scelta, altrimenti si rischia di perderlo a zero tra un anno. L’idea di Galliani e di Allegri, visto il modulo 4-3-3 o 4-3-1-2, è quella di lasciare partire il 26enne.

– Dopo le prime due stagioni ottime, chiuse con 61 presenze e 12 reti, in quest’ultima annata il ghanese si è trasformato da essere un punto di forza ad essere un problema. Tattico e tecnico. Molte volte infortunato, in altre circostanze fuori forma, Boateng ha contribuito ben poco al terzo posto conquistato dal Milan.

– Le indiscrezioni parlano di una possibile offerta di 10-12 milioni di euro proveniente dal Monaco. Se questa dovesse diventare reale, i rossoneri potrebbero avere quel gruzzolo necessario per acquistare un degno sostituto.

 

CAPITOLO ATTACCO – I sicuri del posto in avanti sono quattro: Balotelli, El Shaarawi, Niang e Pazzini. Bojan non verrà riscattato e Robinho, probabilmente, farà ritorno al Santos per sostituire Neymar, ufficializzato dal Barcellona.

– Il problema riguarda Pazzini che due settimane fa si è dovuto sottoporre ad un intervento al ginocchio destro e rimarrà fuori fino a novembre 2013. Questo porta i rossoneri a doversi attrezzare per sostituire colui che, nell’ultima stagione, ha totalizzato 16 gol in 37 partite.

– Due le idee: affidarsi a Petagna, bomber proveniente dalla Primavera, o cercare una soluzione a parametro zero; in quest’ultimo caso Bianchi del Torino e Toni della Fiorentina potrebbero essere i prescelti.

– In entrata i nomi che si fanno, oltre al già acquistato Riccardo Saponara, sono quelli di Alessio Cerci e di Adem Ljajic.

– In entrambi i casi troviamo di mezzo la Fiorentina. L’esterno italiano, in forza al Torino, è in comproprietà tra i Granata ed i Viola ed il rischio, concreto, è quello che le due società vadano alle buste. I rossoneri vorrebbero acquistare la metà Granata.

Adem Ljajic, invece, ha un contratto in scadenza al 30 giugno 2014. Il serbo, classe ’91, ha disputato una grande stagione sotto la guida di Montella e non sembra intenzionato a rinnovare con i Della Valle. Possibile un inserimento del Milan visto che il talento oltre che ad Allegri e Galliani, piace anche a Berlusconi.

 

TOP PLAYER? A DUE CONDIZIONI – Vergara, Civelli, Poli, Cerci e Ljajic, lo sappiamo bene, non sono nomi che fanno sognare i tifosi. Gli occhi dei supporter del Diavolo luccicano quando si parla di top player, alla Balotelli.

– La domanda, quindi, è senza dubbio ricorrente: potrà arrivare un grande giocatore al Milan durante la prossima sessione di calciomercato? La risposta è sì, ma a due condizioni.

– La prima dipende direttamente dal Milan e riguarda l’effettivo passaggio del turno dei preliminari di Champions League in programma per il 20-21 e 27-28 agosto 2013. L’approdo alla fase a gironi della massima competizione europea garantirà, nelle casse rossonero, l’approdo di 20 milioni di euro.

– La seconda, invece, è esterna. Può arrivare solo quel top player che è in rotta di collisione con il proprio club di appartenza. Un po’ come poteva essere per Tevez nel gennaio 2012 o come è stato per Balotelli sei mesi fa.

– Una, poi, è la certezza: l’eventuale tesoretto sarà speso per rinforzare il centrocampo. Ecco perché, nelle ultime ore, sta tornando di moda il nome di Cesc Fabregas. Lo spagnolo, classe ’87, non è soddisfatto delle sue due stagioni blaugrana e potrebbe decidere di cambiare aria. C’è, però, da battere la concorrenza di Moyes e del Manchester United.

 

LE DATE DEL MERCATO – Nel frattempo la FIGC ha definito le date della sessione estiva di calciomercato.

– Si parte il 1° luglio e si chiude alle 23.00 del 2 settembre 2013. La sessione invernale, invece, sarà dal 3 gennaio 2014 alle 23.00 del 31 gennaio 2014.

– Capitolo comproprietà tra il 17 ed il 19 giugno 2013, mentre per i controriscatti spazio dal 20 al 22 giugno.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Allegri rimane al Milan, è ufficiale: le parole di Berlusconi

Vertice Berlusconi, Galliani eAllegri domenica 2 giugno 2013 sul futuro del Milan, esonero o riconferma dell’allenatore?

Offerta Thohir per comprare l’Inter, a Moratti 260 milioni di euro per l’80% del club dettagli, offerta e sviluppi

Calciomercato Inter estate 2013, Mazzarri punta su Zuniga, Diakité, Campagnaro e Isla; Handanovic corteggiato dal Barcellona. Formazione tipo, giocatori in scadenza, obiettivi di mercato

Sorteggio Italia gironiConfederations Cup 2013 Brasile giugno 2013, analisi, calendario, statistiche

Saponara al Milan, scopriamo tutto del nuovo acquisto rossonero per giugno 2013

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here