Cagliari – Inter 1 a 5 Serie A ventisettesima giornata, goleada in terra sarda

Arriva la risposta dopo la sconfitta contro la Roma: grande prestazione degli uomini di Pioli che si avvicinano all'Atalanta

Logo_InterDopo la sconfitta contro la Roma di una settimana fa, l’Inter non poteva dare risposta migliore. Grande risultato e grande prestazione, con azioni sempre molto organizzate e con un’ottima intesa tra Perisic e Banega. Bella cinquina in terra sarda che porta Pioli ad avvicinarsi all’Atalanta e a vedere il terzo posto distante solo sei punti.
Pioli ripropone il 4-2-3-1 con Banega, Candreva e Perisic alle spalle di Icardi. Mediana a due con Gagliardini e Kondogbia, mentre davanti ad Handanovic trovano spazio D’Ambrosio, Miranda, Medel ed Ansaldi.
Di fronte 4-3-2-1 con Joao Pedro e Di Gennaro dietro a Borriello, unica punta con Ibarbo ancora in panchina. Centrocampo con Isla, Barella e Ionita. In difesa, davanti a Gabriel, spazio per Padoin, Bruno Alves, Pisacane e Capuano.
Inter che inizia subito forte con Perisic che, al 4′, serve Banega che viene anticipato all’ultimo da Capuano. Passano pochi secondi e Candreva prova la conclusione, ma il suo rasoterra si spegne sul fondo.
Al 7′ Cagliari vicinissimo al vantaggio con Joao Pedro che si trova a tu per tu con Handanovic e riesce a scavalcarlo con un tocco sotto; perfetto l’intervento di Medel che salva sulla linea.
Dopo qualche minuto di tranquillità, il match si risveglia al 26′ quando Icardi, dopo uno scambio tra Banega e Perisic, aggira Capuano ma calcia a lato.
È comunque il preludio al gol che arriva al 34′: Banega serve nello spazio Perisic che aggancia e supera Gabriel. Inter in vantaggio. I sardi accusano il colpo ed al 39′ arriva il raddoppio firmato da Banega: grande traiettoria su punizione per l’argentino e Gabriel non può nulla.
L’ultima chance del match arriva sui piedi di Borriello che, al 42′, accorcia e riporta in partita i sardi. Colpo di testa preciso dell’attaccante rossoblù, con Handanovic sorpreso che non riesce ad intervenire.
Finisce sul 2 a 1 per l’Inter un primo tempo molto bello ed avvincente, ricco di occasioni da gol da entrambe le parti. Bella prestazione di Banega che è entrato, in modo decisivo, in tutte le sortite offensive dei suoi.
Nessun cambio ad inizio ripresa ed Inter che arriva subito al tris con Perisic: il croato, al 47′, viene servito in area da Icardi e calcia angolato dove Gabriel non può arrivare. Al 56′ ammonito Barella per fallo su Candreva, non molto incisivo quest’oggi.
Al 62′ primo cambio per i padroni di casa con Sau che prende il posto di Di Gennaro. Poi al 66′ viene dato un calcio di rigore all’Inter per il fallo di Gabriel su Icardi: dal dischetto si presenta lo stesso attaccante che non sbaglia. 4 a 1 e match in cassaforte.
Al 72′ cambia anche Pioli inserendo Eder per un decisivo Perisic; due minuti dopo dentro anche Joao Mario per Banega, autore di una grande prestazione. Poi al 78′ entra Ibarbo, subissato di fischi visto che sostituisce Borriello, il migliore dei sardi.
Al 79′ altra bella azione corale dell’Inter con Joao Mario che serve Icardi che coglie la traversa dall’interno dell’area di rigore. Nel finale c’è spazio anche per il quinto gol dell’Inter, firmato da Gagliardini. Grande lavoro di Icardi che serve l’ex Atalanta che centra un gran tiro su cui Gabriel non può arrivare.
Finisce così: 5 a 1 per i neroazzurri che si rendono protagonisti di una grande domenica e di un grande match, soprattutto sotto il profilo del gioco. Ottima l’intesa tra Perisic e Banega.
Neroazzurri che salgono a quota 51 punti e che sfruttano il passo falso dell’Atalanta per portarsi a un punto dal quarto posto. Il Napoli, al momento terzo, è più in alto di sei lunghezze. Inter che domenica prossima saranno chiamati al delicato match contro l’Atalanta: fischio d’inizio a San Siro per le ore 15.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here