Torino – Inter 2 a 2 Serie A ventinovesima giornata, neroazzurri che rallentano la corsa

Due gol per tempo: Baselli risponde a Kondogbia, poi Candreva risponde ad Acquah

interLa corsa al terzo posto in casa Inter rallenta e si complica dopo il pareggio esterno dei neroazzurri in casa del Torino. Gli uomini di Pioli, dopo le sfide contro Cagliari ed Atalanta, non riescono a ripetere la goleada ed inciampano contro un Torino molto accorto e cinico. La sfida tra Icardi e Belotti finisce in pareggio, con due insufficienze date le pochissime occasioni da rete capitate sui loro piedi. Inter che sale a quota 55, un punto sotto la Lazio.
Tutto confermato per mister Pioli che ridà fiducia a Banega al fianco di Candreva e Perisic, alle spalle di Icardi. Mediana con Gagliardini e Kondogbia, mentre davanti ad Handanovic agiranno Ansaldi, Miranda, Medel e D’Ambrosio.
Di fronte 4-3-3 per l’ex Mihajlovic con Iturbe e Ljajic ai lati di Belotti. Centrocampo con Acquah, Lukic e Baselli. In difesa, davanti ad Hart, spazio per Zappacosta, Rossettini, Moretti e Molinaro.
Inizia bene il Torino con Iturbe che dopo cento secondi ruba palla ad Ansaldi e cerca l’assist per Baselli, senza riuscirci però. Al 5′ si fa vedere l’Inter con un cross di Candreva, bloccato senza problemi da Hart.
Al 7′ ci prova ancora Iturbe, ma Handanovic blocca tutto. Al 19′ bella chance per D’Ambrosio che tira al volo dal limite, ma la palla esce di poco. Al 24′ Baselli cerca la conclusione, ma il pallone sibila al fianco di Handanovic.
Al 27′ Inter in vantaggio con Kondogbia che si libera di forza di tre difensori avversario e supera Hart, non perfetto nell’occasione. Il Torino non demorde e al 33′ arriva al pareggio con Baselli che spizza di testa su cross di Moretti.
L’immediato pareggio placa le velleità offensive delle due squadre ed il resto del primo tempo scorre lento, senza particolari sussulti. Dopo pochi secondi, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. 1 a 1 con il vantaggio di Kondogbia e l’immediata replica di Baselli.
Tutto confermato ad inizio ripresa, con l’Inter che rischia al 49′ per un’uscita un po’ avventata di Handanovic su Belotti. Al 52′ punizione pericolosa di Ljajic che si spegne sulla barriera. Poi al 57′ primo cambio con Murillo che prende il posto di un infortunato Medel.
Al 59′ il Torino passa in vantaggio con Acquah che, su errore di D’Ambrosio, ne approfitta e calcia a giro lasciando immobile Handanovic. Al 60′ cambia anche Pioli con Eder che prende il posto di uno spento e fuori dal gioco Banega.
Nemmeno il tempo di riprendere che al 62′ Candreva ristabilisce il tabellino sulla parità. Cambia anche Mihajlovic che inserisce Boyé per Ljajic che, infastidito, si dirige direttamente negli spogliatoi. Poco dopo dentro anche Iago Falque per Iturbe.
Al 76′ entra anche Brozovic per Kondogbia, ma entrambe le squadre faticano a creare importanti occasioni da rete. All’84’ Banti allontana due persone dalla panchina Granata per proteste e Maxi Lopez prende il posto di Baselli.
All’89’ ci prova Belotti di testa, ma Handanovic riesce a respingere. Nel finale non succede più nulla, nemmeno nei sei minuti di recupero.
Finisce sul 2 a 2 un match in cui Icardi da una parte e Belotti dall’altra non hanno brillato e non sono nemmeno stati serviti. L’Inter rallenta la corsa ed esce da Torino con un pareggio che non fa certo sorridere Pioli & Co. La rincorsa al terzo posto si complica con i neroazzurri che salgono a 55 punti, un punto sotto la Lazio.
Neroazzurri che torneranno in campo lunedì prossimo nella sfida casalinga contro la Sampdoria.

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here