Confronto Inter Mazzarri 2014 e Inter Stramaccioni 2013, per ora i due tecnici hanno totalizzato gli stessi punti

Palla_al_centroCon un sms inviato a Walter Mazzarri, Erick Thohir ha ribadito la fiducia verso il proprio tecnico. Ma la fine della stagione è vicina e i numeri sono impietosi, certamente deludenti. Il tecnico di San Vincenzo, alla vigilia del 33esimo turno, ha totalizzato gli stessi punti di Stramaccioni. 50 per entrambi i tecnici; da Mazzarri ci si aspettava di più. Le ultime sette giornate saranno decisive per l’ex allenatore del Napoli, ma il cambio a fine stagione sembra sempre più probabile.

 

32 GIORNATE PER UN VERDETTO: NON E’ CAMBIATO NULLA – Sono state necessarie ben trentadue giornate, ma alla fine il verdetto è arrivato. La statistica è implacabile, i numeri deludenti: Walter Mazzarri ha realizzato, fin qui, gli stessi punti conquistati un anno fa da Andrea Stramaccioni.

– Alla 32esima giornata della Serie A 2012/13 Stramaccioni era settimo in classifica con 50 punti; alla 32esima giornata della Serie A 2013/14 Walter Mazzarri ha le stesse lunghezze, ma occupa la quinta posizione, a pari merito con il Parma.

– Se i punti sono gli stessi, la differenza la fanno le altre squadre: le difficoltà incontrate quest’anno da Lazio e Milan hanno consentito ai neroazzurri di guadagnare due posti in classifica.

– Se i gol fatti sono sostanzialmente identici, 51 quest’anno contro i 50 della scorsa stagione, l’unico reale miglioramento lo si nota in difesa, dove Handanovic ha dovuto raccogliere 35 palle nella propria porta contro le 45 della scorsa stagione. Score di gol figlio soprattutto del diverso modulo adottato dai due tecnici: molto più offensivo e spregiudicato quello del tecnico romano, più accorto ed attento quello del toscano.

– La cosa interessante è che Stramaccioni è riuscito a vincere il confronto con Mazzarri nel solo girone d’andata: 35 i punti conquistati dalla sua Inter contro i 32 dell’Inter di quest’anno. Diverso trend per il ritorno, dove fin qui si sono conquistati 18 punti contro i 15 della scorsa stagione.

– Certo, Stramaccioni un anno fa si affacciava al 33esimo turno venendo da tre sconfitte consecutive: 1 a 2 contro la Juventus, 3 a 4 contro l’Atalanta e 2 a 0 contro il Cagliari. Quest’anno, invece, il trend è di tre pareggi: 0 a 0 contro l’Udinese e 2 a 2 sia contro Livorno che contro Bologna.

 

UN FANTASMA DI NOME THOHI”X” – Vi ricordate quando Roberto Mancini venne battezzato “Mister X” per l’elevata mole di pareggi messa assieme con l’Inter? Ora il “Mister X” ha un altro volto e un altro nome. Erick Thohir, è lui il fantasma del pareggio.

– Quando l’indonesiano è in tribuna a San Siro, la sua squadra si inceppa e inanella prestazioni deludenti e risultati sconfortanti. Il bilancio del magnate indonesiano a San Siro è da primato, negativo: 2 vittorie, contro Milan e Torino, e 5 pareggi contro Sampdoria, Catania, Cagliari, Udinese e Bologna.

– Le statistiche sono più impietose solamente con Ricky Alvarez. L’argentino, nelle ultime 15 presenze, non ha mai vinto. Con lui in campo solamente 9 pareggi e 6 sconfitte. 9 punti in 15 partite. Una media di 0,6 a match. Un vero talismano, per le avversarie.

 

A FINE STAGIONE E’ PRONTA LA RIVOLUZIONE – Per il futuro del tecnico di San Vincenzo saranno decisive le ultime sei sfide. L’anno scorso Stramaccioni totalizzò solamente 4 punti, vincendo contro il Parma e pareggiando contro il Genoa. Mazzarri dovrà fare inevitabilmente meglio e le potenzialità per farlo ci sono tutte.

– Il calendario non è comunque facile: Sampdoria e Parma in trasferta, Napoli in casa, derby di Milano, partita casalinga contro la Lazio e chiusura al Bentegodi contro il Chievo.

– Saranno queste ultime sei sfide a convincere Thohir a prendere una scelta: per ora il borsino del tecnico pende, inevitabilmente, verso l’esonero.

– Ma chi potrà venire dopo Mazzarri? Mancini costa troppo, Simeone con la straordinaria stagione che sta disputando contro l’Atletico Madrid sembra un sogno realizzabile solo per top club, De Boer è corteggiato da Barcellona e Manchester United; chi allora? Mihajlovic. Potrebbe essere lui la vera sorpresa che ha in mente Thohir.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Inter – Bologna 2 a 2 Serie A trentaduesima giornata, Icardi non basta

Livorno – Inter 2 a 2 Serie A trentunesima giornata, inevitabili le critiche per Mazzarri

Milan fuori da tutti gli obiettivi, l’analisi di queste ultime dieci partite. Seedorf è da esonero?

Stage per convocazioni Italia Mondiali 2014 Brasile, tutti i nomi di Prandelli

Vidic all’Inter, Thohir sistema la difesa con l’ex capitano del Manchester United

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here